Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La ragazza delle arance

Di

Editore: RL Libri

3.9
(3010)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 193 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Olandese

Isbn-10: 8846208552 | Isbn-13: 9788846208552 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Lucia Barni

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Philosophy

Ti piace La ragazza delle arance?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Georg Røed ha quindici anni e conduce una vita tranquilla, come la maggiorparte dei suoi coetanei. Ma un giorno trova una lettera che suo padre gliaveva scritto prima di morire e che aveva poi nascosto, affinché il figlio lapotesse trovare una volta grande. In questa lettera il padre, Jan Olav,racconta la storia della "ragazza delle arance", una giovane con un sacchetto di arance incontrata un giorno per caso su un tram di Oslo e subito persa. PerJan è un colpo di fulmine. Georg si appassiona a questo racconto, che siaccorge riguardarlo molto da vicino e che pian piano gli svela ciò che èaccaduto prima della sua nascita; un racconto attraverso il quale la voce delpadre lo raggiunge da lontano facendolo riflettere sul senso della vita.
Ordina per
  • 3

    Una storia d'amore. Una storia d'amore raccontata tramite una lettera, molto dolce. Una lettura molto piacevole che fa tanto riflettere sulla precarietà della vita, un invito a vivere e godere giorno per giorno. Forse risulta un pò banale, già dalle prime pagine si può intuire l'identità della Ra ...continua

    Una storia d'amore. Una storia d'amore raccontata tramite una lettera, molto dolce. Una lettura molto piacevole che fa tanto riflettere sulla precarietà della vita, un invito a vivere e godere giorno per giorno. Forse risulta un pò banale, già dalle prime pagine si può intuire l'identità della Ragazza delle Arance, resta comunque una lettura interessante.

    ha scritto il 

  • 3

    la storia mi è piaciuta abbastanza, lettura non troppo pesante ne troppo impegnativa. Ogni tanto l'autore si dilunga in descrizioni non necessarie e inutili al fine della storia, e ci sono un pò troppe ripetizioni anch'esse assolutamente inutili, la parte finale poi si poteva sfoltire di molto, p ...continua

    la storia mi è piaciuta abbastanza, lettura non troppo pesante ne troppo impegnativa. Ogni tanto l'autore si dilunga in descrizioni non necessarie e inutili al fine della storia, e ci sono un pò troppe ripetizioni anch'esse assolutamente inutili, la parte finale poi si poteva sfoltire di molto, pare abbia tirato un pò la cosa per i capelli per allungare il libro. Tutto sommato però nel complesso si lascia leggere bene, non è certo il suo scritto migliore, tutto il gran mistero promesso all'inizio si scopre non essere poi così grande e neanche così mistero, però la domanda posta nella parte finale un pochino fa pensare, anche se comunque credo che, il 99% di noi, risponderebbe esattamente ciò che ha risposto il protagonista.

    ha scritto il 

  • 2

    Non sono abbastanza emotiva per apprezzare libri di questo genere.
    La storia da un punto di vista meramente "sentimentale" potrebbe risultare carina, ma io l'ho trovata banale e prevedibile.
    Non mi ha preso.

    ha scritto il 

  • 4

    Le meraviglie di una vita nascono dalle cose più piccole e più difficili da vedere, siamo offuscati nei nostri giudizi e omologati dalla società, ma se si riesce a trovare il modo di evadere, si può riscoprire la bellezza dell'esistenza, da cui inevitabilmente sfocia la disperazione dell'idea del ...continua

    Le meraviglie di una vita nascono dalle cose più piccole e più difficili da vedere, siamo offuscati nei nostri giudizi e omologati dalla società, ma se si riesce a trovare il modo di evadere, si può riscoprire la bellezza dell'esistenza, da cui inevitabilmente sfocia la disperazione dell'idea del distacco da essa..

    ha scritto il 

  • 3

    Storia semplice e di facile lettura. Qualcosa che ti tiene compagnia senza affaticare troppo la mente e che ti aiuta a sorridere in alcuni momenti. A tratti leggermente noioso.

    ha scritto il 

  • 3

    Romanzo dolce, commovente e romantico. Tuttavia non mi ha entusiasmata. L'immagine del padre che sapendo di morire, scrive una lettera al figlio per raccontargli questa "favola" è particolarmente toccante. La domanda che il padre pone al figlio è profonda e trovare ad essa una risposta significa ...continua

    Romanzo dolce, commovente e romantico. Tuttavia non mi ha entusiasmata. L'immagine del padre che sapendo di morire, scrive una lettera al figlio per raccontargli questa "favola" è particolarmente toccante. La domanda che il padre pone al figlio è profonda e trovare ad essa una risposta significa aver capito il significato dell'universo e della vita. Come lettura è molto veloce anche se sono presenti punti in cui l'autore si ripete, oppure fa dei giri di parole quindi risulta essere un po' noioso. In conclusione posso dire che ho trovato molto carina la storia, ma la narrazione non mi ha coinvolta più di tanto.

    Voto 6/10

    ha scritto il 

  • 4

    essere figlio - essere padre

    da molto volevo leggere questo libro. forse, anche in questo caso, si è "avverato" il mio personale detto "ogni libro ha un suo tempo". infatti, mi ha coinvolto la storia, l'amore travolgente, il contesto familiare. la scrittura è semplice, immediata. ma più di tutto, mi ha lasciato sensazioni e ...continua

    da molto volevo leggere questo libro. forse, anche in questo caso, si è "avverato" il mio personale detto "ogni libro ha un suo tempo". infatti, mi ha coinvolto la storia, l'amore travolgente, il contesto familiare. la scrittura è semplice, immediata. ma più di tutto, mi ha lasciato sensazioni e spunti di riflessione sul tema della scomparsa di un genitore, sull'essere figlio e (quello che ancora mi manca ma a cui penso spesso) sull'essere genitore. ho pianto, soprattutto verso la fine...mi sono immedesimata in jon, provando a capire cosa voglia dire mettere al mondo un essere...

    ha scritto il 

  • 3

    Questo racconto è di facile lettura e scorrevole, perfettamente adatto a genitori e figli, perché sa affrontare con leggerezza ed una certa ironia un problema esistenziale, per il quale la risposta giusta non è facile! L’autore è bravo a cambiare registro e a rappresentare sentimenti di amore, gi ...continua

    Questo racconto è di facile lettura e scorrevole, perfettamente adatto a genitori e figli, perché sa affrontare con leggerezza ed una certa ironia un problema esistenziale, per il quale la risposta giusta non è facile! L’autore è bravo a cambiare registro e a rappresentare sentimenti di amore, gioie e dolori, anche se, forse, la psicologia dei personaggi è un po’ semplicistica.

    ha scritto il 

Ordina per