Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La morte di Carlos Gardel

Di

Editore: Feltrinelli (I narratori)

3.8
(37)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 317 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Portoghese

Isbn-10: 8807016176 | Isbn-13: 9788807016172 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Vittoria Martinetto

Genere: Fiction & Literature

Ti piace La morte di Carlos Gardel?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Alvaro è un ammiratore ossessivo di Carlos Gardel e vive immerso in un mondo di suoni inaccessibile agli altri. Sua moglie Claudia lo ha da tempo abbandonato, il figlio Nuño va a pernottare ogni tanto da lui quando la madre vuole stare da sola con il nuovo compagno. Il ragazzo non prova un vero affetto per il padre ed è divorato dalla gelosia nei confronti della madre. La sua infelicità lo porta infine all'eroina ed è attorno al suo letto in ospedale che si riunisce la famiglia. Ma la morte di Nuño non cambia niente e per Alvaro, sempre più solo nel suo rifiuto del mondo, Carlos Gardel diventa l'unica presenza viva.
Ordina per
  • 4

    In questo romanzo le difficoltà intrinseche che la narrativa di Antunes presenta al lettore, ovvero cercare di mettere in relazione le voci dei personaggi, sono meno ardue, lo sviluppo è più scorrevole (non è un caso che da questo romanzo sia stato ispirato un film). Sul finale non del tutto conv ...continua

    In questo romanzo le difficoltà intrinseche che la narrativa di Antunes presenta al lettore, ovvero cercare di mettere in relazione le voci dei personaggi, sono meno ardue, lo sviluppo è più scorrevole (non è un caso che da questo romanzo sia stato ispirato un film). Sul finale non del tutto convincente ci sarebbe da dire qualcosa, che non dirò.

    ha scritto il 

  • 2

    L'unica cosa che ho trovato interessante (anche se a tratti un tantino "pesante") è lo stile della scrittura che segue i pensieri, le ricostruzioni altalenanti degli eventi e delle immagini, per il resto un po' deludente.

    ha scritto il 

  • 5

    Libro perteneciente a la Trilogía de la muerte de Lobo Antunes. Los tres son magníficos, no hay un orden ni una conexión entre ellos. Son difíciles de describir. Son historias duras, contadas con una prosa poética preciosa. Copio parte de la contraportada:
    "El estado de coma ...continua

    Libro perteneciente a la Trilogía de la muerte de Lobo Antunes. Los tres son magníficos, no hay un orden ni una conexión entre ellos. Son difíciles de describir. Son historias duras, contadas con una prosa poética preciosa. Copio parte de la contraportada:
    "El estado de coma de un joven heroinómano y la urgencia en visitarlo por parte de su tía y de su padre, un pobre diablo convencido de que Carlos Gardel no murió en un accidente de avion, son el punto de partida de la historia, contada a ritmo de milonga o de tango."

    ha scritto il 

  • 1

    una volta mi sembrava una eresia abbandanare un libro, anche se non mi piaceva. Oggi ho deciso che devo fare i cnti anche col tempo.
    E questo libro non vale il mio tempo.
    Lo trovo illeggibile, nella forma, nel disordine della formattazione, a metà ancora non si capisce un belino di nu ...continua

    una volta mi sembrava una eresia abbandanare un libro, anche se non mi piaceva. Oggi ho deciso che devo fare i cnti anche col tempo.
    E questo libro non vale il mio tempo.
    Lo trovo illeggibile, nella forma, nel disordine della formattazione, a metà ancora non si capisce un belino di nulla, non si distinguono i personaggi.
    Basta.

    ha scritto il 

  • 5

    MERITA

    Qual è la reazione di persone diverse di fronte alla tragicità degli eventi? Come reagiscono alla morte che costringe a fare i conti con se stessi? Lobo Antunes realizza un affresco di straordinaria forza espressiva, con una scrittura che è l'esaltazione della frammentarietà del pensiero, perché ...continua

    Qual è la reazione di persone diverse di fronte alla tragicità degli eventi? Come reagiscono alla morte che costringe a fare i conti con se stessi? Lobo Antunes realizza un affresco di straordinaria forza espressiva, con una scrittura che è l'esaltazione della frammentarietà del pensiero, perché quando siamo costretti a fermarci e riflettere, nel caleidoscopio della mente si affollano immagini, sentimenti, situazioni, drammi, conflitti, passioni, suoni e odori. Struggente il racconto, come la milonga di Carlos Gardel, in cui si rifugia Alvaro per sfuggire alla realtà dei fallimenti della vita, rimanendo trascinato dalla ossessione e dalla follia. Di grande impatto lirico e singolare resa espressiva. Stupendo!

    ha scritto il 

  • 0

    Di difficile lettura, Lobo Antunes fa parlare i suoi personaggi e solo così la vicenda progredisce. L'impianto narrativo si evince dai vari "io narrante" che si alternano costituendo
    i pezzi di un puzzle che il lettore, lentamente e dolorosamente, ricompone. Un libro pieno di lirismo, di sen ...continua

    Di difficile lettura, Lobo Antunes fa parlare i suoi personaggi e solo così la vicenda progredisce. L'impianto narrativo si evince dai vari "io narrante" che si alternano costituendo
    i pezzi di un puzzle che il lettore, lentamente e dolorosamente, ricompone. Un libro pieno di lirismo, di sentimento nell'accezione piu' classica del termine. Pieno di dolore e ombre, ma drammaticamente vivo, come le strofe di un tango di Gardel.

    ha scritto il