La peau sur les os

By

Editeur: J'ai lu

3.7
(1936)

Language: Français | Number of pages: 376 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) English , Spanish , Italian , German , Chi traditional , Swedish , Dutch , Japanese , Turkish , Polish , Czech , Portuguese , Slovenian

Isbn-10: 2277224359 | Isbn-13: 9782277224358 | Publish date: 

Translator: François Lasquin

Category: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Aimez-vous La peau sur les os ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 3

    Voto: 6

    L'ultima opera di Bachman prima che la sua identità venisse smascherata, Thinner è un romanzo dalle premesse molto interessanti, forse fin troppo sottovalutato. Sarebbe stato una piccola gemma ...continuer

    Voto: 6

    L'ultima opera di Bachman prima che la sua identità venisse smascherata, Thinner è un romanzo dalle premesse molto interessanti, forse fin troppo sottovalutato. Sarebbe stato una piccola gemma se l'autore avesse spinto di più sull'ambiguità morale del protagonista e sulla sua obesità, e se certi punti fossero stati gestiti meglio (il lungo e fin troppo dettagliato racconto di Ginelli al campo rom).
    Interessante in ogni caso il topos degli zingari, inseribile nel più grande tema della paura dell'"altro" in campo gotico e horror.

    dit le 

  • 3

    Non tra i miei preferiti di King, ma comunque godibile. Come mi è successo per altri lavori di Bachmann, in alcuni periodi lo trovo simile allo stile di Palahniuk

    dit le 

  • 3

    Racconto un po' strano: l'inizio non è scritto benissimo e non si capisce bene dove si vada a parare...ma superato questo scoglio, la vicenda si fa davvero avvincente e la scrittura migliora parecchio ...continuer

    Racconto un po' strano: l'inizio non è scritto benissimo e non si capisce bene dove si vada a parare...ma superato questo scoglio, la vicenda si fa davvero avvincente e la scrittura migliora parecchio.
    Di sicuro non il migliore dei libri di King, ma è un libro che migliora notevolmente pagina dopo pagina.

    dit le 

  • 3

    Una historia sobre maldiciones gitanas que me recuerda muchísimo a la película "Arrástrame al infierno" pero con algunas diferencias.

    dit le 

  • 4

    Un tremendo sortilegio gitano incatena a una sorte da incubo Billy Halleck, noto e influente avvocato: dopo aver investito e ucciso con la sua auto una zingara, è stato infatti assolto da tribunale, m ...continuer

    Un tremendo sortilegio gitano incatena a una sorte da incubo Billy Halleck, noto e influente avvocato: dopo aver investito e ucciso con la sua auto una zingara, è stato infatti assolto da tribunale, ma non dal padre della vittima, che gli ha scagliato addosso un terribile anatema. A Billy resta solo un'ultima mossa per salvarsi: affrontare quel vecchio accecato dall'odio in una partita disperata dove ogni mossa è lecita, ma in cui un destino beffardo giocherà il ruolo di protagonista, riservando un'atroce sorpresa...

    dit le 

  • 4

    DIMAGRA!!!

    assolutamente splendida questa narrazione di stephen king (...la trama intrinseca di sentimenti del protagonista principale è tanto ben stesa quanto inquietante...in alcuni aspetti ricorda "Il ritratt ...continuer

    assolutamente splendida questa narrazione di stephen king (...la trama intrinseca di sentimenti del protagonista principale è tanto ben stesa quanto inquietante...in alcuni aspetti ricorda "Il ritratto di dorian grey" capolavoro assoluto di Oscar Wilde, come il personaggio che non riesce a evitare la maledizione di cui è vittima fino a non riuscirla più a sopportare...meraviglioso il finale...gran libro da leggere assolutamente io l'ho pratiucamente divorato

    dit le 

Sorting by