Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La principessa di ghiaccio

Di

Editore: Mondolibri su licenza Marsilio

3.6
(4308)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 468 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Spagnolo , Francese , Inglese , Svedese , Olandese , Polacco , Portoghese , Catalano , Danese

Data di pubblicazione: 

Traduttore: Laura Cangemi

Disponibile anche come: eBook

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace La principessa di ghiaccio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Un giallo abbastanza "elementare"; che non è necessariamente un male, in quanto il lettore riesce a capire molto bene la trama e gli intrighi e, come nel mio caso, ad avere intuizioni man mano che la ...continua

    Un giallo abbastanza "elementare"; che non è necessariamente un male, in quanto il lettore riesce a capire molto bene la trama e gli intrighi e, come nel mio caso, ad avere intuizioni man mano che la narrazione procede.
    Però gli manca quell'alone di mistero che l'avrebbe reso più avvincente ai miei occhi. Peccato, poichè ne ho adorato l'ambientazione.
    Anche la forma in cui è scritto è molto semplice e i personaggi sono ben delineati.

    ha scritto il 

  • 3

    È stato il mio primo giallo svedese e l'ho trovato davvero piacevole e scorrevole! Il tipico libro da leggere in estate! Consigliato per chi vuole una lettura leggera e di intrattenimento! Sicuramente ...continua

    È stato il mio primo giallo svedese e l'ho trovato davvero piacevole e scorrevole! Il tipico libro da leggere in estate! Consigliato per chi vuole una lettura leggera e di intrattenimento! Sicuramente leggerò anche gli altri della Lackberg!

    ha scritto il 

  • 4

    Giudico un giallo dal finale, ossia dal fatto che durante la lettura abbia indovinato l'assassino. In questo caso non ce l'ho fatta, il mio pensiero seguiva giuste deduzioni ma arrivava a erronee conc ...continua

    Giudico un giallo dal finale, ossia dal fatto che durante la lettura abbia indovinato l'assassino. In questo caso non ce l'ho fatta, il mio pensiero seguiva giuste deduzioni ma arrivava a erronee conclusioni. Quindi bel giallo vecchio stile e carino anche il risvolto rosa. Erica Falck mi ha ricordato molto la "signora in giallo": qualsiasi cosa faccia le indagini la inseguono e lei non può fare nulla per sfuggire. Fortunatamente alla fine si è ristabilito l'ordine delle cose e la soluzione è stata trovata dalle forze dell'ordine.

    ha scritto il 

  • 3

    Primo romanzo che leggo di questa scrittrice. Lettura scorrevolissima, a tratti lenta (poteva benissimo risparmiarsi un centinaio di pagine senza togliere nulla alla trama) con un finale abbastanza pr ...continua

    Primo romanzo che leggo di questa scrittrice. Lettura scorrevolissima, a tratti lenta (poteva benissimo risparmiarsi un centinaio di pagine senza togliere nulla alla trama) con un finale abbastanza prevedibile. Di contro i personaggi sono ben caratterizzati, e le singole vicende personali coinvolgenti, non vedevo l'ora di sapere come sarebbero andate a finire le cose. In fondo mi sono affezionata ai due personaggi principali, quindii leggerò sicuramente altri libri della serie.

    ha scritto il 

  • 4

    Un passato misterioso, un delitto, due personaggi gradevolissimi impegnati a dissolvere la cortina di silenzio imposta dall’omertosa ipocrisia di un ambiente di provincia. Ultimo ingrediente: la Svezi ...continua

    Un passato misterioso, un delitto, due personaggi gradevolissimi impegnati a dissolvere la cortina di silenzio imposta dall’omertosa ipocrisia di un ambiente di provincia. Ultimo ingrediente: la Svezia con i suoi paesaggi fissati nel cristallo dei ghiacci.
    Tutto il necessario per una lettura accattivante e capace di offrire ina sana via di fuga ai pensieri.

    ha scritto il 

  • 4

    Gli scrittori scandinavi di gialli/noir riescono quasi sempre a regalarmi soddisfazioni e la Läckberg non fa eccezione: il suo romanzo d'esordio è coinvolgente e ben scritto, con la sempre piacevole a ...continua

    Gli scrittori scandinavi di gialli/noir riescono quasi sempre a regalarmi soddisfazioni e la Läckberg non fa eccezione: il suo romanzo d'esordio è coinvolgente e ben scritto, con la sempre piacevole ambientazione nordica. Qualche passaggio stucchevole relativo alla storia d'amore tra i protagonisti c'è, ma non è eccessivo. In sintesi, una lettura molto piacevole. Voto: 8,5/10.

    ha scritto il 

  • 0

    Non male ma

    Questo è il primo romanzo che leggo di questa scrittrice. Diciamo che ci sono due aspetti contrastanti. Il primo è che è un giallo sui generis dal ritmo molto blando e da una soluzione prevedibile. Se ...continua

    Questo è il primo romanzo che leggo di questa scrittrice. Diciamo che ci sono due aspetti contrastanti. Il primo è che è un giallo sui generis dal ritmo molto blando e da una soluzione prevedibile. Sembra più vicino a un genere di letteratura generale che a un thriller, perché l'aspetto delle indagini sull'omicidio di Alex, una vecchia amicizia dei due protagonisti, è solo il fondale scenografico di altre vicende: amore, violenze, fughe, tradimenti e ipocrisia. In altre parole, se togliamo tutto questo il romanzo si tradurebbe a un modesto racconto di un centinaio di pagine invece della quasi quattrocento.
    L'altro aspetto è la scrittura fluida, accattivante della scrittrice, che ti spinge a leggere pagina dopo pagina non per conoscere chi è l'assassino ma per seguire le vicende personali dei vari personaggi.
    Visto che la scrittrice ha scritto anche un manualetto sulla scrittura di un giallo, qui non avrebbe meritato la sufficienza. Ora essendo il primo di una serie di sette romanzi la perdoniamo ma il secondo deve migliorare e come.

    ha scritto il 

Ordina per