Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La nave per Kobe

Diari giapponesi di mia madre

Di

Editore: Rizzoli (La scala)

3.7
(266)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 260 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8817868353 | Isbn-13: 9788817868358 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri , eBook

Genere: Biography , Fiction & Literature , Travel

Ti piace La nave per Kobe?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Per la prima volta la scrittrice Dacia Maraini si sofferma a raccontarci del suo legame con la madre svelando aspetti della storia di famiglia ancora inediti e soprattutto interrogando gli anni di permanenza in Giappone prima e all'inizio della seconda guerra mondiale. Aiutata nel ricordo da alcuni diari tenuti in quegli anni dalla madre, la scrittrice ricostruisce in forma di racconto il suo rapporto con la madre, un rapporto solo apparentemente distratto dalla seduttiva bellezza del padre, ma nel tempo solidificatosi nel riconoscimento della sua forza coraggiosa e generosa.
Ordina per
  • 5

    Per anni ho cercato la ristampa di questo meraviglioso libro; e finalmente l'altro giorno ho trovato il libreria la nuova ri-ristampa. Magnifica copertina blu con la grande foto di Topazia e Dacia e ...continua

    Per anni ho cercato la ristampa di questo meraviglioso libro; e finalmente l'altro giorno ho trovato il libreria la nuova ri-ristampa. Magnifica copertina blu con la grande foto di Topazia e Dacia e all'interno le tante foto e le pagine del diario. Bellissimo.

    ha scritto il 

  • 2

    L'ho preso a causa del mio interesse per il Giappone e perché conoscevo le vicende della famiglia Maraini dal bel libro del padre Fosco. Mi ha delusa in quanto il racconto si concentra sull'infanzia ...continua

    L'ho preso a causa del mio interesse per il Giappone e perché conoscevo le vicende della famiglia Maraini dal bel libro del padre Fosco. Mi ha delusa in quanto il racconto si concentra sull'infanzia delle bambine e sulla storia della famiglia, con scarsa attenzione al contesto, e trovo leziosa la scrittura della Maraini.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi approccio da nippofila a questo romanzo e scopro che il diario materno, in realtà una sequenza di annotazioni meticolose sulla salute e sui progressi delle piccole figlie, è l'espediente che ...continua

    Mi approccio da nippofila a questo romanzo e scopro che il diario materno, in realtà una sequenza di annotazioni meticolose sulla salute e sui progressi delle piccole figlie, è l'espediente che l'autrice adotta per proporre una cronaca familiare. Lettura gradevole. *** 1/2.

    ha scritto il 

  • 5

    Un diario di bordo ma non solo: è un viaggio nella memoria della scrittrice, una delicata riesposizione della cronaca familiare che comprende più generazioni. La lettura mi ha lasciato ...continua

    Un diario di bordo ma non solo: è un viaggio nella memoria della scrittrice, una delicata riesposizione della cronaca familiare che comprende più generazioni. La lettura mi ha lasciato un'impressione visiva di un disegno sulla seta: vulnerabile e nitida, venata di nostalgia dei tempi e luoghi che non saranno mai più come prima.

    ha scritto il 

  • 5

    "Ti riguardano, prendili!"

    Cosi' disse Fosco Maraini alla figlia Dacia, consegnandole i quaderni/diari di Topazia, moglie di Fosco e madre di Dacia Maraini.

    Scritti del 1938, nel loro viaggio in Giappone e seguito.

    Brindisi - ...continua

    Cosi' disse Fosco Maraini alla figlia Dacia, consegnandole i quaderni/diari di Topazia, moglie di Fosco e madre di Dacia Maraini.

    Scritti del 1938, nel loro viaggio in Giappone e seguito.

    Brindisi - Said - Aden -Bombay - Colombo - Singapopre - Manilla - Hong-Kong - Shangai - Kobe Passa la nave mia colma d'oblio per aspro mare, a mezza notte il verno [...] La vela rompe un vento umido eterno di sospiri, di speranze e di desio. (Francesco Petrarca - Da "Le Rime")

    I ricordi, queste ombre troppo lunghe Del nostro breve corpo. (Vincenzo Cardarelli - "Passato" da Poesie)

    L'acqua e' insegnata dalla sete La terra dagli oceani traversati. La gioia, dal dolore. La pace, dai racconti di battaglia. L'amore, da un'impronta di memoria. Gli uccelli, dalla neve. (Emily Dickinson - Poesie)

    Questi versi sceglie Dacia Maraini, come introduzione, per dare "il la" ai suoi scritti, facendone intuire in qualche modo il filo conduttore.

    Il libro e' diviso in due parti. ● La "seconda" e' la copia fotostatica dei quaderni /diari di Topazia, con il titolo "DACIA". Appunti familiari e fotografie ne fanno un documento di grande impatto emotivo, i sentimenti, la storia di quel periodo ed il luoghi "lontani" che si intreccciano. Manoscritto della giovane mamma, con disegni, appunti, pensieri.

    ● La "prima", basata sui passaggi dei quaderni/diari, e' "il racconto" che fa Dacia Maraini, dei suoi ricordi, dei suoi sentimenti, cercando di "rivivere" quel periodo, visti con gli occhi di sua Madre. Su questo l'Autrice ripercorre altri tratti della sua vita, situazioni, persone, luoghi. Sue riflessioni, viaggi (Africa, India, con Moravia, Pasolini, Callas), ricordi.

    Tutto di altissimo interesse.

    Un libro straordinario, per la sua struttura e per il sempre altissimo livello di scrittura di questa Scrittrice (e non solo, ma anche Poetessa, Drammaturga, Giornalista) capace di percorrere tutti i sentieri dello scrivere con una prosa di forte carattere emotivo e sentimentale, ma nello stesso con grande semplicita' ed immediatezza, dote rara.

    Uno dei migliori libri letti e che fa il paio con l'altrettanto splendido: http://www.anobii.com/books/Il_gioco_delluniverso/9788804512189/017f0047fe5e96036f/

    Da Rizzoli: La trama di La nave per Kobe. Diari giapponesi di mia madre Per la prima volta la scrittrice Dacia Maraini si sofferma a raccontarci del suo legame con la madre svelando aspetti della storia di famiglia ancora inediti e soprattutto interrogando gli anni di permanenza in Giappone prima e all'inizio della seconda guerra mondiale. Aiutata nel ricordo da alcuni diari tenuti in quegli anni dalla madre, la scrittrice ricostruisce in forma di racconto il suo rapporto con la madre, un rapporto solo apparentemente distratto dalla seduttiva bellezza del padre, ma nel tempo solidificatosi nel riconoscimento della sua forza coraggiosa e generosa.

    Molti i links su libro ed Autrice, qualcuno:

    Sul libro: http://www.librerie.it/libri/narrativa-italiana/la-nave-per-kobe.html http://www.daciamaraini.com/recensioni/pdf/ttl.pdf http://www.bibcom.trento.it/files/NWcalendar/images/1304329779diari.jpg http://unastanzaperse.blogspot.com/2011/02/la-nave-per-kobe.html http://cle.ens-lyon.fr/1221569481197/0/fiche___article/&RH=CDL_ITA040100

    Su Dacia Maraini: http://it.wikipedia.org/wiki/Dacia_Maraini http://www.daciamaraini.it/index.htm http://www.enciclopediadelledonne.it/img/576sapporo,1940.topazia,fosco,dacia,yuki.jpg http://www.enciclopediadelledonne.it/img/576africa.moraviamarainipasolinicallas.jpg http://www.enciclopediadelledonne.it/index.php?azione=pagina&id=576

    ha scritto il 

  • 2

    Forse perché mi aspettavo qualcos'altro, forse perché mi è sembrata troppo "maestrina" nello scrivere e nel descrivere i fatti, forse perché non era il momento giusto per leggerlo, o forse ...continua

    Forse perché mi aspettavo qualcos'altro, forse perché mi è sembrata troppo "maestrina" nello scrivere e nel descrivere i fatti, forse perché non era il momento giusto per leggerlo, o forse proprio non l'ho capito!! Non mi è piaciuto granché.

    ha scritto il 

  • 0

    la penna delicata e soave della maraini mi incanta sempre...la sua prosa è rilassante, toccante come sempre...questo romanzo ripercorre, tramite i ricordi della madre topazia, i difficili anni in ...continua

    la penna delicata e soave della maraini mi incanta sempre...la sua prosa è rilassante, toccante come sempre...questo romanzo ripercorre, tramite i ricordi della madre topazia, i difficili anni in giappone di una piccola e bellissima dacia,ricordi arricchiti da riflessioni della scrittrice, mai pedanti.

    ha scritto il 

  • 5

    una raccolta di ricordi, spesso dolorosi, tratti dai diari della madre agli albori della seconda guerra mondiale. Un viaggio affascinante verso terre e culture lontane, in particolar modo del ...continua

    una raccolta di ricordi, spesso dolorosi, tratti dai diari della madre agli albori della seconda guerra mondiale. Un viaggio affascinante verso terre e culture lontane, in particolar modo del Giappone. Suggestive le foto di un Giappone che ormai non esiste più, un tempo che non deve essere dimenticato.

    ha scritto il