Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La memoria, la storia, l'oblio

By Paul Ricoeur

(40)

| Others | 9788870788105

Like La memoria, la storia, l'oblio ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

L'opera di Paul Ricoeur si divide in tre parti: dedicate rispettivamente a unafenomenologia della memoria, a un'epistemologia della storia e aun'ermeneutica della condizione storica. Lontano da una visione totalizzantedelle vicende umane riunite in u Continue

L'opera di Paul Ricoeur si divide in tre parti: dedicate rispettivamente a unafenomenologia della memoria, a un'epistemologia della storia e aun'ermeneutica della condizione storica. Lontano da una visione totalizzantedelle vicende umane riunite in una filosofia della storia, Ricoeur conduceun'ermeneutica della vita umana che, svolgendosi nel tempo, è storica e cometale intessuta di memoria e oblio.

2 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Che dire di un libro di Ricoeur? Che si deve leggere per una tesi di laurea, che è specialistico, che non accende? Tutto questo e molto altro. Permettetemi però un'ossevazione rivolta al lettore medio di filosofia (o di buona cultura); Ricoeur è un g ...(continue)

    Che dire di un libro di Ricoeur? Che si deve leggere per una tesi di laurea, che è specialistico, che non accende? Tutto questo e molto altro. Permettetemi però un'ossevazione rivolta al lettore medio di filosofia (o di buona cultura); Ricoeur è un gigante del '900 innanzitutto nello stile. Qualcuno lo ha definito il filosofo "gentile". Io preferirei la qualifica di urbano dove rieccheggia quella capacità di colloquiare con le menti migliori dell'epoca per aprire un dialogo "vero" con l'alterità. Nessuna via breve con Ricoeur, ma lunga come l'amava definire lui stesso. Come un novello Aristotele, il filosofo ama riepilogare le posizioni che lo hanno preceduto per poi scegliere la res medietas. Il risultato non è sempre confacente allo sforzo e spesso si ha la sensazione che la montagna abbia partorito il topolino. Tuttavia Ricoeur ha la capacità unica di centrare il problema, di evidenziarlo lasciando al limite a noi, suoi lettori, vie alternative.
    Che dire allora della scelta di Ricoeur di sviscerare il problema della Shoah che a partire da Adorno è diventata una questione filosofica oltre che storica (ve lo ricordate quel " Dopo Auschiwitz non c'è poesia", sembra non ci sia nemmeno filosofia)?
    Tema difficile che vale quelle tremende 717 pagine così sofferte. Ogni anno mi regalo una lettura di Ricoeur (spesso, come quest'anno, di più) e mi chiedo già quando finirò di affrontare la sua immensa produzione. Provo già tristezza.

    Is this helpful?

    Sorel1968 said on Dec 24, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    ovviamente un testo per la tesi, ma servirebbe a molti leggerlo. In Italia, soprattutto.

    Is this helpful?

    daria. said on Nov 6, 2008 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (40)
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Others 741 Pages
  • ISBN-10: 8870788105
  • ISBN-13: 9788870788105
  • Publisher: Raffaello Cortina
  • Publish date: 2003-01-01
Improve_data of this book