La notte di Saint-Germain-des-Prés

L'investigatore Nestor Burma, 4

Di

Editore: Fazi (Fazi Tascabili, 27)

3.7
(82)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 187 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8881123916 | Isbn-13: 9788881123919 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Federica Angelini

Genere: Mistero & Gialli

Ti piace La notte di Saint-Germain-des-Prés?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
È il VI Arrondissement, questa volta, a fare da scenario alle avventure di Nestor Burma, il Saint-Germain-des-Prés, celebre per i locali notturni di una Parigi in fermento nel secondo dopoguerra. Incaricato da un ambiguo assicuratore che cerca di recuperare una refurtiva di gioielli per non liquidare il danno subito dalla propria cliente, Burma si trova a setacciare il quartiere e a imbattersi fin da subito nel cadavere di un personaggio apparentemente implicato nel colpo. Per risolvere il caso il nostro investigatore dovrà muoversi in un mondo popolato da scrittori falliti, artisti frustrati, musicisti di colore, aspiranti miss o attrici, tossicodipendenti che vivono in notti fumose e alcoliche dove l'omicidio appare come una facile soluzione agli imprevisti del caso. In un serrato succedersi di colpi di scena, Burma riuscirà a risolvere tutti i misteri della vicenda in un finale a sorpresa degno delle migliori pagine in assoluto del grande Léo Malet.
Ordina per
  • 3

    Jacques tardi, copertina; Federica Angelini, traduzione; Luigi Bernardi curatore delle opere di Malet per Fazi, in questo caso il “nuovo mistero di Parigi” ambientato nel VI Arrondissement, La nuit de ...continua

    Jacques tardi, copertina; Federica Angelini, traduzione; Luigi Bernardi curatore delle opere di Malet per Fazi, in questo caso il “nuovo mistero di Parigi” ambientato nel VI Arrondissement, La nuit de Saint-Germain-des-Prés. Jardin du Luxembourg, Boulevard Raspail, Blvd. Saint-Germain, Le Deux Magosts, Café Flore, Rue Bonaparte, la grande chiesa di Saint Sulpice fanno da sfondo a questo romanzo, uno di quelli in cui Malet pare divertirsi di più: a un certo punto, l’uomo interrogato da Burma sta leggendo un Maigret (e di questo romanzo si parlerà ripetutamente), poi il detective si chiede se leggerà anche i polar di Boileau-Narcejac, aleggiano i fantasmi di Sartre e Simone de Beauvoir, Yves Tanguy, Alfred Jarry e altri intellettuali dell’epoca. L’atmosfera del “villaggio” (St.Germain) è resa con particolare cura, ma alla fine mi è rimasta l’impressione che si tratti della più caotica e confusa fra le trame di questa serie, la più simile a un’improvvisazione jazz.

    ha scritto il 

  • 5

    ''Sa che il VI arrondissement è quello che conta più donne travestite da uomo e più uomini vestiti da donne? Non parlo di scozzesi, è chiaro. I preti.''

    ''A, è il caso A; il caso uno
    è il caso uno, ca ...continua

    ''Sa che il VI arrondissement è quello che conta più donne travestite da uomo e più uomini vestiti da donne? Non parlo di scozzesi, è chiaro. I preti.''

    ''A, è il caso A; il caso uno
    è il caso uno, caso A.

    C, è il fuoco.

    Ferma per il mio calvario
    All'incrocio dei desideri
    Con in mano
    Rose sanguinanti come fossero chiodi
    E sul petto
    I due ladroni palpitanti.''
    - Rugit le coeur, Rémy Brandwell

    Con un accenno a Una testa in gioco di Simenon (con il Radek di Volonté, ovvio)e a un misterioso film del 1932, Una pericolosa partita, che mi ricorda tanto un incrocio tra La Decima VIttima e L'Isola del dottor Moreau...

    ha scritto il 

  • 4

    Ogni avventura di Burma ci porta in un diverso arrondissement di Parigi e i romanzi di Malet diventano un'insolita guida alla città.
    Atmosfere tipicamente parigine; i lampioni dei boulevards e i vicoli ...continua

    Ogni avventura di Burma ci porta in un diverso arrondissement di Parigi e i romanzi di Malet diventano un'insolita guida alla città.
    Atmosfere tipicamente parigine; i lampioni dei boulevards e i vicoli segreti; locali fumosi e maglioni scuri a collo alto; intellettuali, ballerine e bohémiens; insolenza, indolenza e ironia.
    Nel leggere i libri, se si fa la dovuta attenzione, si può anche sentire risuonare il lontananza qualche nota della Piaf.
    Insomma, gialli godibilissimi!

    ha scritto il