Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La meravigliosa utilità del filo a piombo

By Paolo Nori

(240)

| Softcover | 9788871685878

Like La meravigliosa utilità del filo a piombo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Cosa ci vuole per scrivere?
Magari è un problema di braghe. Se ti sei macchiato le braghe e quelle che ti ha prestato tuo fratello sono troppo grandi, ti scendono, finisce che passi il tempo a tirarle su. Se le braghe cinesi che hai comprato per c Continue

Cosa ci vuole per scrivere?
Magari è un problema di braghe. Se ti sei macchiato le braghe e quelle che ti ha prestato tuo fratello sono troppo grandi, ti scendono, finisce che passi il tempo a tirarle su. Se le braghe cinesi che hai comprato per cinque euro alla bancarella ti sembrano strane, non fai che guardare come ti stanno in tutte le vetrine e gli specchi. E non ti resta il tempo di tirar fuori il taccuino per scrivere quello che vedi. Ecco, per scrivere, è meglio stare nelle proprie braghe.
E dove si scrive?
A casa tua, accerchiato da boscaioli che potano alberi con la motosega mentre tu cerchi di concentrarti, e ti fanno venire un nervoso che va ancora bene che non succede niente di brutto. Su treni che procedono con andamento che da dentro sembra rettilineo e uniforme, e a casa di Flavio, con le voci che ti chiamano dalla strada, e scopri che ce l'hanno proprio con te.
E cosa si scrive?
Si scrive dei bicchieri infrangibili, che avevano quel nome presuntuoso e così bello, e cosa avrà fatto il primo che ha visto un bicchiere infrangibile andare in mille pezzi, avrà telefonato a qualcuno?
Si scrive di canzoni che in Italia non canteresti nemmeno se ti pagassero, e che in Unione Sovietica in cucine strettissime davanti a una vodka due cetrioli e un pane nero le canti con tanto piacere che quasi vorresti diventassero l'inno nazionale.
Poi si prendono tanti treni, si va dove ci chiamano, si legge ad alta voce con leggero accento emiliano. Si supera il riserbo istintivo, la timidezza, per il piacere che succeda qualcosa, tra le parole e la voce, tra le parole e la musica, che siano percussioni, clarinetti, il canto delle mondine.
Che succeda qualcosa con i lettori che ascoltano, che sentono le parole e l'emozione e la sincerità di chi si espone senza esibirsi mai.
Per dire che è stato bello, che c'era tanta gente, che si è stati bene.

29 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 3 people find this helpful


    "La filosofia dello stato, la sua etica - per non dire la sua estetica - sono sempre ieri. La lingua e la letteratura sono sempre oggi, e spesso domani".

    Iosif Brodskij

    Is this helpful?

    Sidner said on Feb 17, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Paolo Nori, insieme a Viktor Pelevin, è stato la scoperta letteraria del 2013. Ma. MA. Ma questo libro (anzi, questa raccolta di discorsi, cosa non specificata né in quarta di copertina né altrove e cosa che mi avrebbe fatta parecchio arrabbiare se a ...(continue)

    Paolo Nori, insieme a Viktor Pelevin, è stato la scoperta letteraria del 2013. Ma. MA. Ma questo libro (anzi, questa raccolta di discorsi, cosa non specificata né in quarta di copertina né altrove e cosa che mi avrebbe fatta parecchio arrabbiare se avessi comprato il volume) è deludente.

    Nori mi piace, e parecchio, ma non è un buon motivo per assemblare senza discernimento dei pezzi (o meglio, se il discernimento c'era, io non l'ho capito).

    Utile per trovare nuove letture, però!(non pensate male! Per la quantità di autori che cita e che adesso esplorerò ;))

    Is this helpful?

    claudia said on Jun 5, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Un uomo libero quando è sconfitto non dà la colpa a nessuno"

    josif brodskij

    Is this helpful?

    Teresa Trafeli said on Feb 3, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "A me è successo, come a tutti, di andare a dei matrimoni. Tutti questi matrimoni a cui sono andato, li ricordo tutti, tranne uno, come delle esperienze faticosissime.
    Ma perché ci mettono tanto tra l'antipasto e il primo? O forse quello là non era l ...(continue)

    "A me è successo, come a tutti, di andare a dei matrimoni. Tutti questi matrimoni a cui sono andato, li ricordo tutti, tranne uno, come delle esperienze faticosissime.
    Ma perché ci mettono tanto tra l'antipasto e il primo? O forse quello là non era l'antipasto era il primo? E allora perché ci mettono tanto tra il primo e il secondo? E perché la gente è vestita così? E perché io sono vestito così? E chi sono questi qui, seduti di fiancoame? Ma che discorsi fanno? E cosa mi interessano, a me, questi discorsi? E cosa interessano, a loro, i miei? E perché questa musica così alta? E chi è che ha scelto queste canzoni? E perché non ci dan niente da mangiare? E perché c'è così tanto da bere? E cosa vuol dire millesimato? E così via."

    Ma il libro non parla di matrimoni.

    Is this helpful?

    Lindalov said on Jan 21, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    eccezziunale veramente

    Is this helpful?

    Patty said on Nov 12, 2012 | 1 feedback

Book Details

  • Rating:
    (240)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Softcover 197 Pages
  • ISBN-10: 8871685873
  • ISBN-13: 9788871685878
  • Publisher: Marcos y Marcos (Gli alianti, 189)
  • Publish date: 2011-03-24
Improve_data of this book

Groups with this in collection

Margin notes of this book