La profezia dell'armadillo

Di

Editore: Bao Publishing

4.4
(3498)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 144 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Francese

Isbn-10: 8865431032 | Isbn-13: 9788865431030 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati

Genere: Biografia , Fumetti & Graphic Novels , Umorismo

Ti piace La profezia dell'armadillo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Dopo quattro edizioni autoprodotte andate esaurite nel giro di pochi mesi, il primo, introvabile libro di Zerocalcare torna in tutte le librerie e le fumetterie grazie a BAO Publishing, in un'inedita versione a colori curata da Makkox in persona. Le storie autobiografiche, dolciamare di Zerocalcare come non le avete mai viste prima, in un volume che semplicemente non vi potete permettere di non avere.
Ordina per
  • 4

    La mia priva vera graphic novel! Zerocalcare.. ora capisco perché sta simpatico a tutti. Nelle sue tavole, gente della mia età (che è la sua), ci si ritrova perfettamente!

    ha scritto il 

  • 3

    Lavoro ancora acerbo, a volte un po' frivolo, con tanti meccanismi prevedibili, ricco però di spunti eterogenei di valore, guizzi d'ironia, intelligenza e commozione. Dal "porta spade di Damocle" al ...continua

    Lavoro ancora acerbo, a volte un po' frivolo, con tanti meccanismi prevedibili, ricco però di spunti eterogenei di valore, guizzi d'ironia, intelligenza e commozione. Dal "porta spade di Damocle" al diodelgiornodopo al gigantesco nero mostro interiore di Camille accanto cui si siede l'armadillo di ZC. Uno di quei volumi che riescono anche ad assolvere il ruolo di racconto di una generazione. Applausi personali per la frase a pag 64, quando Camille si presenta col fidanzato dopo che ZC aveva interpretato tutta una serie di comportamenti di lei come segnali d'interesse verso di lui: Più che deluso o ferito, mi sentii svuotato. La mia ermeneutica aveva fallito e non avevo più lenti per leggere la realtà. Ancora oggi non voglio credere che ogni cosa significhi solo se stessa. Sai che palle.

    ha scritto il 

  • 4

    Alcune recensioni de La profezia dell'armadillo cominciano o con la definizione della profezia o con la storia di come si è arrivati a scoprire Zerocalcare. Faccio l'hipster e parlo di tutt'altro.
    Di ...continua

    Alcune recensioni de La profezia dell'armadillo cominciano o con la definizione della profezia o con la storia di come si è arrivati a scoprire Zerocalcare. Faccio l'hipster e parlo di tutt'altro.
    Di recente l'autore di Owlturd Comix è stato criticato per la semplicità dei suoi fumetti, che puntano tutto sull'essere così universalmente condivisibili da essere apprezzati da più gente possibile: «The truth is, at some point I “science’d out” what makes a webcomic popular, and then did the thing. It took a bit of practice, but it’s not magic: Simplicity, relatability, and a 4-6 panel format. Boom. Organizations take you seriously now, and people love you now» ( http://owlturdcomix.tumblr.com/post/157932632939/hey-i-kinda-miss-your-old-style-like-without-the ).
    Non è il caso di Zerocalcare. Seguo il suo blog da anni e questo debutto non è che una conferma. Riesce a essere condivisibile senza essere banale, riesce a parlare a tante persone senza dare l'impressione di ripetere sempre la stessa formula. Certo, per dare un giudizio così ampio dovrei come minimo aver letto anche tutti i suoi fumetti cartacei, ma ci arriverò con i miei tempi, promesso.
    È un grande, punto.

    ha scritto il 

  • 4

    L'ho preso ieri in biblioteca perché attratta dai ripetuti commenti positivi, terminato ieri sera tutto d'un fiato. Premetto che non solo è stato il mio primo Zerocalcare, ma anche la mia prima graphi ...continua

    L'ho preso ieri in biblioteca perché attratta dai ripetuti commenti positivi, terminato ieri sera tutto d'un fiato. Premetto che non solo è stato il mio primo Zerocalcare, ma anche la mia prima graphic novel. La mia impressione finale è stra positiva, si passa da grandi risate a senso di tristezza nel giro di due pagine. Come avevo già sentito, Zero ha un'altissima capacità di far immedesimare il lettore col suo personaggio, soprattutto perché vengono trattati sketch di vita quotidiana che leggi e cominci ad urlare "MA QUESTA SONO PROPRIO IO!!!". Ragazzi, leggetelo. Vi terrà un'ottima compagnia per un paio d'ore :)

    ha scritto il 

  • 4

    Una raccolta di tavole che si leggono scorrevolmente e con facilità, con la giusta dose di ironia che però lascia sempre intravedere quel qualcosa "in più", proprio come dovrebbe essere.
    Non ho sempre ...continua

    Una raccolta di tavole che si leggono scorrevolmente e con facilità, con la giusta dose di ironia che però lascia sempre intravedere quel qualcosa "in più", proprio come dovrebbe essere.
    Non ho sempre apprezzato l' ordine delle tavole; avendo in mente "Kobane Calling" mi aspettavo una trama più lineare, ma nonostante questo l' organicità dell' insieme è comunque ben percepibile.

    ha scritto il