La ragazza con l'orecchino di perla

Di

Editore: Mondolibri (su licenza Neri Pozza)

4.0
(9530)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 215 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Francese , Tedesco , Svedese , Olandese , Catalano , Greco , Portoghese , Ceco , Rumeno

Isbn-10: A000072889 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Luciana Pugliese

Disponibile anche come: Paperback , Altri , CD audio , eBook

Genere: Arte, Architettura & Fotografia , Narrativa & Letteratura , Storia

Ti piace La ragazza con l'orecchino di perla?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Tre stelline e mezzo in realtà

    In realtà durante tutto il romanzo sembra che non accada nulla. Ovviamente c'è qualche vicenda, ma tutto è narrato con una tale calma che si ha l'impressione che non stia accadendo nulla. Eppure, nono ...continua

    In realtà durante tutto il romanzo sembra che non accada nulla. Ovviamente c'è qualche vicenda, ma tutto è narrato con una tale calma che si ha l'impressione che non stia accadendo nulla. Eppure, nonostante questo, si fa leggere senza problemi.
    Quattro stelline piene erano troppe, ma sicuramente tre sono poche.

    ha scritto il 

  • 4

    Il libro si legge molto velocemente per cui la lettura risulta molto scorrevole.La trama è semplice e delicata..pochi i colpi di scena..una lettura che porta serenità!

    ha scritto il 

  • 3

    Estremamente piatto e noioso almeno fino alle ultime 30-20 pagine. Bella idea e sicuramente interessante, ma di una piattezza abominevole. Sì è costantemente in attesa di qualche evento e dà soddisfaz ...continua

    Estremamente piatto e noioso almeno fino alle ultime 30-20 pagine. Bella idea e sicuramente interessante, ma di una piattezza abominevole. Sì è costantemente in attesa di qualche evento e dà soddisfazione giusto nel finale.

    ha scritto il 

  • 4

    di facile lettura

    Un libro agile, scorrevole, che si legge con avidità. La scrittrice è bravissima ad accompagnarci e farci vivere, come se fossimo presenti, la storia delicata e nello stesso tempo profonda, della raga ...continua

    Un libro agile, scorrevole, che si legge con avidità. La scrittrice è bravissima ad accompagnarci e farci vivere, come se fossimo presenti, la storia delicata e nello stesso tempo profonda, della ragazza con gli orecchini di perla . Ben delineati tutti i personaggi, stile chiaro e incisivo. Da consigliare.

    ha scritto il 

  • 4

    Adoro il modo in cui Tracy Chevalier riesce a descrivere epoche differenti, quasi come se lei avesse viaggiato nel tempo e avesse fatto esperienza di come vivevano le persone.
    Un'altra punto forte di ...continua

    Adoro il modo in cui Tracy Chevalier riesce a descrivere epoche differenti, quasi come se lei avesse viaggiato nel tempo e avesse fatto esperienza di come vivevano le persone.
    Un'altra punto forte di questo libro è l'ambigua relazione tra Grief e il suo padrone, una relazione di sguardi e parole mia dette.

    ha scritto il 

  • 3

    La voce narrante è quella di Griet che ci descrive minuziosamente ogni aspetto della sua vita a partire dalla sua condizione di sguattera ai momenti in cui si ritrova a passare sempre più tempo nell'a ...continua

    La voce narrante è quella di Griet che ci descrive minuziosamente ogni aspetto della sua vita a partire dalla sua condizione di sguattera ai momenti in cui si ritrova a passare sempre più tempo nell'atelier di Vermeer che diventa per lei una specie di rifugio sicuro. Solo quando si trova nello studio e ad usufruire della compagnia del pittore viene fuori un aspetto diverso della sua personalità, solitamente così passiva e di sottomissione, si dimostra curiosa e intuitiva. Possiede una dote innata nell'accostamento e nella preponderanza dei colori... Ma ovviamente tutto finisce lì. L'autrice sceglie volutamente di non narrare dettagli riguardanti i sentimenti di Griet per l'artista e quelli che prova nei confronti di Pieter, forse per tracciare una sorta di alone di mistero attorno alla figura di questa giovane donna popolana.
    Si legge facilmente, sebbene lo abbia trovato un po' noioso e piatto in alcuni punti; direi che si tratta di uno di quei rari casi in cui ho preferito di gran lunga la trasposizione cinematografica al libro.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per