La meccanica del cuore

Di

Editore: Feltrinelli

3.4
(1898)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 160 | Formato: eBook

Isbn-10: 885880533X | Isbn-13: 9788858805336 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Cinzia Poli

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La meccanica del cuore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Nella notte più fredda del mondo possono verificarsi strani fenomeni. È il 1874 e in una vecchia casa in cima alla collina più alta di Edimburgo il piccolo Jack nasce con il cuore completamente ghiacciato. La bizzarra levatrice Madeleine, dai più considerata una strega, salverà il neonato applicando al suo cuore difettoso un orologio a cucù. La protesi è tanto ingegnosa quanto fragile e i sentimenti estremi potrebbero risultare fatali. L’amore, innanzitutto. Ma non si può vivere al riparo dalle emozioni e, il giorno del decimo compleanno di Jack, la voce ammaliante di una piccola cantante andalusa fa vibrare il suo cuore come non mai. L’impavido eroe, ormai innamorato, è disposto a tutto per lei. Non lo spaventa la fuga né la violenza, nemmeno un viaggio attraverso mezza Europa fino a Granada alla ricerca dell’incantevole creatura, in compagnia dell’estroso illusionista Georges Méliès. E finalmente, due figure delicate, fuori degli schemi, si incontrano di nuovo e si amano. L’amore è dolce scoperta, ma anche tormento e dolore, e Jack lo sperimenterà ben presto. Intriso di atmosfere che ricordano il miglior cinema di Tim Burton, ritmato da avventure di sapore cavalleresco, La meccanica del cuore è al tempo stesso una coinvolgente favola e un romanzo di formazione, in cui l’autore, con scrittura lieve ed evocativa, punteggiata di ironia, traccia un’indimenticabile metafora sul sentimento amoroso, ineluttabile nella sua misteriosa complessità.
Ordina per
  • 0

    "La meccanica del cuore" di Mathias Malzieu. Era da un anno che tenevo d'occhio questo libro ogni volta che entravo in libreria. Attirato, lo ammetto, dalla sua bellissima copertina (secondo me) che m ...continua

    "La meccanica del cuore" di Mathias Malzieu. Era da un anno che tenevo d'occhio questo libro ogni volta che entravo in libreria. Attirato, lo ammetto, dalla sua bellissima copertina (secondo me) che mi aveva subito colpito. Dopo aver letto la quarta di copertina, mi piaceva , ma non al punto di acquistarlo. Ero dubbioso. Lo salutavo e me ne andavo (lo so sono un po' pazzo che parlo con i libri) Così ogni volta. Era ormai un incontro fisso. Però qualche giorno fa, complice il 25% di sconto mi sono deciso ad acquistarlo e l'ho letto subito, dandogli la precedenza rispetto agli altri libri che mi chiamavano dagli scaffali. Storia carina, semplice, prevedibile. Un po' di fantasy, mescolato con un po' di romanticismo, pagina dopo pagina mi hanno portato alla sua conclusione. Una lettura leggera che comunque trasmette qualcosa di vero: i sentimenti sono alla base della nostra esistenza. Nel bene e nel male non vanno ignorati.

    ha scritto il 

  • 3

    Una piccola favola

    “Uno, non toccare le lancette.
    Due, domina la rabbia.
    Tre, non innamorarti, mai e
    poi mai.
    Altrimenti, nell’orologio del
    tuo cuore, la grande
    lancetta delle ore ti
    trafiggerà per sempre la
    pelle,
    le t ...continua

    “Uno, non toccare le lancette.
    Due, domina la rabbia.
    Tre, non innamorarti, mai e
    poi mai.
    Altrimenti, nell’orologio del
    tuo cuore, la grande
    lancetta delle ore ti
    trafiggerà per sempre la
    pelle,
    le tue ossa si
    frantumeranno
    e la meccanica del cuore
    andrà di nuovo in pezzi”.

    Nella notte più fredda del mondo ad Edimburgo, in una casa sulla collina più alta nasce il piccolo Jack. Ma il suo cuore è così debole che rischia di non battere più. Così la dottoressa Madeleine, un medico un po’ particolare, decide di ripararlo aggiungendo al cuore malato un orologio a cucù che lo aiuti e lo sostenga nei battiti. Il povero piccolo rimarrà in questa casa, abbandonato appena nato e protetto e cresciuto grazie alle cure della dottoressa, che diventerà per lui quasi una madre, del vecchio Arthur, un barbone con la colonna vertebrale di acciaio, e di due donne di strada, Luna e Anna.
    Ma c’è una sola regola che il piccolo Jack deve rispettare per fare in modo che il suo cuore continui a funzionare correttamente: non innamorarsi mai!
    Riuscirà il nostro piccolo eroe nell’impresa?
    Una piccola favola, con un’ambientazione che richiama moltissimo i film di Burton, frasi strampalate e personaggi sui generis che scorre veloce. Ci si affeziona al piccolo grande Jack, che cresce con un sogno nel cuore e che lotterà con le unghie e con i denti per farlo avverare. C’è una morale alla fine, come nella tradizione migliore delle favole antiche. Un libro semplice ma delizioso.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Questo libro mi ispirava ma le quasi pessime recensioni mi facevano titubare, alla fine mi sono convinta a comprarlo e a leggerlo immediatamente. Mi è piaciuto! È una storia insolita ma godibile, ness ...continua

