Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La ragazza con l'orecchino di perla

Di

Editore: Neri Pozza

4.0
(9143)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 237 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Francese , Tedesco , Svedese , Olandese , Catalano , Greco , Portoghese , Ceco , Rumeno

Isbn-10: 8873057705 | Isbn-13: 9788873057703 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Luciana Pugliese

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri , CD audio , eBook

Genere: Art, Architecture & Photography , Fiction & Literature , History

Ti piace La ragazza con l'orecchino di perla?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Delft, XVII secolo, una casa nella zona protestante della città... Griet, la giovane figlia di uno dei decoratori di piastrelle più rinomati di Delft - privato, per un incidente, "degli occhi e del lavoro" - è in cucina quando ode voci decisamente insolite nella casa di un modesto decoratore... voci che suggeriscono "immagini di tappeti preziosi, libri, perle e pellicce". Sull'uscio appaiono improvvisamente due figure: un uomo dagli occhi grigi come il mare e un'espressione ferma sul volto lungo e spigoloso, e una donna - piccoli ricci biondi, sguardo che guizza qua e là nervosamente - che sembra portata dal vento, benché la giornata sia calma. Sono Johannes Vermeer, il celebre pittore, e sua moglie Katharina, gente ricca e influente, proveniente da vicino, dal Quartiere dei Papisti, eppure lontanissima da Griet e dal suo mondo. Griet ha sedici anni e quel giorno apprende dalla voce della madre il suo destino: andrà a servizio dei Vermeer per otto 'stuiver' al giorno, dovrà fare le pulizie nell'atelier del pittore, e dovrà agire delicatamente, senza spostare né urtare nulla.Romanzo che ci conduce là dove l'arte è divisa dai fantasmi della passione soltanto da una linea sottile: tra Vermeer e Griet, l'artista e la serva, l'amato e l'amante, l'uomo potente e la giovane donna che non possiede altro che il suo incanto e la sua innocenza, si stabilisce un'intensa relazione fatta di sguardi, sospiri, frasi dette e non dette."La ragazza con l'orecchino di perla" ci offre anche alcune delle pagine più felici, nella narrativa contemporanea, sulla dedizione e sul coraggio femminile.
Ordina per
  • 4

    Un libro molto di "atmosfera" in cui l'effetto predominante, a mio modo di vedere, è il "vedo non vedo", il "dico non dico", il "faccio non faccio", che lascia tanto spazio all'immaginazione del letto ...continua

    Un libro molto di "atmosfera" in cui l'effetto predominante, a mio modo di vedere, è il "vedo non vedo", il "dico non dico", il "faccio non faccio", che lascia tanto spazio all'immaginazione del lettore. Protagonista è una "serva" che, a causa della sfortuna del padre, si ritrova a servire a casa di un pittore che, a sua volta, non naviga nell'oro vista che non sforna quadri a ripetizione. Tra ingiustizie sociali, pregiudizi, convenzioni e convinzioni di un villaggio olandese, si instaura nel lettore tutto un gioco "mentale" intorno a questa serva e ai componenti della famiglia dei suoi padroni; molto bellolo stile narrativo.

    ha scritto il 

  • 5

    Quando ho finito la lettura di questo libro ho avuto l'impulso di rileggerlo di nuovo giusto per non abbandonare l'atmosfera narrata, quella dell'Olanda del XVII secolo. La protagonista Griet, per aiu ...continua

    Quando ho finito la lettura di questo libro ho avuto l'impulso di rileggerlo di nuovo giusto per non abbandonare l'atmosfera narrata, quella dell'Olanda del XVII secolo. La protagonista Griet, per aiutare la condizione economica familiare dovrà andare a lavorare a servizio nella casa del pittore Vermeer. Lei inoltre sarà l'unica autorizzata alla pulizia della stanza in cui il pittore custodisce tutto il suo materiale lavorativo. Vermeer inizierà a fidarsi a tal punto di Griet che le permetterà di acquistare o preparare i colori per i suoi dipinti. Inizialmente l'idea è quella che sia nata una liaison tra il pittore e la sua domestica, un tipo di amore accennato, fatto di sguardi, sospiri e sfioramenti. Riflettendo meglio però, si capisce che l'attrazione che Vermeer sviluppa nei confronti di Griet è dettata solo dal fatto che lui la sceglie come propria musa. Griet è il mezzo, la sua nuova ispirazione, il suo nuovo soggetto per la sua prossima opera; al centro dei pensieri di Vermeer c'è sempre e solo la sua arte.

    ha scritto il 

  • 5

    Libro molto particolare, mi ha affascinata fin da subito.
    Un amore fatto di sguardi e silenzi.
    Tracy Chevalier riesce a coinvolgere subito e ci si ritrova totalmente immersi nelle ambientazioni stori ...continua

    Libro molto particolare, mi ha affascinata fin da subito.
    Un amore fatto di sguardi e silenzi.
    Tracy Chevalier riesce a coinvolgere subito e ci si ritrova totalmente immersi nelle ambientazioni storico-sociali ricreate.
    Un libro intenso.

    ha scritto il 

  • 3

    Il libro si legge velocemente, prima volta con questa autrice, di cui ho molto apprezzato il modo di scrivere. Senza far pesare descrizioni di paesaggi o situazioni riesce a imprimerti nella mente del ...continua

    Il libro si legge velocemente, prima volta con questa autrice, di cui ho molto apprezzato il modo di scrivere. Senza far pesare descrizioni di paesaggi o situazioni riesce a imprimerti nella mente delle immagini chiare e vivide, che rimangono anche giorni dopo la lettura. Penso però che ci sia qualcosa di più di suo in giro e al più presto la rileggerò in qualche altro romanzo.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per