La memoria del topo

Di

Editore: Piemme (Bestseller; 27)

3.9
(1459)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 439 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi semplificata , Francese , Tedesco , Svedese , Portoghese , Giapponese , Polacco , Ceco

Isbn-10: 8838471975 | Isbn-13: 9788838471971 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Maria Clara Pasetti

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , Copertina rigida

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace La memoria del topo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La morte di Billy Meadows sembra un caso facile da risolvere, troppo facile. Il suo cadavere riverso in un condotto abbandonato, la siringa ancora piantata nel braccio. Ma c'è qualcosa che non convince Harry Bosch, detective della divisione Hollywood, la fogna della polizia di Los Angeles. Troppe coincidenze, e le coincidenze Bosch lo sa, non esistono. Dietro quella morte che in troppi vorrebbero liquidare come un banale caso di overdose, si nasconde ben altro. Sin dalle prime indagini, Bosch scopre collegamenti con una clamorosa rapina che aveva coinvolto anche l'FBI e intuisce una rete di corruzione, violenza e vendette.
Ordina per
  • 4

    É il primo di Connelly che ho letto e me ne sono innamorato..struggente e al tempo stesso avvincente come pochi. Ho apprezzato tantissimo che non si parli di procedure e indagini dettagliate, ma che s ...continua

    É il primo di Connelly che ho letto e me ne sono innamorato..struggente e al tempo stesso avvincente come pochi. Ho apprezzato tantissimo che non si parli di procedure e indagini dettagliate, ma che si rimanga concentrati sul poliziesco e sulla psicologia dei personaggi..certo c'è qualche forzatura, ma Bosch é un protagonista azzeccato e la storia cattura da subito..un autore da non sottovalutare!

    ha scritto il 

  • 4

    (Pitch)

    "Nessuno, in nessun caso, vivo o morto che fosse, sarebbe stato abbandonato".
    Una promessa fatta in Vietnam che, 20 anni dopo, spinge un detective della omicidi di Hollywood a non fermarsi alle appare ...continua

    "Nessuno, in nessun caso, vivo o morto che fosse, sarebbe stato abbandonato".
    Una promessa fatta in Vietnam che, 20 anni dopo, spinge un detective della omicidi di Hollywood a non fermarsi alle apparenze e ad andare più a fondo, "giù nel nero" dei tunnel nel sottosuolo della città.

    ha scritto il 

  • 3

    Topi di galleria

    E' il primo libro che leggo di Connelly, autore che dalla descrizione di chi ha già letto molto di lui sembrava rispecchiare il canone del thriller come piace a me, tuttavia non mi ha convinto del tut ...continua

    E' il primo libro che leggo di Connelly, autore che dalla descrizione di chi ha già letto molto di lui sembrava rispecchiare il canone del thriller come piace a me, tuttavia non mi ha convinto del tutto. Tra le qualià vanno annoverate una trama ben costruita con un finale piuttosto chiaro che lascia pochi dubbi sulla credibilità della vicenda, ma anche l'approfondimento sui "tunnel rats" benchè a volte un po troppo trascinato. Purtroppo la storia risente della volontà (e la necessità forse) dell'autore di presentare a fondo il suo detecive dal punto di vista caratteriale, questo fa perdere un po di coinvolgimento nella prima parte del romanzo. Non male comunque.

    ha scritto il 

  • 3

    Il primo libro che leggo di Connelly. La storia poliziesca è un po' povera, molti intrighi e poco mistero. Si sofferma molto sulla descrizione del suo detective che è un po' scontato e meno sull'inchi ...continua

    Il primo libro che leggo di Connelly. La storia poliziesca è un po' povera, molti intrighi e poco mistero. Si sofferma molto sulla descrizione del suo detective che è un po' scontato e meno sull'inchiesta. Per fortuna oltre la metà del libro la storia è un po' più interessante. Tre stelline per il personaggio tenebroso e triste di Harry Bosch

    ha scritto il 

  • 4

    Harry Bosch

    Niente da dire: Harry Bosh ha tutte le caratteristiche per essere un grande personaggio di una serie di libri di successo (ed effettivamente lo è). La storia nella prima parte, non è che abbia proprio ...continua

    Niente da dire: Harry Bosh ha tutte le caratteristiche per essere un grande personaggio di una serie di libri di successo (ed effettivamente lo è). La storia nella prima parte, non è che abbia proprio un gran ritmo. Si riprende però molto bene nel finale. Unico termine di paragone , per quanto riguarda il mio vissuto con l'autore, è Il poeta. Che è di molto superiore. Resta comunque un buon libro nel suo genere.

    ha scritto il 

  • 4

    Questo ci ho messo un pò di più a finirlo perchè la storia si dilunga un pò di più e ha qualche tempo morto, ma lo stile di Connelly resta lo stesso, e si legge sempre bene.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi piace questo personaggio di Harry Bosch perchè contro le regole e perchè alla fine nonostante tutto ha sempre ragione lui alla faccia di quelli che fanno i saputoni!!
    Si legge senza impegno e anche ...continua

    Mi piace questo personaggio di Harry Bosch perchè contro le regole e perchè alla fine nonostante tutto ha sempre ragione lui alla faccia di quelli che fanno i saputoni!!
    Si legge senza impegno e anche se con qualche tempo un po' lungo alla fine riesce ad essere sufficientemente scorrevole!

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per