La piccola Battaglia portatile

Voto medio di 72
| 34 contributi totali di cui 21 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
La Battaglia è una bambina che quando aveva otto anni, la prima volta che è andata a dormire in un albergo, a Torino, quando è arrivata alla stazione di Torino Porta Nuova si è fermata davanti al tabellone delle partenze ha allargato le braccia ha de ...Continua
Giglineri
Ha scritto il 25/02/18
Adoro Nori alla follia, è senza dubbio lo scrittore italiano più interessante e innovativo dagli anni zero a oggi ma questo libro è deludente, stanco. Un riciclaggio di roba già sentita e risentita e la piccola battaglia ha fatto il suo tempo ormai....Continua
panda
Ha scritto il 17/08/17
ho qualche problema nel reggere a lungo lo stile volutamente onirico / sgrammaticato di paolo nori (problema mio, lo trovo estremamente faticoso), però la maggior parte di questi piccoli aneddoti su questa bambina sono deliziosi e per niente sdolcina...Continua
Gilli Sanzi
Ha scritto il 24/07/17
IL LIBRO CHE TUTTI I PADRI DOVREBBERO LEGGERE
La Battaglia ha l'età di mia figlia e sarebbe piaciuto anche a me tenere i taccuini con le cose che faceva. ---- Come con mia mamma anche con la Battaglia io avevo l'impressione di avere il diritto di farmi venire il nervoso, con la Battaglia, solo c...Continua
Alessandro Soprani
Ha scritto il 08/07/16
Nori è sempre lui. Trasforma atti e pensieri minimi della vita quotidiana in un'arte svagata, quasi onirica, che lascia il segno. La Battaglia, sua figlia, ne esce come una bambina che sarebbe bello conoscere, fresca come la luce di un'alba d'estate,...Continua
beba
Ha scritto il 06/06/16
Scritto come parla un emiliano,senza pause,un inciso dentro l'altro,ma fresco e anche tenero. Parla del rapporto tra un papà e la figlia Battaglia,attraverso le frasi dette dalla bimba,spesso comiche o commoventi,che questo padre si è appuntato...."i...Continua

alyssaholden
Ha scritto il Aug 01, 2015, 00:35
E poi in taxi, col tassista che si era messo a tacere e chissà a cosa pensava, con intorno una città sconosciuta, e una solitudine che si poteva sentire il rumore, che poi era assenza di rumore, che faceva male ma faceva anche piacere, e, sotto, la s...Continua
Pag. 97
alyssaholden
Ha scritto il Aug 01, 2015, 00:30
Quando siamo a Basilicanova, a casa di mia mamma, lei, la Battaglia, tutte le sere, quando vien buio, va a fare un giro sull'argine con sua nonna Liliana, e tutte le sere, quando torna indietro, mi porta un fiore.
Pag. 101
alyssaholden
Ha scritto il Aug 01, 2015, 00:24
Mi avevano fatto un'intervista, mi avevano chiesto che cosa cambia, con la cultura, e io avevo risposto che, per me, quando leggevo un libro che mi piaceva, nel momento che lo leggevo avevo l'impressione che il mondo fosse più mondo, e che la cultur...Continua
Pag. 103
alyssaholden
Ha scritto il Aug 01, 2015, 00:17
«Ma a te ti sembra di fare un libro che è piano di cose che hai anche già scritto?» Ecco, a una domanda del genere la mia risposta sarebbe Sì, a me mi sembra, e il motivo per cui mi sembra è l'effetto Kulešov, che è un regista sovietico che in un lib...Continua
Pag. 62
alyssaholden
Ha scritto il Aug 01, 2015, 00:05
Una volta, era a casa mia, aveva trovato in giro i miei occhiali, se li era messi,, era venuta da me e mi aveva detto: «Salve, sono un'altra persona».
Pag. 44

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Alessandro Soprani
Ha scritto il Jul 08, 2016, 18:00
È puro Nori, con la sua lingua parmigiana prima di tutto, e le sue perle minime di vita, che poi sono tutto. Esilarante a tratti (la Battaglia è una bambina, la comicità inconsapevole qui regna, meritevolmente trascritta dall'autore), profondo spesso...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi