La passeggera

Di

Editore: Scrittura & Scritture (Voci)

5.0
(1)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 237 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8889682817 | Isbn-13: 9788889682814 | Data di pubblicazione: 

Ti piace La passeggera?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    La Passeggera di Daniela Frascati

    Daniela Frascati ha fatto centro. Il suo stile unico e accattivante è stato in grado di coinvolgermi pagina dopo pagina. Sempre fluida, dritta al punto, è riuscita a dipingere un quadro pittoresco e a ...continua

    Daniela Frascati ha fatto centro. Il suo stile unico e accattivante è stato in grado di coinvolgermi pagina dopo pagina. Sempre fluida, dritta al punto, è riuscita a dipingere un quadro pittoresco e allo stesso tempo grottesco. Tanto di cappello. Ho adorato l’ambientazione. Il transatlantico Il Paradiso. Non ho potuto far a meno di soffermarmi sul nome. Il paradiso come ci viene descritto sin da piccoli è un luogo dove non alberga alcun male, le anime raggiungono la beatitudine, come anche lo stesso Dante conferma. Ironia della sorte, sul transatlantico, i viaggiatori non avranno la stessa sorte. Al contrario, per il capitano Zocalo la sua nave è perfetta. Suddivisa in classi: prima, seconda e terza, non ha nulla da invidiare ad altre navi.
    Nel suo universo perfetto e ben suddiviso qualcosa o meglio qualcuno sconvolge il perfetto equilibrio dell’ordine: una bambina apparsa all’improvviso. Il suo nome è Aquilina. Non parla e gli altri bambini la temono, soprattutto per i versi che emette: suoni gutturali, simili a quelli degli animali. Per questo le è difficile stabilire un contatto con qualcuno.

    C’è qualcosa che alberga dentro la nave, qualcosa con cui nessun uomo è pronto a far fronte: il mistero. Le persone iniziano a scomparire dal nulla e come se non bastasse anche uno strano morbo inizierà a decimarli uno ad uno.

    Ogni libro è un’avventura. Non si sa mai dove porterà. Dal Paradiso all’Inferno, può condurci ovunque. Come in questo caso. Mentre procedevo con la lettura ho avuto l’impressione che il particolare dove mi ero soffermata, il nome, sia la chiave per interpretare il tutto. La vita è un’illusione e così lo è anche il nostro transatlantico. Si tratta solo di una facciata mascherata da abisso. Uno da cui è semplice venire risucchiati. Anche la stessa copertina racchiude un messaggio fondamentale. Il sottile equilibrio tra bene e male. Uno scontro di due forze che va avanti sin dall’alba dei tempi. Eppure là dove c’è molta luce l’ombra è sempre più calcata e viceversa, quando l’oscurità ci avvolge, uno spiraglio riuscirà a salvarci sempre.

    Questo è un romanzo ricco di significato al quale bisogna prestare la dovuta attenzione. Trovo che l’autrice, come avevo detto anche all’inizio, abbia fatto centro, in pieno. Lo consiglio vivamente a chi vuole staccare dai soliti romanzi e voglia avventurarsi alla ricerca di impalpabili misteri. Promosso a pieni voti.

    ha scritto il