Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La noia de la perla

By Tracy Chevalier

(15)

| Mass Market Paperback | 9788482642949

Like La noia de la perla ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

871 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Evocativo, misterioso proprio come i dipinti di Vermeer. Una lettura appassionante che ti conduce per mano alla scoperta della vita nell'Olanda del diciassettesimo secolo.

    Is this helpful?

    Vandebeers said on Oct 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E mezzo.

    Il romanzo, appena uscito, ha alzato un polverone enorme che mi ha tenuta a debita distanza.. Sempre pensato che non facesse per me e che mi avrebbe tediato a morte; avrei continuato felice per la mia strada senonché: al mercatino mi imbatto sempre n ...(continue)

    Il romanzo, appena uscito, ha alzato un polverone enorme che mi ha tenuta a debita distanza.. Sempre pensato che non facesse per me e che mi avrebbe tediato a morte; avrei continuato felice per la mia strada senonché: al mercatino mi imbatto sempre nei romanzi della Chevalier e mi chiamano come le Sirene con Ulisse; il romanzo è stato scelto come lettura di ottobre in un gruppo che frequento e ho deciso di buttarmi (è anche breve!).
    Che dire.. Non mi è dispiaciuto, ma non ha nemmeno fatto breccia nel mio cuore tanto da venir considerato il "Romanzo che salverà il mondo dalla perdizione in cui siamo finiti".
    Caruccio, dai! :D
    Il problema principale è che, una volta finito, non ho sentito nessun senso di vuoto e la storia scivola via silenziosa.
    Una cosa mi è davvero piaciuta, devo esser sincera: quando Griet descriveva i quadri che Vermeer stava dipingendo mi ha entusiasmato andarli a cercare su internet, vederli con mano e sentirmi complice dell'artista e di Griet, proprio come se fossi stata presente anche io.. Ho riconosciuto gli elementi che sono stati aggiunti, tolti, modificati e soprattutto la mantellina giallo canarino che passa di quadro in quadro.. Ecco, su questo punto mi ha colpito e speravo sempre di trovare nuovi quadri per studiarli.. :3
    Vermeer mi ha fatto un po' di antipatia.. E prendila una tua posizione, vigliacco! Tipico degli uomini non assumersi responsabilità =P
    La storia scorre però in modo troppo piatto, non c'è suspense né una svolta improvvisa.. La scrittura della Chavalier non è male, ma nemmeno brilla: insomma, un libro medio per qualche ora di distrazione, ma nulla di eccezionale.

    Leggerò altro della Chevalier? Mmm.. Speravo che la lettura di questo libro mi avrebbe sbloccato in un senso o nell'altro, ma sono ancora incastrata in questa impasse: al momento propendo per il no, non leggerò altro.. Però c'è quel pizzico di curiosità che non si quieta.. Se avete suggerimenti su un'altra sua opera che mi faccia provare qualche emozione in più rispetto a "La ragazza con l'orecchino di perla".. ditemi!

    Is this helpful?

    Sery-amente (Di nuovo sul blog! *_*) said on Oct 15, 2014 | 8 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Bello il film e bello il libro

    Is this helpful?

    Mirella said on Oct 15, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Lettura piacevole e scorrevole.
    Non un grande capolavoro, ma un bel libro con cui passare qualche ora...

    Is this helpful?

    Josephine.March. said on Oct 5, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Divorato in due giorni!

    "Non è il quadro che è cattolico o protestante", spiegò, "ma chi lo guarda, e quello che lui si aspetta di vedere. Un quadro in una chiesa è come una candela in una stanza buia: serve a vedere meglio. E' il ponte tra noi e Dio. Ma non è una candela p ...(continue)

    "Non è il quadro che è cattolico o protestante", spiegò, "ma chi lo guarda, e quello che lui si aspetta di vedere. Un quadro in una chiesa è come una candela in una stanza buia: serve a vedere meglio. E' il ponte tra noi e Dio. Ma non è una candela protestante o cattolica. E' una candela e basta".
    Dopo molti anni dalla visione del film, ho finalmente letto questo piccolo capolavoro. Un romanzo ben scritto, coinvolgente, appassionante e che invita a sognare pensando ai capolavori di Veermer e ai paesaggi incantevoli dei Paesi Bassi. Sembra di vivere in quell'epoca, di poter sentire l'odore dell'atelier, di vedere quei colori che sono il frutto di miscugli e sapienti utilizzi... Favoloso.

    Is this helpful?

    Emma said on Oct 2, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Non è brutto il libro in sé. E' scritto bene e la lettura è sia scorrevole sia piacevole.
    Però non l'ho trovato entusiasmante come mi avevano promesso, anzi non l'ho trovato entusiasmante per niente. Gli avvenimenti sono abbastanza piatti e non c'è n ...(continue)

    Non è brutto il libro in sé. E' scritto bene e la lettura è sia scorrevole sia piacevole.
    Però non l'ho trovato entusiasmante come mi avevano promesso, anzi non l'ho trovato entusiasmante per niente. Gli avvenimenti sono abbastanza piatti e non c'è nemmeno un momento di suspance.
    La fine poi è tremenda: lei che vende gli orecchini pensando solo al ricavato. Ho capito che si è creata una famiglia, che ha accettato il marito, e che è fortunata perché Pieter è onesto e le permette di dare una vita dignitosa ai suoi figli, ma gli orecchini sono la prova che Vermeer in realtà teneva a lei e non al quadro. E lei cosa fa? Li vende...

    Is this helpful?

    Silvias91 said on Sep 22, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book