La parte del diavolo

Elementi di sovversione postmoderna

Voto medio di 5
| 3 contributi totali di cui 3 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 03/08/09
Maffesoli, Michel, La parte del diavolo, Roma, luca sossella editore, 2003.
Presentazione di Alessandro Chalambalakis
in Ctonia -1, Ottobre 2007.
www.ctonia.com

Questo volumetto, la cui prima edizione francese è del 2002, è estremamente chiaro
...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 20/02/09

Proprio come Bauman, anche Maffesoli - il suo alter ego malvagio - sta scrivendo da anni lo stesso libro (lo stesso capitolo di libro, in realtà). Perciò si può parlare de "L'istante eterno" e di "La parte del diavolo" insieme.

L'idea

Proprio come Bauman, anche Maffesoli - il suo alter ego malvagio - sta scrivendo da anni lo stesso libro (lo stesso capitolo di libro, in realtà). Perciò si può parlare de "L'istante eterno" e di "La parte del diavolo" insieme.

L'idea di fondo di entrambi i libri è che la cultura post-moderna sta rivalorizzando tutto ciò che la modernità giudaico-cristiana aveva escluso come non funzionale al proprio progetto di dominio, e come immorale rispetto a una trascendenza imbalsamata. Si tratta del dionisiaco e dell'orgiastico, dell'ambiguo e dell'estremo che caratterizzano in particolare le culture giovanili. Così, è ormai giunta l'ora di liquidare i vecchi moralisti/ismi e di affrontare - e celebrare - il reale così com'è: accettare la morte, la grande espunta della modernità, per abbracciare pienamente la vita.

Operazione che però sono proprio libri come questi a rendere disperata ("Del Nomadismo" non mi sembrava così ingenuo, ma dovrei rileggerlo): quello che Maffesoli propone è infatti una versione a fumetti di Deleuze, di Nietzsche, di Negri, di Spinoza e di tutti quegli autori da cui varrebbe la pena ripartire per ri-valorizzare l'immanenza: versione, appunto, che nel suo immoralismo provocatorio e sempliciotto risulta piuttosto facile da fare a brandelli.

Un esempio: il dionisiaco e l'estremo sono letti come ri-generatori del legame sociale attraverso la celebrazione di una vita che ha imparato ad accettare la morte. Esempi di dionisiaco ed estremo sono le pratiche pericolose e le grande adunate "neopagane" di massa. Esempi di pratiche pericolose sono i rodei in automobile, e delle grandi adunate neopagane i rave e gli eventi musicali (si perdoni questo movimento verso il concreto, ma è di celebrazione del reale in quanto tale che stiamo parlando).

Ora: che succede se mentre io sto celebrando la pienezza della vita attraverso l'accettazione della morte con un rodeo in automobile investo Maffesoli? (è possibile un'etica dell'immanenza?). Secondo: il fatto che i grandi raduni di massa dei regimi nazi-fascisti, fossero ancor più orgiastici e neopagani di un concerto di Madonna (esempio suo) non ci dovrebbe suggerire perlomeno qualche cautela, prima di procedere alle celebrazioni? (L'orgiastico è sempre politicamente liberatorio nei confronti delle strutture del moderno?).

Le obiezioni potrebbero moltiplicarsi all'infinito, ma forse, alla fine, il discorso è che il nemico da battere non è più la strutture rigida di una modernità ormai finita (rigida perchè costruita sulle dicotomie eterne di bene/male, funzionale/disfunzionale), ma quella fluida e inglobante della postmodernità, che già include - per lo meno fino a un certo punto - il dionisiaco, l'orgiastico e il plurale nelle proprie modalità di funzionamento.

In sostanza, non è soltanto che Maffesoli ormai non ci basta più: è che proprio che ci sputtana con i nostri avversari. ...Continua

  • 2 commenti
Ha scritto il 04/11/07
Se fosse un micro-saggio di 15 pagine sarebbe perfetto, ma il filosofo voleva pubblicare un libro e così non fa che ripetere gli stessi concetti. Un lungo sproloquio.
  • 1 mi piace
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi