Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La peste

By Albert Camus

(2766)

| Paperback | 9788845247408

Like La peste ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

380 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Attualissimo romanzo sulla necessità di combattere ogni forma di indifferenza, egoismo e violenza attraverso l'azione e la solidarietà.
    L'assurdo irrompere della peste, nella vita quotidiana dei protagonisti del romanzo, è, per lo scrittore, una pot ...(continue)

    Attualissimo romanzo sulla necessità di combattere ogni forma di indifferenza, egoismo e violenza attraverso l'azione e la solidarietà.
    L'assurdo irrompere della peste, nella vita quotidiana dei protagonisti del romanzo, è, per lo scrittore, una potente rappresentazione del male e della sua insensata gratuità.
    Nelle ultime parole Camus avverte che "...il bacillo della peste non muore né scompare mai, che può restare per decine di anni addormentato nei mobili e nella biancheria, che aspetta pazientemente nelle camere...".
    Uno dei più grandi romanzi mai scritti del secondo novecento.

    Is this helpful?

    Gianfry71 said on Aug 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    瘟疫

    書中故事雖然可悲,但是各人有各人的選擇,從書中可以看到一般人在瘟疫圍城中的心境以及生活情形。
    翻譯順暢,即使是翻譯作品,仍然可以快速順暢地閱讀。

    Is this helpful?

    Steven Nien said on Aug 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Molti nuovi moralisti andavano allora dicendo nella nostra città che nulla, nulla sarebbe servito e che bisognava mettersi in ginocchio. E Tarrou e Rieux e i loro amici potevano rispondere questo o quello, ma la conclusione era sempre quella a loro ...(continue)

    "Molti nuovi moralisti andavano allora dicendo nella nostra città che nulla, nulla sarebbe servito e che bisognava mettersi in ginocchio. E Tarrou e Rieux e i loro amici potevano rispondere questo o quello, ma la conclusione era sempre quella a loro nota: bisognava lottare in questo o in quel modo e non mettersi in ginocchio. Tutta la questione era di impedire al maggior numero possibile di uomini di morire e di conoscere la separazione definitiva. Per questo non c'era che un solo mezzo: combattere la peste. Questa verità non era ammirevole ma soltanto logica"

    E per adesso sono senza parole ma ho gli occhi che pungono.

    Non posso dire che sia uno dei libri più belli che ho mai letto, va ben oltre la categoria del 'bello?. La Peste non è pittoresca, fa una paura fottuta, mi chiedo come mai ha fatto la razza umana a non estinguersi causa epidemie.
    Il libro è un capolavoro e Camus è un Grandissimo.

    Is this helpful?

    daimhin said on Aug 4, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Negli uomini ci sono più cose da ammirare che da disprezzare

    Si legge facilmente questo libro, la scrittura è scorrevole. Racconta la battaglia di una cittadina contro la peste. Ci sono malati, medici, volontari, sciacalli, c'è gente che se ne frega. E c'è l'amicizia.
    Rieux è il medico che tutti vorremmo inco ...(continue)

    Si legge facilmente questo libro, la scrittura è scorrevole. Racconta la battaglia di una cittadina contro la peste. Ci sono malati, medici, volontari, sciacalli, c'è gente che se ne frega. E c'è l'amicizia.
    Rieux è il medico che tutti vorremmo incontrare. Jean Tarrou ... beh di lui mi sono innamorata. I loro dialoghi, la loro nuotata in mare per scordare la peste sono indimenticabili. Che poi al posto della peste ci si potrebbe mettere qualsiasi altra malattia, che so, il vaiolo, il colera ... l'odio.
    Scritto nel 1947 quando "la peste" era da poco stata debellata.

    Is this helpful?

    Church said on Aug 4, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book