Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La porta proibita

Di

Editore: Longanesi

4.1
(1337)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 284 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco

Isbn-10: 8830402400 | Isbn-13: 9788830402409 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri

Genere: History , Political , Travel

Ti piace La porta proibita?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Il mio primo libro di Terzani

    Dato la mia età, quando penso alla Cina mi viene in mente la sua potenza economica (capitalista). Non penso subito alla sua classe dirigente comunista. Eppure Mao ha operato una svolta storica, in sen ...continua

    Dato la mia età, quando penso alla Cina mi viene in mente la sua potenza economica (capitalista). Non penso subito alla sua classe dirigente comunista. Eppure Mao ha operato una svolta storica, in senso comunista, per la Cina. Può darsi che le cose siano un po' migliorate rispetto al tempo in cui Terzani scriveva, eppure leggere tutti quei "non ... più" fa un certo effetto. Ecco quello che mi ha maggiormente colpito: vivere in Cina, come cinese, 30-40 anni fa era quasi insopportabile per come lo pensiamo noi che viviamo in Occidente.

    ha scritto il 

  • 5

    devo dire che, dopo la lettura di questo libro, guardo alla cina con occhi diversi. Il sapere che, in nome di un'ideologia, l'intero patrimonio storico culturale di un paese, è stato quasi completamen ...continua

    devo dire che, dopo la lettura di questo libro, guardo alla cina con occhi diversi. Il sapere che, in nome di un'ideologia, l'intero patrimonio storico culturale di un paese, è stato quasi completamente distrutto, mi fa piangere il cuore. Da anni sogno un viaggio culturale in cina, Terzani ha "smontato" questo sogno, raccontanto come, negli anni del comunismo, per inseguire l'ideale dell'uomo nuovo, si è tentato di cancellare il passato di questo paese, e in questo passato, vi era anche l'eredità storica lasciata attraverso edifici, manufatti e quan'altro. Quando il regime si accorge che, questo passato, poteva fruttare milioni di dollari grazie al turismo, si è cercato di correre ai ripari, ma era ormai troppo tardi. E' triste vedere come, in una manciata di anni, l'uomo può distruggere la storia millenaria di un paese grande quanto la cina

    ha scritto il 

  • 5

    Viaggiare è conoscere

    Terzani in ogni suo scritto si dimostra un uomo colto, raffinato, sensibile, mai didattico né schematico. Con lui viaggiare significa conoscere, appassionarsi alla storia, a culture lontane, all'umani ...continua

    Terzani in ogni suo scritto si dimostra un uomo colto, raffinato, sensibile, mai didattico né schematico. Con lui viaggiare significa conoscere, appassionarsi alla storia, a culture lontane, all'umanità in genere. Anche quando narra di vicende difficili oppure di sofferenze subite da lui stesso o da altri, lo fa con ironia e sorriso, che non significa leggerezza, solo spensieratezza. La "sua" Cina è un luogo di contrasti, affascinante, per certi versi incomprensibile, curiosa e misteriosa. Il modo con cui la descrive è sempre di un livello altissimo, elegante, unico.

    ha scritto il 

  • 3

    Primo libro di Terzani che mi capita di leggere, è un libro datato e non più attuale, ma questa non è certo una colpa. Quando lo ho preso in bibblioteca speravo di leggere un gran libro, non è stato ...continua

    Primo libro di Terzani che mi capita di leggere, è un libro datato e non più attuale, ma questa non è certo una colpa. Quando lo ho preso in bibblioteca speravo di leggere un gran libro, non è stato così, non è riuscito quasi mai a coinvolgermi nella lettura e alcuni modi di utilizzare la lingua non mi sono piaciuti per nulla (IL Xinjiang? allora anche IL xilofono)
    E' interessante ma da un autore così amato speravo in qualcosa di più
    Avere aspettative molto alte non giova alla lettura di un libro e inevitabilmente lo penalizza.
    Speravo di leggere anche qualcosa sulla vita in cina, sulle persone,ma di questo non c'è nulla e le analisi politiche divengono inevitabilmente ripetitive. In ogni regione descritta stessi fatti stessi problemi. Non è un caso che la parte del libro che ho preferito è stata l'ultima, quella sulla scuola raccontata dai figli di Terzani e quella del suo arresto ed espulsione.
    Il rapporto tra cinesi e stranieri come terzani ci racconta è reso difficile dal regime ma che in quattro anni di vita in cina abbia trovato così poco da dire della gente è un vero peccato.

