La princesa de hielo

By

Publisher: Maeva

3.6
(4760)

Language: Español | Number of Pages: 400 | Format: Others | In other languages: (other languages) German , French , English , Swedish , Italian , Dutch , Polish , Portuguese , Catalan , Danish

Isbn-10: 8496748162 | Isbn-13: 9788496748163 | Publish date: 

Also available as: Mass Market Paperback , Hardcover , Paperback , eBook

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like La princesa de hielo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Tras muchos años de ausencia, la joven escritora Erica vuelve a su pueblo natal, donde ha heredado la casa de sus padres recientemente fallecidos. Erica decide darse un paseo por las calles donde transcurrió los primeros años de su vida, pero tras el aviso de unos vecinos, descubre que su amiga de la infancia, Alex, acaba de suicidarse. Conmocionada, inicia una investigación y descubre que Alex estaba embarazada. La historia da un nuevo giro cuando la autopsia revela que su amiga no se suicidó sino que fue asesinada. La policía detiene al principal sospechoso, Anders, un artista fracasado que mantenía una relación especial con la víctima.
Sorting by
  • 0

    É solo il libro di esordio, chiaro che ci sono un sacco di debolezze, ma i punti di forza non mancano e sono, appunto, forti.

    I punti deboli sono la tendenza ad essere frou frou, a perdersi dietro particolari leggeri, secondari, non essenziali alla storia. E anche una costruzione temporale delle sequenze che spesso lascia pe ...continue

    I punti deboli sono la tendenza ad essere frou frou, a perdersi dietro particolari leggeri, secondari, non essenziali alla storia. E anche una costruzione temporale delle sequenze che spesso lascia perplessi. Per non parlare di tante figure che non sono sviluppate secondo il peso che dovevano avere, tanto o poco, a seconda, vedi in testa quella del commissario capo. Anche qualche subplot è equilibrato nell'insieme, per esempio la storia del marito violento ti lascia perplesso. Ti aspetteresti una conclusione anche di quella, che lui dopo la fuga della moglie corra a riprenderla. Invece niente. E se posso immaginare che magari in una seconda storia questo filo venga ripreso, resta il fatto che qui è irrisolto.
    Però insieme a questi tanti difetti e difettucci, alla base c'è una storia veramente forte, interessante, non così cupa come nella tradizione ultima della giallistica nordica, merito del frou frou, immagino, ma non per questo meno potente. C'è soprattutto una capacità di gestire il respiro di fondo del romanzo, di tenere le carte coperte in modo molto ma molto convincente. Almeno per ¾ del romanzo, perché poi alcune cose della parte centrale erano quasi dichiarate prima di essere dette. Però il modo in cui confonde le acque, chiama in causa, via via, i protagonisti per poi sottrarli alla responsabilità del delitto, dice bene. E spinge a leggere un giallo maturo per capire dove, partendo da questo buon romanzo, è arrivata.

    said on 

  • 4

    Buonissimo libro, avvincente dalla metà in poi. Nella prima parte l'ho trovato un po' lento. Scrittura fluente e abbastanza semplice, con la lettura che risulta gradevolissima

    said on 

  • 2

    Troppe pagine e poco ritmo

    Ho impiegato un'infinità di tempo a leggere questo libro è questo non è un buon segno quando si tratta di un giallo che dovrebbe tenere sul filo della tensione... non far indulgere al sonno il lettore ...continue

    Ho impiegato un'infinità di tempo a leggere questo libro è questo non è un buon segno quando si tratta di un giallo che dovrebbe tenere sul filo della tensione... non far indulgere al sonno il lettore.
    È il primo libro di questa autrice che leggo e non ne leggerò altri visto che sono più efficaci le trasposizioni televisive (che poi è il senso delle due stellette sufficienza).
    Peccato anche che il personaggio più simpatico sia quello più trascurato.

    said on 

  • 3

    se si fosse dato ascolto alle chiacchiere delle comari non sarebbe rimasto molto tempo per fare altro ( p.12 )
    si trattava soltanto di un sottile strato di vernice su una mente ribelle ( p.66 )
    le vec ...continue

    se si fosse dato ascolto alle chiacchiere delle comari non sarebbe rimasto molto tempo per fare altro ( p.12 )
    si trattava soltanto di un sottile strato di vernice su una mente ribelle ( p.66 )
    le vecchie befane le lasciava volentieri a qualcun altro. lui era il tipo di uomo adatto per modelli più recenti ( p.70 )
    non lo fece, e quegli istanti passarono ( p.124 )
    il sorriso che le si diffuse in viso lo fece sentire un milionario ( p.267 )
    sul suo viso era costantemente in agguato un sorriso ( p.296 )
    io non so più cosa credere, invece. niente di ciò che credevo si è dimostrato vero ( p.315 )
    non si era mai resa conto della dimensione della propria solitudine finché non era svanita ( p.351 )
    non si curava di me più di tanto, il che aumentava la mia venerazione nei suoi confronti ( p.393 )

    said on 

  • 4

    L'autrice tende a divagare un po' dalla stroria principale rendendo la lettura a tratti noiosa. Senza grossi colpi di scena o suspance da non riuscire a smettere di leggere. Tuttavia un buon libro, un ...continue

    L'autrice tende a divagare un po' dalla stroria principale rendendo la lettura a tratti noiosa. Senza grossi colpi di scena o suspance da non riuscire a smettere di leggere. Tuttavia un buon libro, una lettura piacevole tanto da voler leggere anche gli altri casi di Erika e Patrick.

    said on 

  • 4

    Primo - ma non ultimo! - libro che leggo della Lackberg. Nonostante la mole e l'argomento trattato è una lettura leggera con tanti colpi di scena che tengono incollati alle pagine.
    Ottima lettura di s ...continue

    Primo - ma non ultimo! - libro che leggo della Lackberg. Nonostante la mole e l'argomento trattato è una lettura leggera con tanti colpi di scena che tengono incollati alle pagine.
    Ottima lettura di svago, sono proprio curiosa di leggere anche gli altri dove, sicuramente, si vedrà una crescita stilistica dell'autrice.

    said on 

  • 3

    Un Buon Giallo

    La storia incalza e il ritmo è avvincente. Lo stile narrativo della scrittrice che lascia costantemente punti interrogativi mantiene il lettore incollato al libro.

    said on 

Sorting by
Sorting by