La passione secondo Therèse

Di

Editore: Feltrinelli

3.9
(5317)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Inglese , Tedesco , Spagnolo , Catalano

Isbn-10: A000059983 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Umorismo

Ti piace La passione secondo Therèse?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Possibile doppione.Per favore riferirsi a:http://www.anobii.com/books/La_passione_secondo_Thérèse/9788807816291/010746aedc2a84b1ad/
Ordina per
  • 5

    " Ma le conseguenze non hanno bisogno che nessuno le tragga, diversamente dalle conclusioni che non chiedono altro."

    Dopo che anche l'indovina Thérèse resta imprevedibilmente trafitta dagli strali di Cupido anche se in maniera non convenzionale e del resto del tutto in linea col personaggio , con quest'ultimo (ahimé ...continua

    Dopo che anche l'indovina Thérèse resta imprevedibilmente trafitta dagli strali di Cupido anche se in maniera non convenzionale e del resto del tutto in linea col personaggio , con quest'ultimo (ahimé!) romanzo si chiude il ciclo di Belleville .
    Quindi avendo esaurito già tutte le iperboli ed i superlativi per i libri precedenti mi resta ben poco da aggiungere se non ribadire che cinque stelle sono sicuramente sovrabbondanti ma valgono ad esprimere il mio totale apprezzamento per tutte le avventure della scoppiettante famiglia Malaussène.
    E so già che mi mancheranno tantissimo.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    http://www.scaffalivirtuali.altervista.org/index.php?bookid=437

    É un sesto capitolo piuttosto anomalo, questo, sotto molti punti di vista. L'idea che me ne sono fatto è che l'autore ha ritenuto necessario aggiungere un nuovo capitolo per ben completare una serie c ...continua

    É un sesto capitolo piuttosto anomalo, questo, sotto molti punti di vista. L'idea che me ne sono fatto è che l'autore ha ritenuto necessario aggiungere un nuovo capitolo per ben completare una serie che altrimenti avrebbe avuto un finale sottotono. Il precedente volume di questa saga l'ho trovato piuttosto inutile, questo invece è piacevole anche se non ai livelli dei primi romanzi. Il protagonista è Benjamin, stavolta però la coprotagonista non è Julie ma Thérèse. La sorella di Benjamin si innamora di un uomo discendente da una stirpe nobile ma piena di scheletri nell'armadio. Benjamin teme per sua sorella un po' per gelosia un po' per cattivi presentimenti. Si immagina già di essere per l'ennesima volta capro espiatorio stavolta senza miracoli dell'ultima ora che lo salvino dalla galera, si prepara al suo destino che, tuttavia, è abbastanza diverso dal cattivo presagio. C'è l'indagine, c'è anche il capro espiatorio (che non è Benjamin!), c'è qualche vittima e c'è anche qualche colpo di scena. Per farla breve è un libro piacevole che non riesce a raggiungere i livelli dei primi volumi della saga, ma che mette fine ad essa in modo più che decoroso. Una saga che tutti gli amanti della lettura e in particolare del giallo dovrebbero leggere.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi manchera' la tribu' Malaussene.
    Con questo capitolo si chiude la saga, sembra scritto in maniera piu' "sbrigativa" rispetto agli altri. Come se Pennac avesse fretta di farla finita con l'intera tri ...continua

    Mi manchera' la tribu' Malaussene.
    Con questo capitolo si chiude la saga, sembra scritto in maniera piu' "sbrigativa" rispetto agli altri. Come se Pennac avesse fretta di farla finita con l'intera tribu oppure ha cercato di rendere il distacco meno doloroso concedendo un addio veloce che non ti desse la capacita' di realizzare che le avventure dei Malaussene terminano qui.

    ha scritto il 

  • 5

    Come sempre divertente e grottesco, Pennac non si smentisce mai.
    Protagonisti a parte, in questo episodio della saga mi sono affezionata ancora di più a due personaggi della tribù che fanno sempre il ...continua

    Come sempre divertente e grottesco, Pennac non si smentisce mai.
    Protagonisti a parte, in questo episodio della saga mi sono affezionata ancora di più a due personaggi della tribù che fanno sempre il lavoro sporco: Mo il Mossi e Simon il Cabila.
    Rido tantissimo di fronte alle situazioni strampalate e balorde che li vedono in primo piano... anche se con loro le botte non mancano mai, assumono comunque un atteggiamento innocente e scanzonato della serie "se lo meritava".
    Pennac riesce a far passare questa violenza non come qualcosa di brutale, ma al contrario tutto prende una sfumatura candida e smaliziata.

    ha scritto il 

  • 4

    Soddisfatta.

    Sono molto contenta che Pennac abbia deciso di dedicare un libro a Thérèse, sono sicuramente di parte in quanto è la mia beniamina ma era un must.
    Un personaggio particolare, ''spigoloso'' ed ermetico ...continua

    Sono molto contenta che Pennac abbia deciso di dedicare un libro a Thérèse, sono sicuramente di parte in quanto è la mia beniamina ma era un must.
    Un personaggio particolare, ''spigoloso'' ed ermetico.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per