Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La raccolta di silenzi del dottor Murke

I racconti di Repubblica, 8

Di

Editore: Gruppo Editoriale L'Espresso

3.8
(100)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 46 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000014767 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Lea Ritter Santini

Genere: Fiction & Literature

Ti piace La raccolta di silenzi del dottor Murke?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il dottor Murke è un giovane giornalista radiofonico a cui viene affidato un incarico particolarmente difficile: correggere delle conferenze tenute da Bur-Malottke, un'insigne uomo di cultura, che, per uno scrupolo religioso, ha deciso di sostituire la parola Dio con l'espressione "quell'essere superiore che veneriamo".
Non potendo opporsi alla volontà di una tale figura, il direttore della radio ha quindi delegato il compito al dottor Murke, che, detto fra noi, non gli era mai piaciuto. L'operazione, però, non è affatto facile perché, in un'ora di conferenze sull'arte, lo studioso aveva pronunciato la parola Dio ben ventisette volte e Bur-Malottke, un'autorità in qualsiasi campo della cultura, semplicemente non poteva essere contraddetto. Quindi bisognava assecondarlo. Murke saprà come ribaltare ironicamente questo gioco di forze e di pressioni, salvando la propria dignità intellettuale.
Questa è solo una parte di un racconto godibilissimo che nel suo stile semplice e sottile beffeggia con ironia il Potere e le Autorità.
Ordina per
  • 4

    Una godibile e grottesca storia

    Splendido umorista, Heinrich Boll descrive una gustosa e grottesca storia, composta da un intreccio in cui sono contemporaneamente presenti paradosso, cinismo, dramma ed ironia. E' anche una satira sul Potere, ambientata nella radio tedesca dell'immediato dopoguerra.

    ha scritto il 

  • 4

    E qui si parla di Heinrich Böll. E si scopre che la questione di "colui che non dev'essere nominato" mica l'ha inventata la Rowlings. (nemmeno Böll, se è per questo, ma letterariamente qui c'è un ottimo precedente).

    ha scritto il 

Ordina per