Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La mia famiglia e altri animali

Di

Editore: Adelphi (Gli Adelphi; 7)

4.1
(2786)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 352 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Catalano , Tedesco

Isbn-10: 8845907333 | Isbn-13: 9788845907333 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Adriana Motti

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati , Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , Humor , Science & Nature

Ti piace La mia famiglia e altri animali?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
«Questa è la storia dei cinque anni che ho trascorso da ragazzo, con la mia famiglia, nell’isola greca di Corfù. In origine doveva essere un resoconto blandamente nostalgico della storia naturale dell’isola, ma ho commesso il grave errore di infilare la mia famiglia nel primo capitolo del libro. Non appena si sono trovati sulla pagina non ne hanno più voluto sapere di levarsi di torno, e hanno persino invitato i vari amici a dividere i capitoli con loro»: con queste parole, dove già traspare la sua accattivante ironia, Gerald Durrell presenta questo libro, uno dei più universalmente amati che siano comparsi in Inghilterra negli ultimi anni. Non sono soltanto memorie, né soltanto osservazioni di storia naturale, sembra avvertirci discretamente Durrell – e aspetta che il lettore si inoltri nel libro perché scopra da solo che cosa è veramente: la storia di un Paradiso Terrestre, e di un ragazzo che vi scorrazza instancabile, curioso di scoprire la vita (che per lui, futuro illustre zoologo, è soprattutto la natura e gli animali), passando anche attraverso avventure, tensioni, turbamenti, tutti però stemperati in una atmosfera di tale felicità che il lettore ne viene fin dalle prime pagine contagiato.
Ordina per
  • 4

    Sto attraversando un periodo di stanchezza e anche la lettura mi risulta faticosa. Questo libro, che consiglio a tutti ma soprattutto ai ragazzi dai 10 anni in su, ha avuto il merito di farsi leggere con facilità senza troppe pretese. Le parti che ho amato di più sono quelle in cui vengono descri ...continua

    Sto attraversando un periodo di stanchezza e anche la lettura mi risulta faticosa. Questo libro, che consiglio a tutti ma soprattutto ai ragazzi dai 10 anni in su, ha avuto il merito di farsi leggere con facilità senza troppe pretese. Le parti che ho amato di più sono quelle in cui vengono descritte le avventure della famiglia Durrell, una famiglia decisamente fuori dal comune, con una madre svampita al punto giusto, un fratello maggiore decisamente insopportabile, uno medio un po' monotematico, una sorella alquanto vacua e infine Gerry, silenzioso, attento e curioso di tutto quello che si muove nella straordinaria terra di Corfù, nei suoi stagni, nelle sue polle d'acqua salata, nei suoi giardini e nei suoi cieli sgargianti.
    L'ho apprezzato di più all'inizio, poi verso la fine mi sono un po' annoiata ma resta comunque un' ottima lettura.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro che consiglio soprattutto a chi ama la natura, poiché all'interno spopola, sia come fauna che come flora. Difatti non manca la perenne atmosfera della semplicità campagnola e della sua poesia.
    Ma quello che più mi ha appassionata, oltre al piccolo Gerry che soleva andare a caccia di v ...continua

    Libro che consiglio soprattutto a chi ama la natura, poiché all'interno spopola, sia come fauna che come flora. Difatti non manca la perenne atmosfera della semplicità campagnola e della sua poesia.
    Ma quello che più mi ha appassionata, oltre al piccolo Gerry che soleva andare a caccia di vita da scoprire, è stata questa esilarante famiglia che mi ha strappato moltissime risate!
    Ognuno con una propria peculiarità e un modo di fare così sciolto e spontaneo che non dispiacersi di non appartenere alla combriccola riesce difficile.
    Simpatici anche i vari personaggi che fanno capolino fra i capitoli. Ognuno di loro caratteristico nel suo genere.

    ha scritto il 

  • 3

    Queste sono tre stelle che valgono quattro, perché sono io che che valgo tre stelle. Nel senso che l'ho letto nella scorsa settimana che di voglia di leggere ne avevo zero o anche meno. Capita, no, a volte, di passare quei periodi in cui abbiamo voglia di far tutto fuorché di leggere e quindi, qu ...continua

    Queste sono tre stelle che valgono quattro, perché sono io che che valgo tre stelle. Nel senso che l'ho letto nella scorsa settimana che di voglia di leggere ne avevo zero o anche meno. Capita, no, a volte, di passare quei periodi in cui abbiamo voglia di far tutto fuorché di leggere e quindi, quel tutto, è proprio quello che bisognerebbe fare.
    Io, invece, mi sono ostinata ad aprire il libro e ad andare avanti per inerzia, apprezzando solo a metà le avventure di questa buffa e stramba famiglia, con i loro animali e i loro caratteri estremizzati ma stupendi proprio per questo.
    Certo, a volte le descrizioni della natura e degli animali che fa il piccolo Gerry risultano un po' lunghe, ma tutto sommato, nel complesso del romanzo, stanno bene e sono perfette così come sono.

    ha scritto il 

  • 4

    La comicità del racconto rende piacevole la lettura dalla prima all'ultima pagina, ma questo libro richiede un requisito essenziale: considerare con affetto l'occhio clinico del naturalista e il suo sdilinquirsi per cose che ai più farebbero venire i brividi.

    ha scritto il 

  • 2

    Insetti sotto vetro per Gerry e famiglia

    Non si può dire che questo diario mediterraneo di un ragazzino amante degli insetti e della natura sia proprio formidabile.
    Anche se si vuole premiarne la franchezza e la simpatia, per quanto godibile in alcuni punti, non fa certo stramazzare a terra dal ridere. Se lo si vuole considerare c ...continua

    Non si può dire che questo diario mediterraneo di un ragazzino amante degli insetti e della natura sia proprio formidabile.
    Anche se si vuole premiarne la franchezza e la simpatia, per quanto godibile in alcuni punti, non fa certo stramazzare a terra dal ridere. Se lo si vuole considerare come un romanzo descrittivo per ragazzi, molto bene: ne ho letti di migliori. Ma non sono riuscita nemmeno a terminarlo e questo la dice lunga su quanto l'abbia trovato interessante e avvincente.

    ha scritto il 

  • 4

    Molto carino, e pieno di ironia e di un amore e di una curiosità spropositati per la natura e i suoi misteri.


    La famiglia (molto allargata) con i suoi personaggi e le sue disavventure ruba la scena a tutto il resto, ed è un bene, dato che le parti dedicate al mondo naturale, pur benissimo ...continua

    Molto carino, e pieno di ironia e di un amore e di una curiosità spropositati per la natura e i suoi misteri.

    La famiglia (molto allargata) con i suoi personaggi e le sue disavventure ruba la scena a tutto il resto, ed è un bene, dato che le parti dedicate al mondo naturale, pur benissimo scritte, sono a volte noiosette.

    Resta comunque un bel ritratto di famiglia inglese con eccentricità, e di una Grecia che non c'è più, purtroppo.

    ha scritto il 

  • 4

    Gradevole, molto british old style. Le 5 stelline non le ha guadagnate perché la narrazione naturalistica, ben scritta, coinvolgente, per me è stata leggermente troppo lunga... Ma sono consapevole che il limite risiede nella mia scarsa empatia con gli insetti!

    ha scritto il 

Ordina per