La metamorfosi

Testo tedesco a fronte

Di

Editore: Rizzoli (BUR Bilingue)

4.0
(11151)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 155 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Chi semplificata , Portoghese , Spagnolo , Tedesco , Francese , Ceco , Catalano , Giapponese , Olandese , Turco , Farsi , Greco , Basco , Svedese , Russo , Esperanto

Isbn-10: 8817120383 | Isbn-13: 9788817120388 | Data di pubblicazione:  | Edizione 15

Traduttore: Anita Rho ; Prefazione: Giuliano Baioni

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , Copertina rigida , Copertina morbida e spillati , CD audio

Genere: Narrativa & Letteratura , Filosofia , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La metamorfosi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Se ci si sofferma solo sul racconto in sé la prima impressione è quella di stupore per la reazione dei famigliari di Gregor che non si "scompongono", nel senso che non provano pietà per ciò che gli è ...continua

    Se ci si sofferma solo sul racconto in sé la prima impressione è quella di stupore per la reazione dei famigliari di Gregor che non si "scompongono", nel senso che non provano pietà per ciò che gli è successo e non pensano a come aiutarlo, ma al contrario ne sono inorriditi e pensano piuttosto a come tirare avanti senza di lui.
    Certo è che il testo ha un significato più ampio soprattutto in riferimento al periodo storico in cui è stato scritto, ed esprime la diffidenza e lo scetticismo nei confronti dei cambiamenti che stavano avvenendo ad inizio novecento, oltre che la non accettazione del nuovo che stava avanzando con il capovolgimento dei valori e dei principi su cui si era sempre basata la società ottocentesca.

    ha scritto il 

  • 1

    Lessi Kafka obbligata dalla mia prof di liceo anni e anni fa, rimanendone disgustata. L'ho riletto qualche settimana fa e la mia idea non è cambiata, anche se ci speravo. Niente, non riesco a farmelo ...continua

    Lessi Kafka obbligata dalla mia prof di liceo anni e anni fa, rimanendone disgustata. L'ho riletto qualche settimana fa e la mia idea non è cambiata, anche se ci speravo. Niente, non riesco a farmelo piacere, è più forte di me e anche la sua scrittura mi lascia basita.

    ha scritto il 

  • 1

    orribile!!!

    Si, è proprio una strana sensazione che lasciano addosso le pagine di questo libro dopo averle lette...Perchè in questo famoso racconto di Kafka, il ribrezzo e il disgusto nasce dalla descrizione di ...continua

    Si, è proprio una strana sensazione che lasciano addosso le pagine di questo libro dopo averle lette...Perchè in questo famoso racconto di Kafka, il ribrezzo e il disgusto nasce dalla descrizione di questo uomo -insetto...Lo scarafaggio, come tutta la storia del resto, deve essere considerata in senso allegorico, ma il problema è che (per me) la storia è stata illeggibile, una vera tortura. Si descrivono tutti i minimi particolare di azioni alquanto stupide ma non ci si sofferma abbastanza sulla cosa essenziale: i sentimenti di Gregorio al mattino, dopo aver visto il suo corpo trasformato radicalmente!
    Manca il cuore del libro, praticamente!

    ha scritto il 

  • 3

    una seconda lettura dopo anni, con più consapevolezza e l'aiuto prezioso dell'introduzione di Giuliano Baioni che svela un attualissimo significato della metafora: il conflitto tra generazioni, la dip ...continua

    una seconda lettura dopo anni, con più consapevolezza e l'aiuto prezioso dell'introduzione di Giuliano Baioni che svela un attualissimo significato della metafora: il conflitto tra generazioni, la dipendenza dalla famiglia che nega la libertà, l'indipendenza e l'autonomia, "soffoca la libera formazione con l'egoismo oppressivo di un amore assurdo".

    ha scritto il 

  • 5

    Da fine psicologo, l'autore, mette in risalto tutti i passaggi che avvengono in una persona, il protagonista, poi nei suoi familiari quando il loro congiunto, che fino ad allora è sempre stato un indi ...continua

    Da fine psicologo, l'autore, mette in risalto tutti i passaggi che avvengono in una persona, il protagonista, poi nei suoi familiari quando il loro congiunto, che fino ad allora è sempre stato un individuo utile e si è sempre comportato come gli altri volevano e si aspettavano da lui (ovviamente senza un briciolo di riconoscenza), è divenuto per un qualche accadimento, una persona che non può più adempiere ai suoi doveri, non perché non voglia ma perché non può: questi comincia a sentirsi di troppo e pian piano comincia a essere sempre più a disagio fino a lasciarsi morire, i familiari diventano sempre più insofferenti e dimentichi di tutto ciò che il poveretto è stato/ha fatto per loro.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi colpisce il ribrezzo e il disgusto che nasce dalla descrizione di questo insetto. E mi colpisce che evidentemente spesso riusciamo a sentirci così...Chissà come è stato per il grande Kafka scriverl ...continua

    Mi colpisce il ribrezzo e il disgusto che nasce dalla descrizione di questo insetto. E mi colpisce che evidentemente spesso riusciamo a sentirci così...Chissà come è stato per il grande Kafka scriverlo, se sia stato per lui liberatorio o se invece si è fatto insetto mille altre volte...

    ha scritto il 

Ordina per