Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La mutazione

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.6
(148)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 312 | Formato: Altri

Isbn-10: 8820010585 | Isbn-13: 9788820010584 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: V. Curtoni

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La mutazione?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Grazie ad avanzate tecniche di fecondazione artificiale, Victor, un ricercatore genetico, riesce ad avere con la moglie Marsha un secondo figlio. Maavendo manipolato il DNA del bambino, non ha calcolato le conseguenzeterribili di questo intervento.
Ordina per
  • 4

    Tutto d'un fiato...finale e qualche passaggio un po' americano, eccessivo ma bella l'analisi sul bambino prodigio in provetta che supera le intenzione del suo creatore sino a rivoltarglisi contro...un po' Frankestein, anzi un bel po' Frankenstein ma gradevole rivisitazione

    ha scritto il 

  • 5

    inquietante come tutti i romanzi di Cook. La mutazione genetica di un feto per ottenere un essere super intelligente è un argomento affascinante ma spero che non ci si ricorra mai nella realtà

    ha scritto il 

  • 5

    Un eccezionale esempio di come l'impossibile diventa plausibile nelle mani di questo abile scrittore; con sapienti dosi di suspence, riesce a capovolgere il mondo degli adulti e dei bambini come lo conosciamo.

    ha scritto il 

  • 4

    In seguito alla prematura scomparsa del figlio David, lo scienziato Victor e la psicologa Marsha riversano tutto il loro amore sul secondogenito VJ, nato grazie a procedure di fecondazione assisitita. Qualche anno dopo, Marsha nota, senza darvi peso inizialmente, che il figlio si comporta in modo ...continua

    In seguito alla prematura scomparsa del figlio David, lo scienziato Victor e la psicologa Marsha riversano tutto il loro amore sul secondogenito VJ, nato grazie a procedure di fecondazione assisitita. Qualche anno dopo, Marsha nota, senza darvi peso inizialmente, che il figlio si comporta in modo strano: è spesso silenzioso e schivo e preferisce passare il suo tempo libero nell'azienda biotecnologica del padre piuttosto che a giocare con i suoi compagni di scuola. Avvenimenti sempre più preoccupanti e sinistri sembrano essere collegati a VJ e rivelazioni inattese di Victor convincono Marsha che VJ nasconda qualcosa..

    ha scritto il 

  • 3

    Nota numero 1: La scritta consigliato dall'editore a che serve? Voglio dì... grazie ar c... se non lo consiglia lui...
    Nota numero 2: Se i 3/4 del libro me li racconti in copertina la prossima volta mi procuro solo quella :)
    Per il resto parte lentissssssimo e scontato, prosegue ugual ...continua

    Nota numero 1: La scritta consigliato dall'editore a che serve? Voglio dì... grazie ar c... se non lo consiglia lui...
    Nota numero 2: Se i 3/4 del libro me li racconti in copertina la prossima volta mi procuro solo quella :)
    Per il resto parte lentissssssimo e scontato, prosegue uguale e si sveglia solo verso la fine. A quel punto cominci a divorare pagine, la tensione sale...... e il libro finisce. Così senza preavviso... senza sviluppare un pochettino... niente. Resta pure in sospseso!!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Pericolo genetico!!!!

    Ennesimo parto dello scrittore – dottore americano Robin Cook, il cosiddetto re indiscusso del medical thriller, quella particolare branca di romanzi ad alta tensione ambientata nelle corsie degli ospedali o aventi come tematiche principali crimini perpetrati nel settore sanitario.
    Diciamo l ...continua

    Ennesimo parto dello scrittore – dottore americano Robin Cook, il cosiddetto re indiscusso del medical thriller, quella particolare branca di romanzi ad alta tensione ambientata nelle corsie degli ospedali o aventi come tematiche principali crimini perpetrati nel settore sanitario.
    Diciamo la verità: Cook non è propriamente una penna sopraffina della letteratura di genere ma semplicemente un abile artigiano che riesce a creare storie capaci di divertire senza particolari patemi il lettore, la classica lettura da ombrellone della quale ogni tanto si sente bisogno come stacco dalle letture più impegnative e mettere a riposo il cervello.
    Con questo non voglio dire che sia assolutamente facile scrivere storie di questo tipo, l’abilità di tenere desta l’attenzione del lettore non è propriamente da tutti. Cook ha dimostrato in passato di creare storie avvincenti come, ad esempio, il bellissimo “Coma profondo” del quale in passato è stata pure girata una trasposizione cinematografica con protagonista un giovane Michael Douglas.
    Purtroppo questa opera non rientra sicuramente tra le più riuscite dello scrittore. “La mutazione” pone l’attenzione sull’affascinante e pericoloso tema degli esperimenti genetici e racconta la storia di un dottore intenzionato a mettere al mondo un figlio dotato di una capacità intellettiva superiore; tramite un complesso esperimento scientifico di mutazione genica darà alla luce un pargolo che oltre alle impressionanti doti mentali nasconderà però un terribile e pericoloso lato oscuro.
    Sembra evidente l’omaggio di Cook al caposaldo del genere horror “Frankestein” di Mary Shelly anche se, non me ne voglia il povero Cook, questo romanzo non si avvicina neppure lontanamente all’immensità dell’opera da cui trae spunto. Il grave difetto di “La mutazione” è la sua totale assurdità e mancanza di credibilità: fa francamente sorridere leggere di un bambino di 10 anni capace di gabbare una potente industria di ricerca medica, mettersi a capo di una potente organizzazione criminale di boss della mala e macchiarsi di una miriade di improbabili delitti.
    Seppure il medical thriller racconti opere di fantasia le opere più riuscite di Cook hanno dimostrato che si può trattare la materia rendendola plausibile e quanto meno ammissibile. In questo caso si sfiora davvero il limite del ridicolo.
    Se amate il medical thriller indirizzatevi su altre opere dello scrittore sicuramente più meritevoli: oltre al citato prima “Coma profondo” mi sento di consigliare “Febbre”, “Cervello” o “Progetto di morte”.
    O meglio ancora passate a Tess Gerritsen che sta su un altro pianeta.

    ha scritto il 

  • 4

    Robin Cook, un altro ...

    ... di quegli autori che io considero paperback, ma di cui poi, non mi è più capitato di leggere nulla, ed è un peccato. Trovai il libro (regalatomi da mio fratello Luca nel natale del 1992) piacevole e ben congegnato, una storia coinvolgente anche se nulla di particolare o di avveneristico. Bell ...continua

    ... di quegli autori che io considero paperback, ma di cui poi, non mi è più capitato di leggere nulla, ed è un peccato. Trovai il libro (regalatomi da mio fratello Luca nel natale del 1992) piacevole e ben congegnato, una storia coinvolgente anche se nulla di particolare o di avveneristico. Bello.

    ha scritto il