Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La miglior vendetta

By Elizabeth George

(219)

| Mass Market Paperback | 9788846203182

Like La miglior vendetta ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Riunita nel castello di Westerbrae, una compagnia teatrale londinese si appresta a leggere un nuovo testo. Ma sopo una serata tempestosa, punteggiata da litigi, Joy Sinclair, la bellissima autrice, viene trovata morta nel suo letto, uccisa con un pug Continue

Riunita nel castello di Westerbrae, una compagnia teatrale londinese si appresta a leggere un nuovo testo. Ma sopo una serata tempestosa, punteggiata da litigi, Joy Sinclair, la bellissima autrice, viene trovata morta nel suo letto, uccisa con un pugnale che le ha trapassato il collo.
Per i poliziotti di quel tranquillo angolo di Scozia è un caso troppo delicato: a essere coinvolte sono personalità del mondo teatrale e personaggi di alto rango.
Così in tutta fretta New Scotland Yard manda a Westerbrae l'ispettore Thomas Lynley, affiancato dal sergente Barbara Havers. Per Lynley il delitto assume subito i contorni di un incubo: tra gli ospiti del castello c'è Helen Clyde, la donna di cui è innamorato. Lottando contro la gelosia che rischia di annebbiare la sua lucidità mentale e il suo acume investigativo, Lynley si ritrova nell'occhio di un ciclone, in cui turbinano vecchi scandali di famiglia, inesorabili rivalità professionali, scoperte sconcertanti.
Perché il movente di quel delitto affonda le sue radici nel passato di molti degli ospiti di Westerbrae...

83 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Ha scritto di meglio.

    Nonostante la passione bruciante per la George, questo non mi è proprio piaciuto. Troppi personaggi, troppa confusione, pochissima suspense, pochissima romance. Pazienza. Resta comunque una grande. Questo libro semplicemente non le è venuto bene. Cap ...(continue)

    Nonostante la passione bruciante per la George, questo non mi è proprio piaciuto. Troppi personaggi, troppa confusione, pochissima suspense, pochissima romance. Pazienza. Resta comunque una grande. Questo libro semplicemente non le è venuto bene. Capita. O per lo meno: a me non è piaciuto. Poco male. Ci sono ancora tutti gli altri.

    Is this helpful?

    Clara Mazzi said on Jul 28, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Terzo libro della George, forse quello che mi ha appassionato di più. L'ambientazione scozzese era affascinante, ma gli ingranaggi del teatro, delle famiglie e dei tradimenti hanno reso tutto ancora più eccitante e coinvolgente. Mi sono divertita a s ...(continue)

    Terzo libro della George, forse quello che mi ha appassionato di più. L'ambientazione scozzese era affascinante, ma gli ingranaggi del teatro, delle famiglie e dei tradimenti hanno reso tutto ancora più eccitante e coinvolgente. Mi sono divertita a studiare gli indizi per anticipare Linley, ma certi risvolti sono stati proprio inaspettati.
    Alla fine sono rimasta un po' male nel scoprire l'assassino... io mi ero fatta tutta un'altra idea!

    Is this helpful?

    RobyGranger (scambio cartacei) said on Jul 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sul fatto di creare trame intricate la George è una maestra. Certo farlo introducendo un'infinità di personaggi non è il modo migliore, ma l'autrice si districa bene nel tratteggiare le diverse personalità di ognuno. Unica nota dolente: la conclusion ...(continue)

    Sul fatto di creare trame intricate la George è una maestra. Certo farlo introducendo un'infinità di personaggi non è il modo migliore, ma l'autrice si districa bene nel tratteggiare le diverse personalità di ognuno. Unica nota dolente: la conclusione, mi è sembrato che il colpevole sia stato scelto a caso dal mazzo...

    Is this helpful?

    Gabrimu said on Dec 2, 2013 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    L’ho trovato decisamente macchinoso, soprattutto all’inizio fatica ad ingranare.

    L’idea di un omicidio che avviene all’interno di un maniero scozzese isolato è senz’altro accattivante: una compagnia teatrale vi si riunisce per leggere il copione di ...(continue)

    L’ho trovato decisamente macchinoso, soprattutto all’inizio fatica ad ingranare.

    L’idea di un omicidio che avviene all’interno di un maniero scozzese isolato è senz’altro accattivante: una compagnia teatrale vi si riunisce per leggere il copione di un nuovo spettacolo, ma l’autrice Joy Sinclair viene brutalmente accoltellata la notte successiva alla lettura. I personaggi sono troppi, tutti imparentati tra loro e forse anche poco definiti, tanto che confondevo le varie testimonianze (ad un certo punto mi è sembrato che tutti avessero trascorso una parte della notte nella camera di Joy!)
    Due moventi diversi e possibili, anche se, almeno uno, secondo me è decisamente forzato.

    Le indagini sono naturalmente assegnate all’ispettore Thomas Lynley, in questo caso abbondantemente manovrato dai suoi superiori a Scotland Yard, i quali lo ritengono adatto ad investigare con “delicatezza” su Lord Stinthurst, uno dei sospettati dell’omicidio: ben lungi dal trovarlo affascinante con le sue origini nobili che lui vive angosciosamente come un peso, lo trovo pedante e noioso. Tra l’altro in questo romanzo Lynley è particolarmente ottuso a causa della sua gelosia verso Lady Helen, che lo porta a intestardirsi nelle sue ricerche a senso unico verso un solo indiziato. Molto meglio il sergente Havers (se non ci fosse lei, a prendere in mano un paio di volte le indagini…) e Simon St. James, il mio preferito.

    E' il secondo romanzo della George che leggo, è ancora non ho capito se mi piace oppure no.

    Is this helpful?

    Mother Superior said on Oct 22, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La miglior vendetta

    Il secondo romanzo della George mi ha colpita decisamente più del primo! mi ha tenuta col fiato sospeso dall'inizio alla fine, e ha portato, fra l'altro, ad interessanti sviluppi nella vicenda Linley-helen :) questo si che è un giallo degno di tal no ...(continue)

    Il secondo romanzo della George mi ha colpita decisamente più del primo! mi ha tenuta col fiato sospeso dall'inizio alla fine, e ha portato, fra l'altro, ad interessanti sviluppi nella vicenda Linley-helen :) questo si che è un giallo degno di tal nome, consigliatissimo a tutti gli amanti del genere!

    Is this helpful?

    Giulia Hippa said on Oct 2, 2013 | Add your feedback

  • 5 people find this helpful

    Il tradimento come la peste si nutre di sangue.

    Lo avevo saltato, ero passata dal primo al terzo della serie che ha come protagonista l’ispettore Linley e il sergente Havers perché di questo me ne avevano parlato male o meglio mi avevano detto che era il meno riuscito. E fortuna che ho la capa tos ...(continue)

    Lo avevo saltato, ero passata dal primo al terzo della serie che ha come protagonista l’ispettore Linley e il sergente Havers perché di questo me ne avevano parlato male o meglio mi avevano detto che era il meno riuscito. E fortuna che ho la capa tosta e ho deciso di leggerlo lo stesso. Vero è che inizialmente l’ho preso un po’ con le molle, vero anche che ci mette un po’ ad ingranare per il gran numero di personaggi e la parentela che li lega, però una volta partita mi sono sentita risucchiare dallo stile della George che mi ha coinvolto completamente. Mi è piaciuta molto l’ambientazione in Scozia, mi è piaciuta la trama piuttosto contorta direi che cambia direzione e non si sa dove vuole andare a parare, mi è piaciuta l’idea del delitto a camera chiusa e mi è piaciuto cogliere il lato umano e la debolezza di Linley.
    Non c’è nessun crimine tanto esecrabile quanto un assassinio. Contamina e inquina, e nessuna vita che ne viene toccata, non importa quanto marginalmente, non potrà essere più la stessa

    Is this helpful?

    CriSting said on Aug 19, 2013 | 3 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book