Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La morte della Pizia

By Friedrich Dürrenmatt

(590)

| Paperback

Like La morte della Pizia ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

291 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Le vie del possibile sono infinite

    Bellissime riletture del mito di Edipo, talmente tante ipotesi da rimanere incerto di quale sia alla fine la verità, ma forse non serve saperla. Alla fine capisci che il mito più oscuro, macabro e incestuoso potrebbe essere semplicemente una serie di ...(continue)

    Bellissime riletture del mito di Edipo, talmente tante ipotesi da rimanere incerto di quale sia alla fine la verità, ma forse non serve saperla. Alla fine capisci che il mito più oscuro, macabro e incestuoso potrebbe essere semplicemente una serie di cause e conseguenze normali, con protagoniste persone normali, che vivono vicende normali. E allora comprendi quanto sia facile giudicare, e quanto sia inutile farlo.

    Is this helpful?

    Ando Alessandro Wegner said on Aug 31, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Le ultime gesta di una Pizia che ha fatto l'oracolo a Edipo pensando di tirare in ballo avvenimenti impossibili e poi constata che si sono avverati. I protagonisti della vicenda le appaiono durante i momenti conclusivi della sua esistenza.

    Is this helpful?

    Francesco Giudici said on Aug 31, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    accartoccio mitico

    parte ilare e ironico e termina "drammalogico"... una possibile rilettura di alcuni cardini del pensiero mitologico occidentale... un gioco per rivedere alcune figure topiche ed epiche!

    Is this helpful?

    Acetico Glaciale said on Aug 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Interessante perché non conoscevo il mito di Edipo, che ignoranza! Sublime perché Dürrenmatt si spinge sempre oltre, alza il sipario e svela l'ipocrisia dei comportamenti umani. Si prende gioco della nostra stupidità, si interroga su ciò che regola i ...(continue)

    Interessante perché non conoscevo il mito di Edipo, che ignoranza! Sublime perché Dürrenmatt si spinge sempre oltre, alza il sipario e svela l'ipocrisia dei comportamenti umani. Si prende gioco della nostra stupidità, si interroga su ciò che regola il mondo -ragione o fantasia?, riflette sul significato di tirannia e democrazia. Da non sottovalutare per le dimensioni da racconto.

    Is this helpful?

    Limpietta said on Jul 23, 2014 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    Assolutamente geniale. Il fatto che gli uomini vogliano conoscere il futuro ma pretendano oracoli ciechi, che per quanto ingarbuglati siano gli orditi degli dei, quelli degli uomini lo siano ben di più, che in fondo tutto si riduca al fatto che la ve ...(continue)

    Assolutamente geniale. Il fatto che gli uomini vogliano conoscere il futuro ma pretendano oracoli ciechi, che per quanto ingarbuglati siano gli orditi degli dei, quelli degli uomini lo siano ben di più, che in fondo tutto si riduca al fatto che la verità, quella totale, neutra, impietosa nessuno la voglia vedere perchè il suo peso è scomodo e insostenibile e tutto sommato irrilevante. D. è uno scrittore illuminato e la sua scrittura è ruvida, graffiante, corrosiva.

    Is this helpful?

    Wonderely said on Apr 20, 2014 | 1 feedback

  • 2 people find this helpful

    Mi avevano tanto magnificato questo libello che la delusione è stata proporzionale alle laudi: grande. Prima di tutto trattasi di 68 pagine, cioè un raccontino neanche troppo lungo; poi l'idea - che poteva essere carina - si è persa in un' ironia tro ...(continue)

    Mi avevano tanto magnificato questo libello che la delusione è stata proporzionale alle laudi: grande. Prima di tutto trattasi di 68 pagine, cioè un raccontino neanche troppo lungo; poi l'idea - che poteva essere carina - si è persa in un' ironia troppo contenuta. Diffidate dalle lusinghe "questo" libro è davvero poco, ha di esuberante solo il prezzo: 8 euro per 68 pagine mi maldispone moltissimo.Poi, leggendo commenti che per un tal sufumigio di pochezza inneggiano al capolavoro, perdinci, sono ancora più maldisposta e mi vien da pensare che forse sarebbe da recuperare un po' il senso delle parole. Ok è meglio di un baricco (e ci vuole poco) ma non è neanche paragonabile all' aleph, giusto per citare un vero capolavoro. Per non parlare di chi lo trova divertentissimo. Sarà che per me Zelig è tragico e trovo comico il nostro premier - il Bomba - ma non l'ho trovato per nulla divertente. Ci prova, magari, ma riesce poco.

    Is this helpful?

    Ellerslie said on Apr 14, 2014 | 2 feedbacks

Book Details

  • Rating:
    (590)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 68 Pages
  • ISBN-10: A000112135
  • Publisher: Adelphi
  • Publish date: 1988-06-01
  • In other languages: other languages Livres Français
Improve_data of this book

Collection with this book