Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La metamorfosi

e tutti i racconti pubblicati in vita

Di

Editore: Feltrinelli

4.1
(525)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 304 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8807820226 | Isbn-13: 9788807820229 | Data di pubblicazione:  | Edizione 11

Genere: Fiction & Literature , Philosophy , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La metamorfosi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Sinceramente me l'aspettavo molto diverso, forse ho fantasticato troppo a riguardo o forse, ancora, avevo io aspettative troppo alte, in ogni caso è un bel libro che va comunque letto e riletto.

    ha scritto il 

  • 4

    "Quando Gregor Samsa si svegliò una mattina da sogni inquieti, si trovò trasformato nel suo letto in un immenso insetto."

    L'alienazione, la solitudine, il difficile rapporto padre/figlio, l'emarginazione del diverso ma anche le regole inculcate dalla società e dal pensiero comune (Gregor infatti quando si sveglia mutato in insetto non prova terrore per la sua nuova condizione ma pensa unicamente al modo di alzarsi d ...continua

    L'alienazione, la solitudine, il difficile rapporto padre/figlio, l'emarginazione del diverso ma anche le regole inculcate dalla società e dal pensiero comune (Gregor infatti quando si sveglia mutato in insetto non prova terrore per la sua nuova condizione ma pensa unicamente al modo di alzarsi dal letto per non arrivare in ritardo al lavoro): questi i temi cari a Kafka e affrontati nella Metamorfosi, racconto straordinario e di un'attualità sconvolgente. Capolavoro che merita 5 stelline piene. Il resto della raccolta alterna racconti altrettanto belli (a mio avviso su tutti "Nella colonia penale", "Il verdetto" e "Primo dolore") ad altri in cui personalmente ho faticato a ravvisare un significato e che ho trovato un po' inconcludenti. Quattro stelline totali e primo approccio con Kafka assolutamente coinvolgente.

    ha scritto il 

  • 5

    Il verdetto ***** La metamorfosi ***** Un medico condotto **** Un digiunatore ****

    Contemplazione *** Nella colonia penale *** Il fuochista ** racconti su rivista *** (Il cavaliere del secchio +)

    ha scritto il 

  • 3

    Enigmatico

    E' stata sicuramente una mia carenza il fatto di aver cominciato a leggere Kafka senza sapere nulla di lui e di quello che ha fatto. Secondo me questo non mi ha aiutato ad interpretare i messaggi che l'autore voleva far trapelare e le sue parole mi sono spesso rimaste enigmatiche. Non posso dire ...continua

    E' stata sicuramente una mia carenza il fatto di aver cominciato a leggere Kafka senza sapere nulla di lui e di quello che ha fatto. Secondo me questo non mi ha aiutato ad interpretare i messaggi che l'autore voleva far trapelare e le sue parole mi sono spesso rimaste enigmatiche. Non posso dire che non sia bello (per quanto, data la sua natura di raccolta di novelle non si presta positivamente al mio giudizio assetato di ampi respiri), se non altro perché è palese che ci sia qualcosa sotto e costringe il lettore ad una concentrazione elevata per scavare sotto le parole. Ahimè, io non ce l'ho fatta, non ho trovato nulla. E' qualcosa che dovrò in futuro rivalutare dopo essermi fatto una cultura sull'autore

    ha scritto il 

  • 5

    Se un mattino vi svegliaste e vi ritrovaste ad essere uno scarafaggio, cosa pensereste? Probabilmente a come fare a tornare umani, ammesso che non cadiate immediatamente preda del panico. Gregor invece ha ben altri pensieri! Deve alzarsi, in qualche modo, ed andare alla svelta a lavoro! Quando Pl ...continua

    Se un mattino vi svegliaste e vi ritrovaste ad essere uno scarafaggio, cosa pensereste? Probabilmente a come fare a tornare umani, ammesso che non cadiate immediatamente preda del panico. Gregor invece ha ben altri pensieri! Deve alzarsi, in qualche modo, ed andare alla svelta a lavoro! Quando Plauto per la prima volta usò il termine "tragicommedia" coniò la definizione che più si addice a questo racconto. La situazione del povero Gregor ci induce a simpatizzare con lui e a provare anche un po' pena per le sue sventure. Lasciatevelo dire, è proprio strano ritrovarsi ad avere a cuore la sorte di uno scarafaggio!

    ha scritto il 

  • 2

    Non essendo un amante del linguaggio allegorico ed amando, soprattutto nella lettura, la concretezza più assoluta, l'ho trovato assolutamente noioso e privo di significato! Magari se l'avessi studiato avrei saputo apprezzarlo, ma come lettura in se non ne è valsa la pena.

    ha scritto il 

  • 3

    Non avendo trovato l'edizione singola, ho dovuto ripiegare su questa ma comunque il giudizio va solo al racconto madre che comunque non mi ha convinto...mi è quasi venuto da dire alla fine "e quindi?!"

    ha scritto il