Ha scritto il 16/05/17
UNA QUESTIONE PRIVATA
A Orano, città algerina, scoppia improvvisamente la peste. Lentamente la cittadina si sveglia dal suo torpore caratterizzato da una banale tranquillità, scandita dall’abitudine, per prendere atto della situazione.La narrazione cronachistica e ..." Continua...
  • 8 mi piace
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il 12/05/17
Qualche settimana fa, a una cena in pizzeria, c'era una mia conoscente, una bella donna, molto dolce. Parlavamo d'insonnia e altri problemi comuni. Lei non solo ha problemi ad addormentarsi, non solo si sveglia nel cuore della notte, non solo ha il ..." Continua...
  • 13 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 23/04/17
Tutto un altro stile rispetto a "Lo straniero", questo libro è tipo il riso, cresce cresce, leggi una pagina e aumenta di due, non finisce mai, eterno. Sarà una grande metafora, sarà pure un classico, ma due palle!
  • 1 mi piace
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il 13/04/17
Intenso.
Questo libro ha, per me, molta importanza. È stato il libro che ha dato inizio a un sentimento grande e duraturo.L'intreccio narrativo è molto denso e tratteggiato. Nulla è lasciato al caso. I personaggi, insieme alla peste, questa epidemia ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 03/04/17
Non mi piace Camus, sono giunto a questa conclusione dopo aver letto questo terzo suo libro. Tutti e tre sono stati faticosi, il primo lo ritengo uno dei più complicati che abbia mai letto, La Caduta, il secondo, lo Straniero mi ha straniato ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Jul 31, 2017, 13:52
[...] La sua sola difesa era il rifugiarsi in quest'indurimento, lo stringere il nodo che si era formato in lui. Sapeva bene che gli sarebbe servito per andare avanti; per il resto, non aveva molte illusioni, e la stanchezza gli toglieva quelle che ... Continua...
Pag. 147
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 06, 2017, 07:58
I flagelli, invero, sono una cosa comune, ma si crede difficilmente ai flagelli quando ti piombano sulla testa. Nel mondo ci sono state, in egual numero, pestilenze e guerre; e tuttavia pestilenze e guerre colgono gli uomini sempre impreparati. Il ... Continua...
Pag. 14
  • Rispondi
Ha scritto il Feb 26, 2017, 20:52
"... la gioia è una bruciatura che non si assapora..."
  • Rispondi
Ha scritto il Feb 10, 2017, 11:25
Il male che è nel mondo viene quasi sempre dall’ignoranza, e la buona volontà può fare guai quanto la malvagità, se non è illuminata. Gli uomini sono buoni piuttosto che malvagi, e davvero non si tratta di questo; ma essi più o meno ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 25, 2015, 13:27
Un mondo senz'amore è come un mondo morto e viene sempre un'ora in cui ci si stanca delle prigioni, del lavoro e del coraggio, per domandare il viso d'una creatura e il cuore meravigliato dall'affetto.
  • Rispondi

Ha scritto il Jan 21, 2015, 13:50
vecchia edizione de La Peste. Livre de Poche
vecchia edizione de La Peste. Livre de Poche
  • Rispondi

Ha scritto il Apr 29, 2016, 13:50
843.914
CAM 521
Letteratura Francese
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 13, 2016, 07:16
843.914
CAM 521
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi