Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La nostra guerra (1940-1945)

Di

Editore: Mondadori

3.8
(97)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 324 | Formato: Altri

Isbn-10: 8804426756 | Isbn-13: 9788804426752 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati , Copertina rigida

Genere: History

Ti piace La nostra guerra (1940-1945)?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    L'A. è uno storico ma anche un giornalista e questa duplice anima emerge in molti dei suoi (numerosissimi) libri, questolibro non fa eccezione: il testo è divulgativo, si legge agevolmente e non è troppo "ingessato" nel proporre interpretazioni di fatti e di personaggi.


    Delle 300 pagine to ...continua

    L'A. è uno storico ma anche un giornalista e questa duplice anima emerge in molti dei suoi (numerosissimi) libri, questolibro non fa eccezione: il testo è divulgativo, si legge agevolmente e non è troppo "ingessato" nel proporre interpretazioni di fatti e di personaggi.

    Delle 300 pagine totali solo un terzo è dedicato alle vicende belliche che hanno visto impegnate le Forze Armate italiane perciò lo spazio più ampio è dedicato alla caduta del Fascismo, alla Repubblica Sociale ed alla lotta partigiana.

    Il pregio maggiore del libro è quello di sintetizzare sei anni cruciali e complessi.

    ha scritto il 

  • 5

    Uno spaccato dettagliato della II guerra mondiale, con alcune omissioni e ben poche storture.
    Molte cose si sanno, altre no, comunque, una fluidissima lettura ci
    porta a quei terribili gioni, che sconvolsero il nostro paese.

    ha scritto il 

  • 3

    La nostra guerra 1940-1945

    Un ottimo libro su quella che fu la grande tragedia della seconda guerra mondiale. Petacco e' storico lucido ed imparziale ( per quanto lo si puo' essere parlando della seconda guerra mondiale), manca quella vis polemica che e' tipica dei libri di Pansa, dove si creano le opposte fazioni tra deni ...continua

    Un ottimo libro su quella che fu la grande tragedia della seconda guerra mondiale. Petacco e' storico lucido ed imparziale ( per quanto lo si puo' essere parlando della seconda guerra mondiale), manca quella vis polemica che e' tipica dei libri di Pansa, dove si creano le opposte fazioni tra denigratori ed fans dell'autore. Il libro di Petacco invece non lascia trascici polemici, e si legge con piacere. voto 7/10

    ha scritto il 

  • 5

    Petacco a scuola !

    Alla fine di un conflitto le menzogne dei vinti vengono smascherate, quelle dei vincitori diventano storia


    Detto questo (citazione dalla prima pagina), c'è poco da aggiungere alla breve descrizione che si fa di questo libro in copertina, che peraltro è una delle più veritiere che ab ...continua

    Alla fine di un conflitto le menzogne dei vinti vengono smascherate, quelle dei vincitori diventano storia

    Detto questo (citazione dalla prima pagina), c'è poco da aggiungere alla breve descrizione che si fa di questo libro in copertina, che peraltro è una delle più veritiere che abbia mai incontrato. Petacco dà sempre a Cesare quel che è di Cesare, raccontandoci la storia partendo dagli uomini che ne sono stati i protagonisti, con le loro glorie e le loro ombre. Un ritmo di scrittura serrato ed uno stile asciutto rendono il tutto molto magnetico. Sembra un romanzo, ma non lo è. Equilibrato nei giudizi e privo di retorica restituisce attualità a fatti avvenuti tanto tempo fa.

    ha scritto il 

  • 1

    Blah!

    Avevo bisogno di leggere una storia dettagliata della seconda guerra mondiale. Curiosando tra i titoli della collana Oscar storia ho visto quest'opera e l'ho acquistata.


    La delusione è stata purtroppo totale, non credo proprio di avere letto un testo obiettivo ed imparziale.


    Non mi ...continua

    Avevo bisogno di leggere una storia dettagliata della seconda guerra mondiale. Curiosando tra i titoli della collana Oscar storia ho visto quest'opera e l'ho acquistata.

    La delusione è stata purtroppo totale, non credo proprio di avere letto un testo obiettivo ed imparziale.

    Non mi interessano le polemiche politiche, soprattutto per fatti accaduti oramai quasi settant'anni fa, ma onestamente il modo con cui è scritto questo testo di storia (!?) mi ha profondamente irritato.

    Vorrei scrivere nel dettaglio i motivi che mi portano ad affermare quanto ho detto sopra, ma sottrarrei inutilmente del tempo alla lettura di qualche altro libro che, al contrario di questo, potrebbe meritare la mia attenzione.

    Per ora mi fermo qui, ma invito chiunque conosca opere storiche di valore, scritte da persone oneste (né storici filocomunisti né revisionisti da contratto, come questi tanti ex giornalisti prezzolati dagli editori), da Storici neutrali, e dico Storici con la S maiuscola, a darmene cortesemente indicazioni, di modo che possa non perdere più tempo leggendo libracci di nessun senso.

    Grazie!

    ha scritto il 

  • 4

    Bel libro, ripercorre la scellerata guerra italiana, guidata da uno stato maggiore pavido e incapace, se posso fare un appunto, ho trovato la seconda parte, quella che va dal 1943 al 1945 un po' sbrigativa, forse è solo una mia impressione, ma manca la minuzia che è invece ben presente nalla prim ...continua

    Bel libro, ripercorre la scellerata guerra italiana, guidata da uno stato maggiore pavido e incapace, se posso fare un appunto, ho trovato la seconda parte, quella che va dal 1943 al 1945 un po' sbrigativa, forse è solo una mia impressione, ma manca la minuzia che è invece ben presente nalla prima parte, rende bene però la vergogna del comportamento del Re e di Badoglio che non hanno esitato ad abbandonare gli italiani e le truppe armate al loro destino pur di salvarsi.

    ha scritto il 

  • 3

    Il titolo già lo spiega: un agile libretto sulla seconda guerra mondiale così come è stata combattuta e (soprattutto) subita dagli italiani. Migliore - più obiettivo, più serio - nella prima parte, quella militare, mentre nella seconda parte, relativa al periodo successivo all'armistizio, l'autor ...continua

    Il titolo già lo spiega: un agile libretto sulla seconda guerra mondiale così come è stata combattuta e (soprattutto) subita dagli italiani. Migliore - più obiettivo, più serio - nella prima parte, quella militare, mentre nella seconda parte, relativa al periodo successivo all'armistizio, l'autore dimostra il proprio persistente coinvolgimento ideologico, perde le vesti e l'indipendenza intellettuale dello storico e assume quelle del simil-pansa esibendo ad ogni piè sospinto una malcelata antipatia per i "comunisti", ripetutamente contrapposti ai partigiani "buoni".
    La parte sulla morte di Mussolini è inquietante per la compassione e l'emotività che vuole trasmettere (e che contraddice l'atteggiamento fortemente critico ostentato sino a quel momento nei confronti del duce), più da romanzo o da piece teatrale che da resoconto storico.
    Bella invece, efficace, coinvolgente, la descrizione della ritirata di Russia.

    Ondivago.

    ha scritto il