Waldo
Ha scritto il 27/10/17
La peste come la guerra (in particolar modo qua la II mondiale). I critici dicono così e ci crediamo che i critici sono gente di un certo livello. Ma leggendo il libro con la febbre si ha altra prospettiva, molto più intrigante con il tuo medico di b...Continua
Siti
Ha scritto il 16/05/17
UNA QUESTIONE PRIVATA
A Orano, città algerina, scoppia improvvisamente la peste. Lentamente la cittadina si sveglia dal suo torpore caratterizzato da una banale tranquillità, scandita dall’abitudine, per prendere atto della situazione. La narrazione cronachistica e oggett...Continua
  • 9 mi piace
  • 1 commento
Simona dalle...
Ha scritto il 12/05/17
Qualche settimana fa, a una cena in pizzeria, c'era una mia conoscente, una bella donna, molto dolce. Parlavamo d'insonnia e altri problemi comuni. Lei non solo ha problemi ad addormentarsi, non solo si sveglia nel cuore della notte, non solo ha il r...Continua
  • 14 mi piace
  • 3 commenti
Monica FattiFurbetta
Ha scritto il 23/04/17

Tutto un altro stile rispetto a "Lo straniero", questo libro è tipo il riso, cresce cresce, leggi una pagina e aumenta di due, non finisce mai, eterno. Sarà una grande metafora, sarà pure un classico, ma due palle!

  • 2 mi piace
  • 1 commento
Micòl
Ha scritto il 13/04/17
Intenso.
Questo libro ha, per me, molta importanza. È stato il libro che ha dato inizio a un sentimento grande e duraturo. L'intreccio narrativo è molto denso e tratteggiato. Nulla è lasciato al caso. I personaggi, insieme alla peste, questa epidemia dilania...Continua
  • 2 mi piace

Alesya
Ha scritto il Dec 09, 2017, 19:46
«Ma lei sa, io mi sento più solidale coi vinti che coi santi. Non ho inclinazione, credo, per l'eroismo e per la santità. Essere un uomo, questo m'interessa.
  • 1 mi piace
Alesya
Ha scritto il Dec 09, 2017, 19:45
L'uomo onesto, colui che non infetta quasi nessuno, è colui che ha distrazioni il meno possibile. E ce ne vuole di volontà e di tensione per non essere mai distratti; sì, Rieux, essere appestati è molto faticoso; ma è ancora più faticoso non volerlo...Continua
  • 1 mi piace
Alesya
Ha scritto il Dec 09, 2017, 19:43
Gli innamorati, infatti, erano in preda alla loro idea fissa. Per loro una sola cosa era mutata; il tempo, che durante i mesi dell'esilio avrebbero voluto spingere per affrettarlo, che ancora si accanivano a precipitare, quando ormai si trovavano in...Continua
  • 1 mi piace
Alesya
Ha scritto il Dec 09, 2017, 18:55
Coloro che, attenendosi al poco che erano, avevano soltanto desiderato di tornar nella casa del loro amore, talvolta erano stati ricompensati. Certo che alcuni di loro continuavano a camminare per la città, solitari, privi della creatura che aspettav...Continua
  • 1 mi piace
Alesya
Ha scritto il Dec 09, 2017, 18:54
Giunti alla fine della peste, con la miseria e le privazioni, tutti gli uomini avevano finito col prendere il costume della parte che recitavano ormai da molto tempo, quello l'emigranti il cui volto, prima, e gli abiti, adesso, esprimevano l'assenza...Continua
  • 1 mi piace

ZeroZen
Ha scritto il Jan 21, 2015, 13:50
vecchia edizione de La Peste. Livre de Poche
vecchia edizione de La Peste. Livre de Poche

Biblioteche...
Ha scritto il Apr 29, 2016, 13:50
843.914 CAM 521 Letteratura Francese
Biblioteca...
Ha scritto il Apr 13, 2016, 07:16
843.914 CAM 521

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi