Messina, 15 agosto 1839. In casa del maresciallo don Peppino Padellani di Opiri, fervono i preparativi per la festa dell’Assunzione della Vergine. È forse l’ultimo giorno sereno nella vita di Agata, innamorata del ricco Giacomo Lepre e da lui ... Continua
Ha scritto il 25/08/17
Bel libro, lettura piacevole e scorrevole.
La storia in sé non l'ho trovata particolarmente coinvolgente, ma la ricostruzione particolareggiata della vita monastica e dei conventi in quel periodo storico hanno catturato la mia immaginazione.
Ha scritto il 06/04/17
Romanzo storico che si svolge in un arco temporale che va dall’agosto 1839 all’aprile 1848 nel Regno delle Due Sicilie tra le città di Messina, Napoli e Palermo. Protagonista indiscussa è Agata della nobilissima casata dei Padellani Opiri la ..." Continua...
  • 2 mi piace
Ha scritto il 23/11/16
La triste storia di Agata
Messina, 15 agosto 1839. In casa del maresciallo Peppino Padellani di Opiri, fervono i preparativi per la festa dell'Assunzione della Vergine. È l'ultimo giorno sereno nella vita di Agata, innamorata del ricco Giacomo Lepre e da lui ricambiata. ..." Continua...
Ha scritto il 27/09/16
Troppo scontato e artefatto. Purtroppo per l'autrice, di recente ho letto/riletto I Vicerè di De Roberto e Storia di una capinera di Capuana. Che mancano -ovviamente- nell'elenco dei ringraziamenti finali...
Ha scritto il 14/09/16
SPOILER ALERT
In sè, la storia si lascia leggere risultando anche una gradevole parentesi tra le faccende quotidiane. Nella trama, tuttavia, ho trovato qualcosa di contorto e qualcosa di scontato, elementi che hanno reso, in definitiva, la narrazione poco ..." Continua...

Ha scritto il Nov 14, 2012, 13:56
Il discorso sugli italiani
Pag. 281
Ha scritto il Nov 14, 2012, 13:56
Abbassando gradualmente le proprie aspettative, si era abituata ai minuti grandi piaceri della clausura - le attese: se le uova nel nido di rondini della grondaia o il grappolo di boccioli di oleandro si sarebbero aperti; se a cena avrebbero servito ... Continua...
Pag. 166
  • 1 commento
Ha scritto il Nov 14, 2012, 13:54
Lo sfogliava, come faceva sempre. Ogni libro ha una sua identità e sue caratteristiche, e Agata aveva un rito per conoscerlo e amarlo. Dapprima lo guardava, osservava le scritte sul dorso, il colore e i disegni della carta incollata all'interno ... Continua...
Pag. 236
Ha scritto il Jun 25, 2012, 13:12
“Leopardi aveva ragione: gli italiani sono alla pari dei popoli piů progrediti tranne che per due aspetti fondamentali: l’alfabetizzazione e una totale confusione nelle idee.”
Pag. 221
Ha scritto il Jun 25, 2012, 13:12
Ogni libro ha una sua identità e sue caratteristiche, e Agata aveva un rito per conoscerlo e amarlo. Dapprima lo guardava, osservava le scritte sul dorso, il colore e i disegni della carta incollata all’interno della copertina, i caratteri e la ... Continua...
Pag. 184

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi