Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La principessa sul pisello

Di

Editore: Mondadori

3.5
(2038)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 161 | Formato: Altri

Isbn-10: 8804532777 | Isbn-13: 9788804532774 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico

Genere: Family, Sex & Relationships , Humor , Romance

Ti piace La principessa sul pisello?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dopo "Sola come un gambo di sedano", in cui si faceva vendicatrice dellesingle, Luciana Littizzetto stavolta si scatena su coppia e dintorni. Tantilui e tante lei, ma anche tante ridicole manie e riti d'oggi fanno capolino inquesto diario di una Principessa sul Pisello come tante: dalla pasta di saleall'utero in affitto, dallo spirito guida ai saldi, dalle vacanze a Miami aimaschi che assistono al parto, dai masochisti a dispense fino alle fanatichedell'aura.
Ordina per
  • 3

    "La gente sono pazzi. Nessuno siamo perfetti. Ognuno ci abbiamo i suoi difetti" :D

    Ho riso a crepapelle e non sorriso o sghignazzato ma proprio risate piene con le lacrime agli occhi. Vizi (tanti) fisse (ancora di più) virtù (poche) di uomini e donne, coppia o non coppia, coppia che scoppia, viva o abbasso la coppia meglio sole che male accompagnate?!? Una parola buona per tutt ...continua

    Ho riso a crepapelle e non sorriso o sghignazzato ma proprio risate piene con le lacrime agli occhi. Vizi (tanti) fisse (ancora di più) virtù (poche) di uomini e donne, coppia o non coppia, coppia che scoppia, viva o abbasso la coppia meglio sole che male accompagnate?!? Una parola buona per tutti la nostra Lucianina nazionale, grazie di cuore cara perchè mi ci volevi proprio adesso, tu e la tua ironia mi avetr fatto passare qualche ora di puro divertimento!

    La coppia é come la maionese. A chi riesce al primo colpo e a chi non riesce mai. Ed é un casino quando impazzisce. Hai voglia a rimescolare. E, se alla fine riesci a non farla colare giù dal lavandino ma a recuperarla in extremis, non sarà mai una maionese che vale un granché. E neanche una coppia. Che vale un granché. Io la maionese la compro in tubetto. La spremo finché’ ce n’é e poi la butto via. Non mi va il barattolo di vetro. perché quando sta per finire devo raschiare il fondo e mi vengono i nervi. Il tubetto é più pratico. Quando é quasi tutto spremuto succhi un po’ e se vien su solo aria che sa di plastica capisci che é ora di buttarlo. Facile.

    Questo lo riporto per intero

    Donne fiore o donne verdura? Facciamocene una ragione. Gli uomini son più fortunati. Possono tenersi i peli, farsi crescere i baffi, stare spettinati come lo Yeti, guardarsi in faccia e continuare a parlare mentre fanno pipi’ negli orinatoi delle stazioni e persino trasudare come provole stagionate di Battipaglia perché tanto l’omo ha da puzzare. E non di bergamotto. Per noi é il contrario. A noi tocca essere fighe sempre. Caschi il mondo. Ma per essere tali bisogna possedere una dote essenziale: non patire il freddo. Io personalmente non ce la faccio. Tengo il piumone nel letto fino a Ferragosto, pensa se riesco a resistere vestita come una rollata di vitello solo di bretelline. Mi faccio addirittura crescere i capelli perché patisco il freddo alle orecchie… Eppure ci sono donne che viaggiano con minigonne alte come cerotti e salvabuchi copricapezzolo anche nei giorni della merla. O hanno il sangue freddo come i pitoni reticolati o una copertura antibiotica perenne. E agli uomini piacciono da matti. Vanno pazzi per quelle vestite solo di rossetto che agli incroci fanno fermare le macchine perché le scambiano per semafori. Quelle sono le tipiche donne fiore. Si’. perché esistono due tipi di donne. Le donne fiore e le donne verdura. Le donne fiore sono belle. Straordinariamente belle. Eleganti e piene di stile da far schifo. Vanno guardate e ammirate. Toccate poco, senno’ si guastano. Se gli sciogli un’aspirina nell’acqua durano di più. Da lontano sembrano profumatissime, ma se le annusi spesso non sanno di niente. Pero’, qualunque sia l’occasione, fanno sempre una gran bella figura. E poi ci sono le donne verdura. Che non sono tanto belle, ma danno sapore. Ci sono le donne sedano, pallide e allampanate, quelle finocchio, basse e tonde, le donne patata americana, che puoi tenere per anni in cucina e piantarci addosso anche gli stuzzicadenti e loro germogliano lo stesso. Le donne verdura sanno di qualcosa. Sempre. Alcune sono addirittura afrodisiache. Se poi le metti nel barattolo, conservano il gusto e durano per anni. Quelle fiore, quando appassiscono, fanno solo tristezza.

    Solo una cosa Luciana, STING NON CANTA SEMPRE LA STESSA CANZONE !!!! :p

    ha scritto il 

  • 4

    la principessa sul pisello

    da leggere assolutamente :) molto ironico e scorrevole, scritto in capitoletti brevi ma la Litti è sempre la Litti!! leggendolo in treno ogni tanto mi scappava da ridere da sola :°D rispecchia molte cose della vita di ogni giorno.. consigliato per chi vuole evadere un po' dalle solite letture e s ...continua

    da leggere assolutamente :) molto ironico e scorrevole, scritto in capitoletti brevi ma la Litti è sempre la Litti!! leggendolo in treno ogni tanto mi scappava da ridere da sola :°D rispecchia molte cose della vita di ogni giorno.. consigliato per chi vuole evadere un po' dalle solite letture e specialmente per chi ha voglia di farsi una bella risata ogni tanto!!

    ha scritto il 

  • 3

    ..non sarà un capolavoro della letteratura..ma a me la Litti piace da matti e mi fa scassare dal ridere..! ..capitoletti corti da leggere al volo..un libro che si può leggere per "staccare un po" da letture più impegnative!

    ha scritto il 

Ordina per