Ha scritto il 27/10/17
La peste come la guerra (in particolar modo qua la II mondiale). I critici dicono così e ci crediamo che i critici sono gente di un certo livello. Ma leggendo il libro con la febbre si ha altra prospettiva, molto più intrigante con il tuo medico ...Continua
Ha scritto il 16/05/17
UNA QUESTIONE PRIVATA
A Orano, città algerina, scoppia improvvisamente la peste. Lentamente la cittadina si sveglia dal suo torpore caratterizzato da una banale tranquillità, scandita dall’abitudine, per prendere atto della situazione.La narrazione cronachistica e ...Continua
  • 8 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 12/05/17
Qualche settimana fa, a una cena in pizzeria, c'era una mia conoscente, una bella donna, molto dolce. Parlavamo d'insonnia e altri problemi comuni. Lei non solo ha problemi ad addormentarsi, non solo si sveglia nel cuore della notte, non solo ha il ...Continua
  • 14 mi piace
  • 3 commenti
Ha scritto il 23/04/17
Tutto un altro stile rispetto a "Lo straniero", questo libro è tipo il riso, cresce cresce, leggi una pagina e aumenta di due, non finisce mai, eterno. Sarà una grande metafora, sarà pure un classico, ma due palle!
  • 2 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 13/04/17
Intenso.
Questo libro ha, per me, molta importanza. È stato il libro che ha dato inizio a un sentimento grande e duraturo.L'intreccio narrativo è molto denso e tratteggiato. Nulla è lasciato al caso. I personaggi, insieme alla peste, questa epidemia ...Continua
  • 2 mi piace

Ha scritto il Dec 09, 2017, 19:46
«Ma lei sa, io mi sento più solidale coi vinti che coi santi. Non ho inclinazione, credo, per l'eroismo e per la santità. Essere un uomo, questo m'interessa.
  • 1 mi piace
Ha scritto il Dec 09, 2017, 19:45
L'uomo onesto, colui chenon infetta quasi nessuno, è colui che ha distrazioni il meno possibile. E ce ne vuoledi volontà e di tensione per non essere mai distratti; sì, Rieux, essere appestati èmolto faticoso; ma è ancora più faticoso non ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il Dec 09, 2017, 19:43
Gli innamorati, infatti, erano in preda alla loro idea fissa. Per loro una sola cosa eramutata; il tempo, che durante i mesi dell'esilio avrebbero voluto spingere peraffrettarlo, che ancora si accanivano a precipitare, quando ormai si trovavano in ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il Dec 09, 2017, 18:55
Coloro che, attenendosi al poco che erano, avevano soltanto desideratodi tornar nella casa del loro amore, talvolta erano stati ricompensati. Certo che alcunidi loro continuavano a camminare per la città, solitari, privi della creatura ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il Dec 09, 2017, 18:54
Giunti alla fine della peste, con la miseria e le privazioni, tutti gli uomini avevanofinito col prendere il costume della parte che recitavano ormai da molto tempo, quellol'emigranti il cui volto, prima, e gli abiti, adesso, esprimevano l'assenza e ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Jan 21, 2015, 13:50
vecchia edizione de La Peste. Livre de Poche
vecchia edizione de La Peste. Livre de Poche

Ha scritto il Apr 29, 2016, 13:50
843.914 CAM 521 Letteratura Francese
Ha scritto il Apr 13, 2016, 07:16
843.914 CAM 521

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi