Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La nobile arte dell'insulto

Di

Editore: Einaudi (ET Classici)

3.6
(149)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 46 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806208780 | Isbn-13: 9788806208783 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Gianluca Magi ; Curatore: Gianluca Magi ; Prefazione: Michele Serra

Genere: Foreign Language Study

Ti piace La nobile arte dell'insulto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Quando si rivolgono critiche a qualcuno, bisogna farlo in una lingua infinitamente sottile il cui senso rimanga implicito. Conviene evitare che l'avversario si renda conto fin dalle prime parole che lo si sta criticando: è solo al termine di un certo tempo di riflessione, a poco a poco, che questi giunge a prendere consapevolezza che le parole rivoltegli erano tutt'altro che benevole. Lo si metta a suo agio, cosicché il suo viso dapprima sorridente, viri poi dal bianco al rosso, dal rosso al violaceo, infine dal violaceo al grigio plumbeo. Questo è il più alto grado nell'arte dell'insulto". Un trattatello che affonda le radici nella conoscenza disingannata della vita e nell'arte di stare al mondo di chi ne ha viste di tutti i colori. Per la prima volta in traduzione integrale in una lingua europea, questa piccola perla dal tagliente sarcasmo offre un generale aiuto a chi voglia trarre vantaggio in una disputa grazie alla tecnica dell'invettiva.
Ordina per
  • 3

    Pensavo meglio, forse letto in un momento in cui VOLEVO insultare qualcuno, ma con signorilità, e di fatto mi sono ritrovata a riflettere su me stessa e su alcune verità della vita. Una buona lettura per una sala d'attesa.

    ha scritto il 

  • 3

    Librettino simpatico perché corto e conciso; il modo cinese di vivere l'insulto è così fine e "logico" che difficilmente potrà essere apprezzato in occidente, tuttavia si imparano 10 regole per insultarsi con classe.
    La lettura merita, visto poi che si completa in un'ora al massimo

    ha scritto il 

  • 3

    Non mi piace litigare. Ma soprattutto non mi piace quando si scade nel triviale, perché si diventa rozzi e volgari e si passa dalla parte del torto.
    Sono d’accordo con l’autore: in linea generale, non c’è bisogno di insultare nessuno (anche perché la maggior parte delle persone non merita n ...continua

    Non mi piace litigare. Ma soprattutto non mi piace quando si scade nel triviale, perché si diventa rozzi e volgari e si passa dalla parte del torto.
    Sono d’accordo con l’autore: in linea generale, non c’è bisogno di insultare nessuno (anche perché la maggior parte delle persone non merita nemmeno quel minuto necessario); ma se proprio si dovesse arrivare a tali estremi, è meglio farlo con garbo e compostezza, con calma e tanta ironia, per dimostrarsi sempre superiori.
    Se queste brevi e semplici regole fossero seguite avremmo una vita (e una televisione!) migliore.

    ha scritto il 

  • 1

    Come si insulta efficacemente un avversario:

    - sceglierselo della propria taglia, o magari anche più grosso, MAI di livello più basso, MAI!
    - Agli avversari di basso livello, quelli stupidi e volgari, si risponde col nobile silenzio.
    - Badare che l'avversario non sappia di nost ...continua

    Come si insulta efficacemente un avversario:

    - sceglierselo della propria taglia, o magari anche più grosso, MAI di livello più basso, MAI!
    - Agli avversari di basso livello, quelli stupidi e volgari, si risponde col nobile silenzio.
    - Badare che l'avversario non sappia di nostre debolezze che possa ritorcerci contro.
    - Mostrarsi deboli quando si è forti e forti quando si è deboli.
    - Sferzare il colpo mortale SOLO dopo aver sfiancato l'avversario con manovre laterali di accerchiamento.
    - Distruggere tutto col minimo dispendio energetico, etcetera etcetera.

    Questa la sintesi del breve saggio Liang Shiqiu. Niente di più. Ovviamente non c'è una sola riga, UNA, in cui si spieghi come concretizzare, come realizzare in pratica queste meravigliose, "aeree", idee sulla flessibilità del sapiente che si oppone efficacemente alla rigidità dello stolto. Neanche un semplice esempio di dialogo tra l'insultatore professionista e il malcapitato rozzo ignaro del lago di guano in cui sta per annegare. Solo frasi grondanti saggezza orientale tipo siate come la gru che in equilibrio su una zampa nel torrente sferra un solo mortale alla preda, cioè una trota che passava da quelle parti; nessuna banale indicazione occidentale su come si possa effettivamente punire la stupida trota quando ti dà del cretino.
    Fortuna che ho rimediato l'eBook, sennò non avrei proprio saputo come auto-insultarmi efficacemente per aver buttato soldi in questo piattino di minestra riscaldata e scondita.

    ha scritto il 

  • 0

    Proprio nobile

    Il libro è eccezionale - ed è molto cinese.
    Lo rileggo perché mi si dice che sono stato offensivo, con la questione delle marmotte.
    Allora mi scuso però secondo me se uno si sognasse di dire che so alle donne, voi che siete donne andate dallo psicologo, opppure se uno dicesse ai manci ...continua

    Il libro è eccezionale - ed è molto cinese.
    Lo rileggo perché mi si dice che sono stato offensivo, con la questione delle marmotte.
    Allora mi scuso però secondo me se uno si sognasse di dire che so alle donne, voi che siete donne andate dallo psicologo, opppure se uno dicesse ai mancini voi mancini andate dallo psicologo, oppure che so voi che allevate le formiche andate dallo psicologo, secondo me gli interessati si sentirebbero offesi.

    Non basta, penso, essere omosessuali per non sentirsi offesi.

    [L'accenno alle formiche è un omaggio a Braibanti, personaggio cult per tutti gli scout]

    ha scritto il 

  • 4

    l'arte dell'insulto... made in China...

    Questo piccolo ma interessante libro, costituisce a mio giudizio un piccolo gioiello della saggezza cinese... lo definirei innanzitutto un manuale di autodifesa da coloro i quali decidono di insultarci e in secondo luogo un utile mappa per comprendere la psicologia che si innesca quando si decide ...continua

    Questo piccolo ma interessante libro, costituisce a mio giudizio un piccolo gioiello della saggezza cinese... lo definirei innanzitutto un manuale di autodifesa da coloro i quali decidono di insultarci e in secondo luogo un utile mappa per comprendere la psicologia che si innesca quando si decide di insultare qualcuno... come per l'arte della guerra, questo libro è un vero e proprio manuale di sopravvivenza quotidiana...
    Leggetelo con attenzione e fate tesoro di ciascuna delle dieci regole in esso menzionate....
    Consigliatissimo...
    Costo € 10

    ha scritto il 

Ordina per