Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La mia sinistra

Rigenerare la speranza

Di

Editore: Erickson

3.8
(5)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 252 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8861377505 | Isbn-13: 9788861377509 | Data di pubblicazione: 

Genere: Political

Ti piace La mia sinistra?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Una nuova Sinistra

    Il libro che oggi vado a suggerirvi è “La mia Sinistra” di Edgar Morin, sociologo e filosofo francese che in maniera piuttosto trasversale affronta tutta una serie di temi per lui fondamentali se si vuole tornare a parlare di Sinistra.
    Quando ho iniziato questo libro, non sapevo bene cosa aspetta ...continua

    Il libro che oggi vado a suggerirvi è “La mia Sinistra” di Edgar Morin, sociologo e filosofo francese che in maniera piuttosto trasversale affronta tutta una serie di temi per lui fondamentali se si vuole tornare a parlare di Sinistra. Quando ho iniziato questo libro, non sapevo bene cosa aspettarmi. Molto filosofico, molto concettuale sin dalla prefazione di Nichi Vendola quindi potete capire in maniera abbastanza intuitiva come è scritto. Anche la postfazione di Ceruti non scherza, ma almeno sai di essere quasi sul finire. Comunque, è un bel libro. Difficile, ma è un bel libro. La fortuna, se vogliamo considerarla tale, è che tutta l’opera oltre che essere suddivisa in Macro Sezioni a sua volta è composta da diversi “articoli”. Tanto per capirci, la Macro Sezione “Pensiero” offre undici testi in novanta pagine quindi uno se vuole leggere qualcosa senza lasciare il capitolo in sospeso non fa molta fatica. Comunque i temi sono racchiusi per l’appunto in due Macro Sezioni : Pensiero e Mondialità. Nell prima vi sono testi più o meno vari che spaziano dal concetto di “progresso” a quello di “solidarietà” mentre nella seconda si parla di ecologia, europa, società ecc. Non è un saggio di politica, anzi, e questo ci tengo a sottolinearlo. Molte posizioni a mio avviso sono difficilmente applicabili o condivisibili, in virtù anche dell’approccio filosofico utilizzato. Restano comunque spunti, idee, punti di vista che oltre ad ampliare gli orizzonti di chi legge contribuiscono ad alimentare un dibattito culturale che – ed è inutile nasconderlo- oramai a sinistra del centro è all’ordine del giorno.

    ha scritto il 

  • 4

    essendo un libro di raccolta di alcuni scritti di Morin ha un suo valore "storico"...negli anni '90 ha anticipato alcune cose che poi sono avvenute dopo il 2000....comunque sempre un grande di riferimento......

    ha scritto il