La mystérieuse flamme de la reine Loana

roman illustré

By

3.3
(2229)

Language: Français | Number of pages: 488 | Format: Others | En langues différentes: (langues différentes) English , Italian , Spanish , German , Finnish , Portuguese , Dutch , Slovenian , Hungarian , Greek , Swedish , Norwegian

Isbn-10: 2246670810 | Isbn-13: 9782246670810 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Paperback

Category: Comics & Graphic Novels , Fiction & Literature , History

Aimez-vous La mystérieuse flamme de la reine Loana ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Trad. de: La misteriosa fiamma della regina Loana.
Sorting by
  • 3

    Dove sono gli editors quando ne abbiamo un disperato bisogno?

    Dopo aver scritto un romanzo su un testo perduto (Il Nome della Rosa), un romanzo su un testo mai scritto realmente (Il Pendolo di Foucault), un romanzo su un testo che ricostruisce un altro testo che ...continuer

    Dopo aver scritto un romanzo su un testo perduto (Il Nome della Rosa), un romanzo su un testo mai scritto realmente (Il Pendolo di Foucault), un romanzo su un testo che ricostruisce un altro testo che inventa un altro testo (L'Isola del giorno prima) e un romanzo scritto con una lingua impossibile (Baudolino), Umberto Eco scrive un romanzo che parla di testi diversi che costituiscono e (ri)costruiscono il grande testo della memoria umana.

    L'idea è molto bella, anche se le incursioni nei ricordi fanciulleschi non riescono a avere lo stesso impatto emotivo delle ultime, memorabili cinquanta pagine del Pendolo di Foucault. La parte conclusiva - visionaria, quasi à la David Lynch, o alla Fellini del gran finale di "8 e mezzo" - è anch'essa interessante, anche se forse il lettore un po' troppo ingenuo potrebbe non capire cosa Eco stia effettivamente descrivendo in quelle pagine. Il corpo centrale del romanzo, però, può risultare tedioso. Non mi riferisco alla classica "pesantezza" dello stile di Umberto Eco, che per me pesantezza non è e che, anzi, nel Nome della Rosa e nel Pendolo di Foucault ha contribuito a ottenere risultati narrativi eccellenti. Dico solo che un po' di editing non avrebbe guastato: dopo aver letto l'ennesima trama dell'ennesimo fumetto anche io, come il protagonista, ho rischiato di perdere la memoria e dimenticare il perché stessi continuando a leggere questo romanzo!

    Umberto Eco è un grande: lo dico perché non solo ho sentito parlare dei suoi libri, ma li ho anche comprati e li ho addirittura letti. Per me, Il Pendolo di Foucault è un capolavoro della letteratura mondiale e anche il tanto criticato, o forse ignorato, L"isola del Giorno Prima mi è piaciuto moltissimo e porterò sempre con me il ricordo vivido del suo protagonista, Roberto. La Misteriosa Fiamma della Regina Loana parte da un'idea molto solida, filosofica eppure intima. La sua realizzazione, però, sembra poco curata, frettolosa, senza dubbio logorroica. Qualcuno avrebbe dovuto dire al professor Eco di tagliare un pochino qua e là!

    dit le 

  • 0

    [primo]

    non mi sarebbe mai passata per il cervello l'dea di leggerlo. Poi una bella recensione mi ha stuzzicato e ho detto, mah! può darsi che...
    No, non può darsi...meglio lasciare perdere. La stima ...continuer

    [primo]

    non mi sarebbe mai passata per il cervello l'dea di leggerlo. Poi una bella recensione mi ha stuzzicato e ho detto, mah! può darsi che...
    No, non può darsi...meglio lasciare perdere. La stima e il grande affetto per il suo autore non saranno certo scalfite dalla ennesima conferma di quanto sia stato un modesto romanziere.

    [audiolibro]

    dit le 

  • 5

    E’ stato grazie a Il pendolo di Foucault di Umberto Eco che mi sono trovato spocchiosamente secchione – il momento clou fu quello in cui, nel leggere il romanzo, mi imbattei in un lungo dialogo fra pe ...continuer

    E’ stato grazie a Il pendolo di Foucault di Umberto Eco che mi sono trovato spocchiosamente secchione – il momento clou fu quello in cui, nel leggere il romanzo, mi imbattei in un lungo dialogo fra personaggi...

    Continua qua: https://cheremone.wordpress.com/2015/08/20/indigestione-di-madeleines/

    dit le 

  • 1

    talmente brutto che stento a crederci

    Chi ne ha fatto una recensione positiva deve averlo acquistato e riposto in libreria, senza leggerlo. Poi un bel giorno ha pensato di recensirlo comunque, della serie Eco-è-una-garanzia.
    PECCATO! vi a ...continuer

    Chi ne ha fatto una recensione positiva deve averlo acquistato e riposto in libreria, senza leggerlo. Poi un bel giorno ha pensato di recensirlo comunque, della serie Eco-è-una-garanzia.
    PECCATO! vi abbiamo beccati. Perché la sensazione è quella di andare a cena da quel tuo prozio a cui vuoi bene ma che esagera col vino. La serata parte i migliori presupposti, ma poi il vecchio prozio si ubriaca e inizia un'inaffrontabile quanto indigesta tiritera sui tempi andati, su quello che leggeva da piccolo, sulle prime pippe musicali e non solo. E tu te ne stai seduta a tavola a sentirlo sproloquiare di questo e di quello, mentre ti ripeti che la trama, cazzo, c'era tutta.

    dit le 

  • 3

    Un romanzo sulla memoria, con un protagonista che fatica a ricostruire i pezzi della propria vita, ricorda solo riferimenti letterari. Nella soffitta del nonno, spulciando tra vecchi dischi, fumetti e ...continuer

    Un romanzo sulla memoria, con un protagonista che fatica a ricostruire i pezzi della propria vita, ricorda solo riferimenti letterari. Nella soffitta del nonno, spulciando tra vecchi dischi, fumetti e quaderni di scuola, scoprirà con quante informazioni contraddittorie, quanti insegnamenti contrastanti crescevano bambini e ragazzi, prima e durante la seconda guerra mondiale. Per fortuna lui ha vissuto la tragedia di quei tempi dalla parte giusta, anche se continuerà a portarsi dietro l’ossessione della nebbia.
    Un romanzo bello e avvincente, che racconta la storia di un’epoca attraverso gli svaghi quotidiani della gente comune. Non mi è piaciuto per nulla il finale aperto e quella carrellata d’immagini in un vortice onirico, assolutamente inutile al senso della storia.

    dit le 

  • 3

    Non mi è piaciuto tanto!

    La trama era davvero carina... Un tuffo nel passato!
    Ma era scritto in maniera davvero pesante! Ho faticato sul serio a finirlo!

    dit le 

Sorting by
Sorting by