La nostalgia felice

Voto medio di 288
| 60 contributi totali di cui 48 recensioni , 11 citazioni , 0 immagini , 0 note , 1 video
Dopo il terremoto di Fukushima, Amélie Nothomb torna per la prima volta in Giappone nel 2012, a distanza di quasi vent'anni dalla devastante ed esilarante esperienza raccontata in Stupore e tremori e in Né di Eva né di Adamo. Un viaggio sentimentale ...Continua
Lady Libro
Ha scritto il 12/03/16
Ritorno al passato: tra nostalgia e monotonia
Ennesimo romanzo autobiografico di Amélie Nothomb. Stavolta peró non si tratta di una semplice rievocazione, ma di un vero e proprio viaggio di ritorno in quel passato, in quella sua amata vita giapponese tante volte raccontata nei suoi libri. E legg...Continua
Pollapollina
Ha scritto il 06/03/16

È un'Amélie più adulta quella che in questo romanzo come sempre autobiografico ci racconta del ritorno in Giappone a visitare i luoghi dell'infanzia. Un po' meno folle, un po' più riflessiva.

Agostino
Ha scritto il 22/02/16
Terminato anche il terzo racconto autobiografico della trilogia Giapponese della Nothomb. Questo l'ho preferito, commovente l'incontro con la tata e ottimi spunti sulla vacuità, tema fondamentale dello zen. Diciamo che se si evita di leggere questi 3...Continua
*Mpina*
Ha scritto il 14/02/16
...e mezzo!
Libro con cui concludo (per ora!) la lettura dei libri di questa scrittrice. "La nostalgia felice" è strettamente legato a "Stupore e tremori" e "Né di Eva né di Adamo". Amélie (ormai è una vecchia amica) torna in Giappone a girare un documentario su...Continua
Rae
Ha scritto il 30/11/15
Amelie torna in giappone, e re incontra la propria tata, e l'ex fidanzato coprotagonista di Nè di Eva nè di Adamo. A me a Nothomb piace, la trovo introspettiva e scorrevole al tempo stesso, avvincente e poetica, crea bellissime immagini. ...Continua

ilcavallodibrunilde
Ha scritto il Jun 21, 2016, 12:09
La salvezza appartiene al campo del più bizzarro mistero. Il 21 dicembre 2011 ho ricevuto in regalo un bonsai di raffinata bellezza. L'ho portato nel mio appartamento e l'ho battezzato Swift. Due settimane dopo Swift ha cominciato a morire. Sono cors...Continua
Sandroman
Ha scritto il Jun 16, 2015, 03:26
“Giura a te stessa, Amélie, che non sarai mai più triste e neanche malinconica; chi ha sfiorato l’Everest non ne ha il diritto. Il massimo che ti concedo, ormai, è la nostalgia felice.”
Sandroman
Ha scritto il Jun 16, 2015, 03:25
Ahimè, non è vero che non c’è nessuno: ci sono io, cosa che non riesco mai a eliminare
Sandroman
Ha scritto il Jun 16, 2015, 03:25
L’imbarazzo è uno strano difetto del centro di gravità: può provarlo solo una persona con un nucleo che è rimasto fluttuante. Le persone solidamente centrate non capiscono di cosa si tratti. L’imbarazzo presuppone un’ipertrofia della percezione dell’...Continua
Sandroman
Ha scritto il Jun 16, 2015, 03:24
Ho conosciuto così tanti addii che ne ho il cuore devastato

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

Rosa
Ha scritto il Dec 09, 2015, 18:42
Amélie Nothomb, une vie entre deux eaux
Autore:

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi