Voto medio di 407
| 127 contributi totali di cui 96 recensioni , 31 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
A diciotto anni, Imi ha finalmente realizzato il suo sogno di vivere a Londra. A bordo di un vecchio treno malandato ha lasciato l'orfanotrofio ungherese dove ha sempre vissuto e, nella metropoli inglese, si è impiegato in una caffetteria della caten ...Continua
Gauss74
Ha scritto il 23/11/18
Un piccolo romanzo che riesce a raccontare con garnde delicatezza e tinte pastellate un tema scabrosissimo, ovvero la feroce disillusione degli emigranti in fuga dalla miseria fisica, quando giungono nei paesi del primo mondo e si scontrano conb la m...Continua
glucapuppe
Ha scritto il 16/08/18
CONSIGLIATISSIMO MAGNIFICO

mi prendo un pò di tempo per misurare quanto mi ha smosso dentro, ma poi torno e vi dico ....... forse ;)

Ermione
Ha scritto il 29/05/18

Sofferenze, gioie,delusioni e speranze.
Multinazionali, orfanotrofi, fama, attenzione agli altri.
Tante cose, forse troppe, comunque un bel libro, che fa pensare, forse un tantino "irreale".....il finale.

Barbalbero
Ha scritto il 09/05/18
Ottimo romanzo! Una storia molto ben raccontata, emozionante, specialmente quando viene descritto l'orfanatrofio: si percepisce un'atmosfera di pace ed amore nonostante l'estrema povertà. Mi a veramente colpito. Non ho dato la quinta stella per il fi...Continua
Giovanna Meloni
Ha scritto il 20/05/17

Delizioso! da non perdere


Layura
Ha scritto il Jun 11, 2017, 22:06
Quanto è preziosa l’estasi: la possibilità di dimenticarsi di sé anche soltanto per un momento e riuscire a esistere in qualcos’altro
Pag. 176
Layura
Ha scritto il Jun 11, 2017, 22:06
“La solitudine è temuta dai deboli: perché svela le paure, e mette in luce limiti e difetti della personalità”
Pag. 128
Layura
Ha scritto il Jun 11, 2017, 22:06
Fin da quando era molto piccolo, il silenzio è stato il suo unico modo di soffrire. Per lui il dolore è un fatto intimo, segreto. Impossibile da condividersi con gli altri.
Pag. 106
Layura
Ha scritto il Jun 11, 2017, 22:05
Forse, la felicità non dipende tanto da quel che si possiede: ma dal sapersi rassegnare a ciò che non si ha.
Pag. 31
Layura
Ha scritto il Jun 11, 2017, 22:05
La speranza è forte: una droga innocua e potente capace di vincere sempre e comunque su tutto. Anche sulla disperazione.
Pag. 25

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi