La mennulara

By

Publisher: Tusquets Editores

3.9
(3044)

Language: Español | Number of Pages: 517 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , German , French , Italian

Isbn-10: 8483102471 | Isbn-13: 9788483102473 | Publish date: 

Translator: Carlos Gumpert Melgosa

Also available as: Hardcover , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like La mennulara ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
La Mennulara, de Simonetta Agnello Hornby, nos devuelve, un siglo después, a la Sicilia de El Gatopardo: ahí siguen los señores y los criados, y, a su alrededor, la gente que, temerosa, cuchichea sin cesar y cree saber «toda la verdad». Pero los tiempos han cambiado, y esa gente no teme tanto a los poderosos de antaño como a esa nueva ley del silencio que se impone cuando asoma la huidiza presencia de la mafia. Introduciéndose en este ambiente, Agnello Hornby ha convertido su primera novela en todo un acontecimiento literario en Italia, y ha obtenido el reconocimiento inmediato de los lectores, de la crítica y de otros escritores. El 23 de septiembre de 1963, en el pueblo siciliano de Roccacolomba, fallece la Mennulara, así llamada por haber sido en su niñez una hermosa recogedora de almendras. El resto de su vida, hasta el día mismo de su muerte, lo dedicó a servir con una lealtad rayana en lo enfermizo a los acaudalados señores Alfallipe. Pero ¿cómo se explica que con el tiempo se convirtiera en administradora de los bienes de sus amos? ¿Y por qué éstos se resisten en un principio a cumplir sus últimas voluntades? En el pueblo no tardan en desatarse los chismorreos: unos la maldicen, otros la veneran. Como piezas de un rompecabezas, esas voces van dando forma a la imagen fragmentada de la Mennulara, para componer poco a poco el espléndido retrato de una mujer inolvidable. Y mientras va desvelándose el misterio que la envuelve, su figura emerge, poderosa, en un universo rural y opresivo, en apariencia inmóvil, donde luchan un pasado que se resiste a morir y una modernidad que nunca acaba de llegar.
Sorting by
  • 2

    La Sicilia da lontano

    Un'idea semplice: ricostruire la vita e la personalità di una donna atraverso i discorsi, le lettere, i commenti postumi di un gruppo di persone che di siciliano hanno solo la facciata. Inverosimile. ...continue

    Un'idea semplice: ricostruire la vita e la personalità di una donna atraverso i discorsi, le lettere, i commenti postumi di un gruppo di persone che di siciliano hanno solo la facciata. Inverosimile. Il rapporto di una vittima-vincente con un mondo intorno che si piega in modo innaturale al suo volere. Sembra più una fantasia soporosa che una descrizione di ambiente. Ripetitivo fino all'ossessione il commento della gente sul suo carattere. lettura veloce non coinvolgente.

    said on 

  • 4

    Una tragi-commedia alla siciliana

    ero prevenuta su questo libro, mi aspettavo una palla micidiale, invece mi ha piacevolmente stupita, il racconto di un paese siciliano con i suoi personaggi buffi, pettegolezzi, amicizie, invidie, cla ...continue

    ero prevenuta su questo libro, mi aspettavo una palla micidiale, invece mi ha piacevolmente stupita, il racconto di un paese siciliano con i suoi personaggi buffi, pettegolezzi, amicizie, invidie, classi sociali. E su tutto una protagonista forte e caparbia, amata e odiata, ma certo non indifferente.

    said on 

  • 4

    Un racconto che si muove a spirale intorno alla figura di Maria Rosalia Inzerillo, conosciuta come "la Mennulara". Ora è morta e tutto il paese di Roccacolomba si chiede chi è stata davvero.
    La vita d ...continue

    Un racconto che si muove a spirale intorno alla figura di Maria Rosalia Inzerillo, conosciuta come "la Mennulara". Ora è morta e tutto il paese di Roccacolomba si chiede chi è stata davvero.
    La vita della defunta viene ricostruita dai pettegolezzi dei conoscenti, uno splendido mosaico formato da tessere variopinte di mafiosi, nobili, popolani, passioni, ricatti ed affari.
    Una grande storia della Sicilia degli anni ‘60
    Ottima lettura: divertente, ironica, pungente ma anche delicata e sentimentale,avvincente e ricca di sorprese fino all'ultima pagina.
    Libro scritto magistralmente.
    Uno di quei libri che classificherei ‘indimenticabile’.

    said on 

  • 3

    Dal testo emerge una grande figura di donna, cui fa da sfondo un'umanità descritta con affetto, acume e ironia, senza tacerne le meschinità né tantomeno i piccoli gesti di eroismo quotidiano e miscono ...continue

    Dal testo emerge una grande figura di donna, cui fa da sfondo un'umanità descritta con affetto, acume e ironia, senza tacerne le meschinità né tantomeno i piccoli gesti di eroismo quotidiano e misconosciuto. Via via che se ne raccontano le sorti e le vicende, in uno scenario quasi pirandelliano di asserzioni e di smentite, affiora una figura di donna talmente potente, convincente e toccante, che poco importa se il mafioso abbia o meno i tratti consunti dell'uomo d'onore tante volte propinatici. La lettura di questo romanzo provoca sensazioni piacevoli di intima soddisfazione, esperienza certamente inconsueta con la nostra letteratura, un delizioso, raro esercizio del gusto e della intelligenza, un finissimo gioco a nascondere, tanto che la descrizione della Mennulara è fatta così bene e soprattutto il piccolo paese che ruota attorno al mistero della sua misera vita, dove appaiono gioie e dolori, mentre il linguaggio è particolare: nei dialoghi si sente il modo di parlare dei siciliani, ma soprattutto il loro carattere.

    said on 

  • 4

    Testo piacevolmente scritto e storia intrigante. Ci si affeziona velocemente e facilmente ai personaggi. Unica nota dolente è forse che il finale si dipana troppo velocemente lasciando un leggero sens ...continue

    Testo piacevolmente scritto e storia intrigante. Ci si affeziona velocemente e facilmente ai personaggi. Unica nota dolente è forse che il finale si dipana troppo velocemente lasciando un leggero senso di amarezza.

    said on 

  • 4

    PROFUMO DI FILOMENA

    ricorda le commedie di Edoardo de Filippo, Filomena Marturano in special modo condito con aroma di sicilia.
    Una lettura molto piacevole!

    said on 

  • 0

    Molto colore siciliano, alla Camilleri, per una storia interessante e accattivante, ben raccontata.
    Non siamo di fronte alla letteratura maiuscola ma la lettura è piacevole.

    said on 

  • 4

    Un personaggio che non c'è mai, in tutto il racconto, ma che rivive attraverso le storie e i ricordi di quella che l'hanno conosciuta, questa Mennulara.
    Con pazienza, pagina dopo pagina, da una inizia ...continue

    Un personaggio che non c'è mai, in tutto il racconto, ma che rivive attraverso le storie e i ricordi di quella che l'hanno conosciuta, questa Mennulara.
    Con pazienza, pagina dopo pagina, da una iniziale antipatia e diffidenza verso di lei, si passa ad apprezzarla, a stimarla e poi ad immedesimarsi in una donna coraggiosa, forte, innamorata e silenziosa.
    In un epoca in cui le donne non potevano permettersi di essere intelligenti, la sua furbizia resta "di nascosto".
    Brava la Agnello Hornby. Lo consiglio vivamente.

    said on 

Sorting by