Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La mujer rota

By Simone de Beauvoir

(23)

| Mass Market Paperback

Like La mujer rota ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

167 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    "Da bambina, da ragazza, i libri mi hanno salvata dalla disperazione, per questo sono persuasa che la cultura sia il valore più alto"

    Is this helpful?

    Angela said on Jul 18, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Iniziato contro voglia, solo perché si trovava in casa, imposto a mia figlia liceale dalla solita prof di lettere.

    Poi, piano piano, la scoperta: questo romanzo ha letteralmente colonizzato l'immaginario femminile, dalla pubblicazione ai giorni nost ...(continue)

    Iniziato contro voglia, solo perché si trovava in casa, imposto a mia figlia liceale dalla solita prof di lettere.

    Poi, piano piano, la scoperta: questo romanzo ha letteralmente colonizzato l'immaginario femminile, dalla pubblicazione ai giorni nostri.
    I punti di vista espressi sul rapporto di coppia li hai già ritrovati in innumerevoli libri, film, articoli, trasmissioni e donne reali.
    Ti accorgi che si tratta di un gigantesco gioco di specchi e lo specchio sorgente ce l'hai tra le mani.
    Un autentico libro-archetipo, imprescindibile non solo per le donne.

    Is this helpful?

    Occhionelcielo said on Mar 22, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un racconto su tre

    Ho preferito il secondo racconto in assoluto, sia per i contenuti che per la scorrevolezza.
    "In certi punti c'induriamo, in altri fradiciamo, non maturiamo mai".

    Is this helpful?

    Acilia said on Mar 1, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Calliphoridae + sondaggio

    La Natura Matrigna è riuscita ad inventarsi delle mosche che depongono le uova all'interno delle ferite di certi mammiferi. Lascio solo immaginare di cosa si possano cibare le larve.
    Ecco, questa è un po' la sensazione che ho avuto leggendo Una do ...(continue)

    La Natura Matrigna è riuscita ad inventarsi delle mosche che depongono le uova all'interno delle ferite di certi mammiferi. Lascio solo immaginare di cosa si possano cibare le larve.
    Ecco, questa è un po' la sensazione che ho avuto leggendo Una donna spezzata. Mai libro mi aveva fatto più soffrire.
    Ciò che veramente mi ha destabilizzato è capire che Simone de Beauvoir non parla di una donna degli anni Sessanta, ma semplicemente di una donna. Tutto quel vicolo cieco di giustificazioni, di responsabilità personali, di tentativi di diplomazia che spinge la protagonista a "tollerare" il tradimento del marito mi è sembrato così.. così… femminile. Intendiamoci, sicuramente il contesto storico-culturale fa la differenza nella decisione finale. Mi auguro che al giorno d'oggi, in un Paese occidentale, prevalga senza ombra di dubbio l'esigenza di una dignità personale, più che il penoso tentativo di riappropriarsi del proprio marito. Ma, per quanto indignata dalla scelta di Monique, ho capito che i miei processi mentali sarebbero esattamente gli stessi. Soprattutto il "devo cercare di non fare l'isterica, altrimenti è finita", il "devo farmelo amico, deve capire che io sono l'unica su cui possa veramente contare", tendendo a scordarsi che "fare l'isterica" in questo caso è traducibile con "esigere rispetto".
    Sconvolta da questa rivelazione, ho spinto un uomo di fiducia a leggere il racconto, per capire se anche lui si sarebbe impersonato a tal punto, per capire se davvero l'aggettivo giusto era quello che mi stava torturando, femminile. Stranamente, mi si è arenato su un concetto che aveva colpito moltissimo anche me, ma che avevo un po' messo da parte di fronte all'angoscia del tradimento: lo stramaledettissimo panta rei applicato ai sentimenti umani. "Ho un'altra donna", bam, salto indietro di vent'anni: "se mi tradissi, mi ucciderei". Ohiohi 'ste larve! Però bene, è la conferma che ho scelto l'uomo giusto per l'esperimento, è abbastanza profondo e sensibile. Ma quando si è trattato di entrare più nel merito di ciò che mi interessava, ha abbandonato il racconto perché troppo noioso e ripetitivo. Oddio, mi manca l'aria. Ciò che per me è un parassita logorante per lui è solo una perdita di tempo. Dopo le mie pressanti domande, l'unica cosa che riesco a ottenere è "sì, è una cosa da donne, ma non la vedo molto attuale".
    So che un campione formato da un solo individuo non ha la minima valenza scientifica; per questo, se c'è qualche maschietto in ascolto, per favore, batta un colpo!

    Is this helpful?

    l'asino di buridano said on Jan 31, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Va letto (anche) solo per il primo racconto.

    "Me la devi questa rivincita mio Dio. Esigo che tu me la dia."

    Is this helpful?

    Lìa said on Dec 5, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book