Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La prosperità del vizio. Una breve storia dell'economia

Di

4.1
(14)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 300 | Formato: Altri

Isbn-10: 8811741149 | Isbn-13: 9788811741145 | Data di pubblicazione: 

Genere: Business & Economics , History

Ti piace La prosperità del vizio. Una breve storia dell'economia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    una strana prospettiva

    Ben scritto questo libro. Riconduce l'economia nei suoi binari, propri dell'essere che l'ha generata. L'essere umano. Rivelatrice la seguente frase scritta da Adam Smith "Non ci aspettiamo altri vantaggi che essere notati e considerati, nient'altro che essere notati e considerati, niente più che ...continua

    Ben scritto questo libro. Riconduce l'economia nei suoi binari, propri dell'essere che l'ha generata. L'essere umano. Rivelatrice la seguente frase scritta da Adam Smith "Non ci aspettiamo altri vantaggi che essere notati e considerati, nient'altro che essere notati e considerati, niente più che essere notati con attenzione, con simpatia e con approvazione. Ne va della nostra vanità, della nostra soddisfazione o del nostro piacere".
    Dall'antichità ai giorni nostri l'economia viene descritta da una strana prospettiva, quella appunto della "prosperità del vizio". Perché se il socialismo é crollato perché non autorizzava il mercato a dire la verità economica, il capitalismo potrebbe crollare perché non permette di dire la verità ecologica.

    ha scritto il 

  • 5

    Ottimo libro

    Si rivolge certamente ad una platea di non iniziati, come il sottoscritto. Rileggere l'intera storia dell'uomo in funzione dell'aspetto economico induce il lettore in profonde riflessioni, non ultima quella sul proprio stile di vita e sulle conseguenze a lungo e breve termine. La conclusione alla ...continua

    Si rivolge certamente ad una platea di non iniziati, come il sottoscritto. Rileggere l'intera storia dell'uomo in funzione dell'aspetto economico induce il lettore in profonde riflessioni, non ultima quella sul proprio stile di vita e sulle conseguenze a lungo e breve termine. La conclusione alla quale si arriva al termine della lettura non è certo incoraggiante, lascia l'amaro in bocca e un senso di preoccupazione. Un grazie all'autore per non aver indorato la pillola!

    ha scritto il