Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La mort d'en Bunny Munro

Per

Editor: Empúries

3.5
(602)

Language:Català | Number of Pàgines: 271 | Format: Mass Market Paperback | En altres llengües: (altres llengües) English , Italian , Spanish , Portuguese , Swedish , Polish

Isbn-10: 8497874226 | Isbn-13: 9788497874229 | Data publicació:  | Edition 1

Translator: David Fernàndez

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like La mort d'en Bunny Munro ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
"Una novel·la sensacional" Times Literary Suplement

Després de 20 anys de silenci literari, Nick Cave, referent musical del s.XX, torna amb una corrosiva faula moderna que promet ser tot un esdeveniment.

En una divertidíssima barreja de les millors novel·les de Bukowski, el Wilt de Tom Sharpe, les pel·lícules dels germans Coen més destraleres i les comèdies familiars agredolces de sobretaula, La mort d’en Bunny Munro és una novel·la esplèndida escrita per una de les icones de la música rock del darrer quart del segle XX. Quan la dona de Bunny Munro, venedor ambulant de cosmètics, se suïcida un vespre a casa seva davant del seu fill de nou anys, la vida d’en Bunny s’accelera en un cursa cap a l’evasió i l’autodestrucció. Deprimit per la mort de la dona i enfrontat per primera vegada a la seva condició de pare, en Bunny es precipita cap a un viatge sense retorn ple d’alcohol i de dones. Al seu costat, en Bunny Junior, fins ara tímid, emmarat i poruc, aprendrà la picardia del seu pare i les eines per sobreviure en un món brut i sòrdid com el nostre.

Sorting by
  • 3

    Poor Bunny...

    Ok, Nick Cave funziona meglio come songwriter che come romanziere, come mi dice qualche buon amico, ma io a Bunny mi ci sono un po' affezionato e mi sono trattenuto dal dargli quattro stelle, perchè son sempre indulgente con chi indugia nei suoi vizi. In fondo non è tutta colpa sua (tranne che pe ...continua

    Ok, Nick Cave funziona meglio come songwriter che come romanziere, come mi dice qualche buon amico, ma io a Bunny mi ci sono un po' affezionato e mi sono trattenuto dal dargli quattro stelle, perchè son sempre indulgente con chi indugia nei suoi vizi. In fondo non è tutta colpa sua (tranne che per la Punto gialla, quella non gliela perdono)...

    dit a 

  • 4

    nick cave mi ha stupito!

    non mi aspettavo un libro così! allucinato lo è, ma molto meno cupo di quanto ci si possa aspettare. tagliente e beffardo, talvolta si fa spazio un sentimento di angoscia per la sorte di questi insoliti personaggi. una bella sorpresa, uno di quei libri che provi a leggere, abbandoni dopo qualche ...continua

    non mi aspettavo un libro così! allucinato lo è, ma molto meno cupo di quanto ci si possa aspettare. tagliente e beffardo, talvolta si fa spazio un sentimento di angoscia per la sorte di questi insoliti personaggi. una bella sorpresa, uno di quei libri che provi a leggere, abbandoni dopo qualche capitolo e, dopo un tempo indefinito, li leggi tutti d'un fiato. a volte è il libro che sceglie quando, dove e come essere letto!

    dit a 

  • 1

    Gira a vuoto, senza sapere dove andare.

    Mi ha fatto sorridere il fatto che, tra i ringraziamenti, Cave si scusi con la Minogue e Avril Lavigne: si è accorto di averle sparate grosse.

    dit a 

  • 1

    Non so se riuscirò mai a finirlo…
    Cave sembra la brutta copia di Welsh.
    La storia è squallida e il protagonista pure, mi annoia a morte leggere di uno che continua a farsi le seghe.
    Bocciato!


    P.s. e poi che ansia, avrei voluto comprarglielo io il collirio a quel povero ragazzino. Cristo Sa ...continua

    Non so se riuscirò mai a finirlo… Cave sembra la brutta copia di Welsh. La storia è squallida e il protagonista pure, mi annoia a morte leggere di uno che continua a farsi le seghe. Bocciato!

    P.s. e poi che ansia, avrei voluto comprarglielo io il collirio a quel povero ragazzino. Cristo Santo!

    dit a 

  • 3

    Troppe aspettative legate alla stima che ho per il Nick Cave musicista, ma i pochi sprazzi di poesia (perlopiù concentrati nel finale e nel personaggio di Bunny Jr.) non bastano a salvare una storia sconclusionata e quasi morbosamente focalizzata sulla perenne erezione di uno sfigato con gli slip ...continua

    Troppe aspettative legate alla stima che ho per il Nick Cave musicista, ma i pochi sprazzi di poesia (perlopiù concentrati nel finale e nel personaggio di Bunny Jr.) non bastano a salvare una storia sconclusionata e quasi morbosamente focalizzata sulla perenne erezione di uno sfigato con gli slip zebrati. Che poi, boh, io sono un po' insofferente verso le redenzioni in punto di morte, ma questo è un altro paio di maniche.

    dit a 

  • 3

    Riposa in pace dolce coniglietto.

    Il tragicomico addio alla vita di un commesso viaggiatore erotomane (con una singolare passione per l'anatomia più nascosta di Avril Lavigne) e dedito al deboscio più selvaggio. Una storia di perdizione e redenzione non particolarmente originale ma senza dubbio efficace.

    dit a 

  • *** Aquest comentari conté spoilers! ***

    4

    Quando ho iniziato a leggere questo libro mi son detta semplicemente "Eccerto! Dopo Palahniuk e Bukowski, ci voleva proprio questo Cave!". E dire che a me Nick Cave piace un sacco, come cantante e poeta eh.
    L'ho abbandonato.
    Poi l'ho ripreso perché mi son detta "Ennò! Mica è possibile che uno scr ...continua

    Quando ho iniziato a leggere questo libro mi son detta semplicemente "Eccerto! Dopo Palahniuk e Bukowski, ci voleva proprio questo Cave!". E dire che a me Nick Cave piace un sacco, come cantante e poeta eh. L'ho abbandonato. Poi l'ho ripreso perché mi son detta "Ennò! Mica è possibile che uno scrive canzoni tanto belle e poi scaca con un libro!" (reduce però dal caso Giovanni Lindo Ferretti di cui sopra...). Insomma lo riprendo in mano e in men che non si dica il libro finisce, che tristume. Sì tristume perché è davvero un bel libro. Cosa c'è dentro: - Avril Lavigne e Kylie Minogue osannate da Bunny: sono i suoi sogni erotici ricorrenti! - L'America della periferia, quella dei disadattati, quella sporca dei motel. L'America vera, un mostro creato da progresso e benessere che l'Europa vuole ignorare. - Un bambino adulto che parla come un adulto. E pensa come un adulto.

    Ebbasta, non devo dirvi altro!

    dit a