La mia maledizione

Voto medio di 72
| 24 contributi totali di cui 18 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
L'adolescenza è il tempo in cui si misurano gli spazi: del mondo fuori e dentro di sé. Ecco il motivo per cui Emilio si aggira per Nuoro sentendosi una "creatura di un mondo diverso gettata per palese ingiustizia in un ricettacolo di barbarie". Forse ...Continua
Federica Mereu
Ha scritto il 29/03/16
Sardo.

Doloroso.

Gabrilù
Ha scritto il 07/02/15
Un argomento che credo tocchi il cuore e la mente di tutti noi, se ripensiamo alla nostra adolescenza e alle amicizie, che in un modo o nell'altro hanno lasciato il segno nelle nostre esperienze future.. un bel romanzo, toccante, crudo e vero, dove i...Continua
Aria Saracena
Ha scritto il 06/11/14
De Roma mi è stato consigliato da Hilarius, un anobiano sardo. Forse questo è l’unico suo romanzo che parla della Sardegna, quella dell’interno, quella vera, come ritengono alcuni, quella che non è scesa a patti con i conquistatori, quella forse meno...Continua
Remedios
Ha scritto il 04/11/14
Proprio bello questo piccolo romanzo di formazione, scritto oltretutto in maniera molto poetica. Mi ha colpito positivamente la mancanza di retorica dei luoghi comuni: non c'è buonismo e non c'è salvezza in questa piccola lotta di classe, ma solo tan...Continua
Angelo
Ha scritto il 17/09/14
La mia maledizione
Primo impatto con questo autore, che non conoscevo, più che positivo! Evidentemente ho sintonia con gli scrittori sardi di cui in questo ultimo anno ho letto molto e sempre bene! Anche in questo romanzo di Alessandro De Roma ho ritrovato volti già co...Continua

Remedios
Ha scritto il Nov 09, 2014, 15:13
Ed era davvero un peccato che noi uomini non fossimo in tutto e per tutto come gli alberi, nudi e chiari fin nelle radici: nelle fonti del sostentamento come in tutte le pieghe dell'anima, sempre intenta a cercare il cielo. Perché quel cielo dal qual...Continua
Pag. 155
Angelo
Ha scritto il Sep 13, 2014, 21:14
...proprio come se la vita non fosse, nel suo insieme, che una corsa frenetica e inutile che però bisogna correre tutta fino in fondo, per giungere, alla fine in un luogo nel quale si possono con distacco disprezzare tutte le imprese portate a compim...Continua
Pag. 125
Angelo
Ha scritto il Sep 13, 2014, 21:06
e credo sia poi proprio per questo che esistano le segretarie, e che anzi aumentino di numero e imponenza man mano che gli uomini e le donne d'affari crescono di grado, allontanando da sé, grazie alle sfere segretariali, l'idea che il successo possa...Continua
Pag. 117
Angelo
Ha scritto il Sep 13, 2014, 20:59
...per lui la fine degli studi era stata una vera liberazione e non c'era nulla che gli avesse procurato tanta infelicità come la scuola, che, sebbene abbia per scopo principale quello di aiutare gli esseri umani a costruire la propria vita, è fin tr...Continua
Pag. 80
Angelo
Ha scritto il Sep 13, 2014, 14:49
È curioso che, per imparare a vivere, occorra innanzitutto saper rinunciare a una gran parte della propria vitalità.
Pag. 66

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi