Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La morte della famiglia

Il nucleo familiare nella società capitalistica

Di

Editore: Einaudi

4.0
(64)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Paperback

Isbn-10: A000011539 | Data di pubblicazione: 

Genere: Non-fiction , Social Science

Ti piace La morte della famiglia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Da La morte della famiglia a Otto scene di famiglia: Yasutaka rilegge Cooper? (di Antonio Russo De Vivo)

    Nel 1971, un anno prima della pubblicazione di Otto scene di famiglia, David Cooper, psichiatra sudafricano, ha pubblicato "La morte della famiglia"...


    LEGGI SU www.ilpickwick.it:
    ...continua

    ">http://www.ilpickwick.it/index.php/letteratura/item/625…

    Nel 1971, un anno prima della pubblicazione di Otto scene di famiglia, David Cooper, psichiatra sudafricano, ha pubblicato "La morte della famiglia"...

    LEGGI SU www.ilpickwick.it: http://www.ilpickwick.it/index.php/letteratura/item/625-da-la-morte-della-famiglia-a-otto-scene-di-famiglia-yasut

    ha scritto il 

  • 3

    Da La morte della famiglia a Otto scene di famiglia: Yasutaka rilegge Cooper? (www.ilpickwick.it)

    Nel 1971, un anno prima della pubblicazione di Otto scene di famiglia, David Cooper, psichiatra sudafricano, ha pubblicato La morte della famiglia, un’opera diventata presto un classico imprescindibile non solo per gli specialisti. Tesi di partenza è che la famiglia ha una fondamentale funzione d ...continua

    Nel 1971, un anno prima della pubblicazione di Otto scene di famiglia, David Cooper, psichiatra sudafricano, ha pubblicato La morte della famiglia, un’opera diventata presto un classico imprescindibile non solo per gli specialisti. Tesi di partenza è che la famiglia ha una fondamentale funzione di mediazione sociale, in quanto “consolida il potere effettivo della classe dirigente in qualsiasi tipo di società basata sullo sfruttamento, fornendo ad ogni istituzione sociale una formula paradigmatica facilmente manovrabile” (p. 10), motivo per cui vediamo il “modulo familiare” riprodotto nelle varie strutture sociali. La famiglia, in Cooper, è il nemico.

    CONTINUA SU: http://www.ilpickwick.it/index.php/letteratura/item/625-da-la-morte-della-famiglia-a-otto-scene-di-famiglia-yasutaka-rilegge-cooper?

    ha scritto il 

  • 4

    Per un periodo giravo con questo libro nella tasca dell'eskimo o nella borsa di tolfa insieme ad un quaderno a quadretti e matite per prendere appunti nelle riunioni, assemblee fumose a scuola o pomeriggi assolati sotto un albero a leggere e sognare un mondo diverso. Un libro importante.

    ha scritto il 

  • 5

    Libro icona della mia adolescenza. All'epoca si sperava di superare la famiglia. Ora siamo al mulino bianco barilla. Lo consiglio a tutti per ricordare che esitteva un modo di pensare diverso.

    ha scritto il 

  • 0

    grazie, david!

    l'ho letto quando avevo poco meno di vent'anni. all'epoca era un testo quasi d'obbligo. poi c'è stato pietro maso. successivamente erika e omar. adesso di anni ne ho più del doppio. e so perché non ho fatto figli.

    ha scritto il 

  • 4

    letto a 17 anni,in piena fase "pro sessantotto"..per la serie "cosa facevate,perche' protestavate,cosa pensavate,cosa volevate dire..cosa avete conquistato alla fine?"
    libro lucido,analitico, intelligente.
    saggio che fa un 'analisi reale sulla struttura-famiglia,assemblata ad hoc per la ...continua

    letto a 17 anni,in piena fase "pro sessantotto"..per la serie "cosa facevate,perche' protestavate,cosa pensavate,cosa volevate dire..cosa avete conquistato alla fine?"
    libro lucido,analitico, intelligente.
    saggio che fa un 'analisi reale sulla struttura-famiglia,assemblata ad hoc per la societa capitalista.
    se pero' si vuole vivere con il sogno-mito della famiglia del mulino bianco non si deve assolutamente leggere questo libro!!!
    p.s.ammiro hi il 68 l'ha fatto e ci ha creduto.
    una generazione piu attiva e critica della mia...

    ha scritto il 

Ordina per