    Questo libro mi ispirava ma le quasi pessime recensioni mi facevano titubare, alla fine mi sono convinta a comprarlo e a leggerlo immediatamente. Mi è piaciuto! È una storia insolita ma godibile, nessun "cuore" esce indenne e tutti i personaggi provano l'amore e la sofferenza causata dalla perdita di questo.
    L'essere stato scritto da un cantante di un gruppo rock gli dà sicuramente una marcia, anzi un ritmo, in più.
    Ho apprezzato le varie metafore e il modo di scrivere quasi poetico.
    Consigliato ai forti di cuore, regolate bene le lancette del cuore-orologio, per me che amo e venero il lieto fine è stato un po' doloroso, ciò nonostante resta una bella lettura.
    Recesione completa: http://lettriceconfusa.blogspot.it/2017/02/la-meccanica-del-cuore-mathias-malzieu.html

    ha scritto il 

  • 3

    L'ho letto in una giornata, durante un viaggio in treno abbastanza lungo. È stata una compagnia piacevole, un'alternativa alla lettura distratta di giornali e riviste. La storia è molto semplice, dire ...continua

    L'ho letto in una giornata, durante un viaggio in treno abbastanza lungo. È stata una compagnia piacevole, un'alternativa alla lettura distratta di giornali e riviste. La storia è molto semplice, direi elementare; per trama e stile sembrerebbe quasi un libro per ragazzi, salvo qualche chiaro (e simpaticamente scherzoso) aneddoto sulla passione erotica dei protagonisti. La storia narrata è carina, ma niente di più. Originale negli intenti e nell'idea di base, ma sviluppata in maniera frettolosa, soprattutto nel finale, che è tronco e (a mio avviso) al limite dell'incomprensibile. Tre stelline per la gradevole compagnia in treno.

    ha scritto il 

  • 2

    Questo libro aveva tutti i presupposti per essere un piccolo gioiello, pur partendo dal tema più classico delle fiabe: l'amore nonostante le avversità e, sebbene questo fosse il "topic" del romanzo, m ...continua

    Questo libro aveva tutti i presupposti per essere un piccolo gioiello, pur partendo dal tema più classico delle fiabe: l'amore nonostante le avversità e, sebbene questo fosse il "topic" del romanzo, mi piace più credere che l'argomento principale sia l'elogio alla diversità e all'anti-omologazione che, con l'aggiunta di un'atmosfera cupa e surreale (alla Tim Burton, com'è stata più volte definita, o alla Henry Selick o alla Chagall aggiungerei…), dell'estetica gotica e delle citazioni letterarie e cinematografiche avrebbero davvero potuto essere gli ingredienti perfetti per un buon romanzo fantasy.
    La magia della fiaba, però, presto si spegne, lasciando solo una cupezza cruda e fredda, che si chiama realismo, un po' come quando da bambini si diventa adulti, in effetti. Sembra quasi che l'autore avesse deciso mentre scriveva di cambiare brutalmente l'andamento e le intenzioni di questa storia. Non mi è piaciuto, come non mi è piaciuta la superficiale caratterizzazione di personaggi importanti. Ho apprezzato invece la scelta di inserire come personaggio di spalla George Méliès (prestigiatore e padre degli effetti speciali cinematografici) che rende interessante non tanto la narrazione in sé quanto il contorno e la connotazione dell'ambiente degli artisti di strada e dell'epoca dal punto di vista storico.
    Non mi piace chi mi sta raccontando una fiaba e alla fine conclude dicendomi di non credere alla magia.

    ha scritto il 

  • 2

    Delusione

    Il titolo, la copertina, la trama e le città in cui è ambientato mi affascinavano e così mi sono convinta a leggerlo, pur percependo che non era il mio genere. Vorrei poter dire che è stata una piacev ...continua

    Il titolo, la copertina, la trama e le città in cui è ambientato mi affascinavano e così mi sono convinta a leggerlo, pur percependo che non era il mio genere. Vorrei poter dire che è stata una piacevole scoperta, invece non mi è piaciuto. Non tanto per la trama, ma per il modo di narrare. Per me è una narrazione troppo poco concreta, molto simile alla poesia e non fa proprio per me, questa caratteristica è talmente accentuata da predominare sulla trama stessa che passa in secondo piano.

    ha scritto il 

  • 5

    "Love is dangerous for your tiny heart".

    Un bambino nato nel giorno più freddo del mondo e il suo orologio a cucù per permettere il battito del suo cuore ghiacciato.
    Una ballerina andalusa che si rif ...continua

    "Love is dangerous for your tiny heart".

    Un bambino nato nel giorno più freddo del mondo e il suo orologio a cucù per permettere il battito del suo cuore ghiacciato.
    Una ballerina andalusa che si rifiuta di mettere gli occhiali.
    Una storia d'amore che mescola fantasia, grottesco, passione e dolore.
    Commovente, malinconico e carico di emozioni, in uno stile dai caratteri burtoniani. Traduzione italiana che rispecchia esattamente lo stile dell'autore, dando identiche percezioni ad un lettore di lingua italiana. Da leggere tutto d'un fiato.

    ha scritto il 

  • 5

    Atmosfera molto alla Tim Burton, scrittura che scivola veloce e ti trascina in questo mondo magico creando una sorta di "fiaba steam punk". Storiella accattivante con personaggi sorprendenti (guest st ...continua

    Atmosfera molto alla Tim Burton, scrittura che scivola veloce e ti trascina in questo mondo magico creando una sorta di "fiaba steam punk". Storiella accattivante con personaggi sorprendenti (guest star Meliés), finale sorprendente. Non vedo l'ora di leggere anche gli altri libri dello stesso autore.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per