    Molto, molto meglio i libri di viaggio di Kapuściński

    ha scritto il 

  • 0

    Adoro visceralmente la narrativa di viaggio, e Terzani ha la capacità di unire magia delle parole e profondità delle analisi.
    Un caposaldo per chi ama viaggiare e non spostarsi, soprattutto in Oriente ...continua

    Adoro visceralmente la narrativa di viaggio, e Terzani ha la capacità di unire magia delle parole e profondità delle analisi.
    Un caposaldo per chi ama viaggiare e non spostarsi, soprattutto in Oriente.
    Da leggere, rileggere, assaporare, centellinare, magari con un buon porto in mano e soffusa musiva jazz in penombra

    ha scritto il 

  • 4

    Distruggere una cultura in nome di una ideologia.
    Terzani ci descrive il fallimento l'assurdità e le contraddizioni del comunismo cinese.
    Bel diario di vita in Cina.

    ha scritto il 

  • 5

    La porta proibita, di Tiziano Terzani. Nel 1984 Tiziano Terzani venne arrestato dalle autorità di Pechino, imprigionato e costretto a confessare i suoi "crimini antisocialisti", ed infine espulso dal ...continua

    La porta proibita, di Tiziano Terzani. Nel 1984 Tiziano Terzani venne arrestato dalle autorità di Pechino, imprigionato e costretto a confessare i suoi "crimini antisocialisti", ed infine espulso dal Paese. In questo interessante libro reportage, meno personale (eccetto l'intenso capitolo finale) rispetto ad altri lavori dell'autore ma più descrittivo e ricco di informazioni sulla Cina post-maoista, emergono tutte le contraddizioni di un paese alle prese con una nuova modernizzazione che deve però pagare dazio al recente passato. Dalle cime elevate del Tibet alla vastità della Manciuria un viaggio che mette in mostra le due facce di una società, tra la ricerca di una lenta modernizzazione e il richiamo agli antichi valori, scavando con lucidità negli errori e nei crimini etici commessi dalla rivoluzione culturale e offrendo spunti sul possibile futuro. Con "ospiti narratori" d'eccezione i figli Folco e Saskia a darci una visione in prima persona della vita nelle scuole cinesi.

    ha scritto il 

  • 4

    Molto interessante

    Grazie alle straordinarie capacità di Tiziano Terzani è possibile conoscere la Cina degli anni 80, vivendola dall'interno, con un occhio critico e attento che pochi hanno.
    Ciò che rende davvero intere ...continua

    Grazie alle straordinarie capacità di Tiziano Terzani è possibile conoscere la Cina degli anni 80, vivendola dall'interno, con un occhio critico e attento che pochi hanno.
    Ciò che rende davvero interessante il libro è proprio la sua capacità di giudicare in modo freddo e non condizionato, anche se talvolta forse troppo severo.
    E' un'eccellente lettura per conoscere un mondo che ancora oggi non è del tutto accessibile agli stranieri.

    ha scritto il 

  • 5

    Per chiunque volesse conoscere la vera Cina con i suoi deformanti difetti ed i sui molteplici pregi.
    Personalmente questo libro mi ha davvero commosso, grazie a Terzani ho potuto ripercorrere nuovamen ...continua

    Per chiunque volesse conoscere la vera Cina con i suoi deformanti difetti ed i sui molteplici pregi.
    Personalmente questo libro mi ha davvero commosso, grazie a Terzani ho potuto ripercorrere nuovamente le vie di Pechino, sentirne gli odori, meravigliarmi di fronte ai lucenti tetti della Città Proibita, alla grandezza di piazza Tian An'Men, udire gli amati grilli d'inverno, dispiacermi per via del cielo continuamente grigio ed inquinato.
    Maestria narrativa a parte, questo libro merita davvero di essere letto.

    ha scritto il 

  • 4

    Tiziano Terzani è un altro grande amore, adoro come scrive e quello che scrive!!! Il libro parla dei suoi anni trascorsi in Cina e ne descrive per filo e per segno tutte le caratteristiche, i pregi e ...continua

    Tiziano Terzani è un altro grande amore, adoro come scrive e quello che scrive!!! Il libro parla dei suoi anni trascorsi in Cina e ne descrive per filo e per segno tutte le caratteristiche, i pregi e i difetti.

    ha scritto il 

Ordina per