Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La pedina di vetro

Biografia di Giulia, figlia dell'imperatore Augusto

Di

Editore: Di Renzo Editore

3.8
(48)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 240 | Formato: Altri

Isbn-10: 8886044968 | Isbn-13: 9788886044967 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature , History

Ti piace La pedina di vetro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    "Non tardai ad accorgermi di essere diventata una pedina di vetro trasparente nelle mani del dorso maculato di Augusto..."

    Ho letto questo libro quando avevo dodici anni, e penso sia uno di quelli che mi porterò dietro per tutta la vita. Raramente ho trovato in un romanzo storico-biografico una caratterizzazione così ...continua

    Ho letto questo libro quando avevo dodici anni, e penso sia uno di quelli che mi porterò dietro per tutta la vita. Raramente ho trovato in un romanzo storico-biografico una caratterizzazione così curata dei personaggi, soprattutto della protagonista: Giulia, figlia dell'imperatore Augusto, ed inevitabile "pedina" nella scacchiera del potere. Una donna di una forza d'animo straordinaria, nonostante le numerose "mazzate" che ha dovuto subire. Forse l'autrice si è concessa qualche licenza nella caratterizzazione di Livia, moglie d'Augusto, resa un po' troppo "regina cattiva" della situazione. Per quanto mi riguarda, però, non si è trattato di eclatanti stravolgimenti della storia dell'epoca. Philippa Gregory, leggi e impara!

    ha scritto il 

  • 4

    La Giulia che non fu mai Augusta

    Alcune verità storiche di un personaggio storicamente marginale. Ritengo che questo libro sia leggero e scorrevole, trascinante in ogni pagina dell'eco di un esilio. Non basta pero' per completare ...continua

    Alcune verità storiche di un personaggio storicamente marginale. Ritengo che questo libro sia leggero e scorrevole, trascinante in ogni pagina dell'eco di un esilio. Non basta pero' per completare il profilo reale di Giulia, non basta per rendere l'atmosfera della pax Augusta che contrastava con la superbia di questa donna, che comunque ha avuto un pessimo fato e un pessimo destino. E' una storia molto toccante, a mio avviso.

    ha scritto il 

  • 5

    LE TRAME DEI POTENTI

    non cambiano mai. Che siano Berlusconi, Bush o Cesare Augusto. Questa è la storia (romanzata) di Giulia, unica figlia naturale dell'Imperatore Augusto, e di come suo padre, che pure l'amava, le ...continua

    non cambiano mai. Che siano Berlusconi, Bush o Cesare Augusto. Questa è la storia (romanzata) di Giulia, unica figlia naturale dell'Imperatore Augusto, e di come suo padre, che pure l'amava, le rovinò la vita fino ad esiliarla a Ventotene. Si parla dei suoi matrimoni, dei suoi figli, delle sue scelte, dei suoi desideri e dei suoi costumi, tanto distanti da quelli che il padre propagandava nella sua politica di restaurazione. La storia è dolorosa, perchè Giulia fu esclusa anche dall'ingresso, dopo morta, nel Mausoleo costruito dal padre per tutti gli espontenti della gens Giulio - Claudia, ma bellissima. Oltretutto, riesce a chiarire incredibilmente tutte le complicate relazioni di questa famiglia.

    ha scritto il 

  • 4

    In un lungo monologo Giulia, figlia dell'imperatore Ottaviano e dallo stesso relegata in esilio, racconta la sua vita e il longevo regno del padre, tra intrighi, misteri, omicidi. Bellissima la ...continua

    In un lungo monologo Giulia, figlia dell'imperatore Ottaviano e dallo stesso relegata in esilio, racconta la sua vita e il longevo regno del padre, tra intrighi, misteri, omicidi. Bellissima la descrizione della processione alla quale Giulia partecipò e che è stata rappresentata sull'Ara Pacis. Un libro che fa venir voglia di saperne di più sulla storia romana

    ha scritto il