La panchina della desolazione

Racconti d'autore 2015 n.44

Voto medio di 32
| 14 contributi totali di cui 11 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ghân-buri-Ghân
Ha scritto il 08/08/16
A volte, è difficile capire dove vuole andare a parare l'autore. Il dolore che diventa virtù? La virtù che diventa dolore? La speranza è, anche, accettazione? Accettare, è una speranza? C'è sempre speranza? Scritto bene ma il senso non è chiaro, e im...Continua
sandra
Ha scritto il 05/07/16
E’ sulla panchina della desolazione che si muovono i personaggi del racconto, Herbert Dodd, bello, colto e raffinato, praticamente perfetto se non fosse che trascorre il suo tempo seduto sulla panchina del fallimento e della malinconia, vittima del p...Continua
Antonio Di Leta
Ha scritto il 31/03/16
https://antoniodileta.wordpress.com/2016/03/31/la-panchina-della-desolazione-henry-james/ “Per lui, quel sedile, termine della sua passeggiata, era sacro; se lo rappresentava da anni come l’ultimo (sebbene ce ne fossero altri, non immediatamente vici...Continua
Francesco58
Ha scritto il 19/03/16
La panchina della desolazione
James non è un autore che si può leggere in maniera distratta. All'inizio il racconto appare lento e a tratti noioso, ma poi si sviluppa e prendeil lettore mostrando tutte le sue capacità narrative, fino all'inatteso finale. Un altro piccolo capolav...Continua
Piperitapitta
Ha scritto il 29/07/14
Labirinti.
Ogni volta che inizio a leggere Henry James mi sembra di essere appena entrata in uno di quei giardini labirinto che si aprono misteriosi nelle ville nobiliari dei secoli scorsi. Una prosa sempre elegante, ricca di deviazioni e bivi, una maniera mai...Continua

Wonambi
Ha scritto il May 08, 2016, 03:46
Con tutto quello che era accaduto e svanito, la panchina della desolazione era ancora là, allo stesso modo che l'immortale incarnato del cielo conservava a occidente la sua indistruttibile cortina.
Pag. 24
Wonambi
Ha scritto il May 08, 2016, 03:11
In tal modo, fin dai tempi più lontani di cui aveva ricordo, c'erano state cose intorno a lui delle quali aveva sofferto, mentre gli altri non ne soffrivano; e aveva tenuto la maggior parte della sofferenza per sé - il che gli aveva insegnato, in un...Continua
Pag. 11
Wonambi
Ha scritto il May 08, 2016, 03:09
Le parole orrende e terribili, spietatamente pronunciate dalle labbra di lei, somigliavano alle dita d'una mano ch'ella si fosse cacciata in tasca per tirarne fuori l'oggetto mostruoso meglio adatto a rappresentare - come doveva chiamarlo? - un guant...Continua
Pag. 5

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi