Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La ragazza di Bube

Premio Strega 1960

Di

Editore: Utet

3.8
(5028)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 320 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Danese

Isbn-10: 8802075190 | Isbn-13: 9788802075198 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Tascabile economico , Paperback , Copertina morbida e spillati , Copertina rigida , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , History

Ti piace La ragazza di Bube?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    affascinante storia

    Affascinante la storia e le umane conclusioni cui arriva. Bube è un ragazzo che fa il partigiano e finita la guerra continua a combattere a modo suo, Mara inizia con lui una storia per vezzo, per gioc ...continua

    Affascinante la storia e le umane conclusioni cui arriva. Bube è un ragazzo che fa il partigiano e finita la guerra continua a combattere a modo suo, Mara inizia con lui una storia per vezzo, per gioco, ma dedicherà a lui gran parte della propria vita.

    ha scritto il 

  • 4

    La ragazza di Bube e la sua lezione

    Amo questa letteratura italiana, opere come questa capaci di ricostruire importanti periodi storici per il nostro Paese ma anche di sondare con acume l’animo umano.
    Ed è soprattutto quest’ultimo aspet ...continua

    Amo questa letteratura italiana, opere come questa capaci di ricostruire importanti periodi storici per il nostro Paese ma anche di sondare con acume l’animo umano.
    Ed è soprattutto quest’ultimo aspetto che mi ha colpito, il percorso di crescita, di maturazione, se vogliamo obbligata, che caratterizza la protagonista, Mara, la ragazza di Bube appunto.

    Mara ha sedici anni e all’inizio ci appare come una ragazzina spensierata, vivace e vitale, a volte un po’ civettuola e superficiale. Subito dopo l’armistizio e al termine dell’occupazione tedesca, Mara si fidanza con Bube un giovane partigiano tornato dalla clandestinità della Resistenza, e intraprenderà così il suo personale viaggio di iniziazione, di crescita. In un periodo caratterizzato da regolamenti di conti, vendette, violenza e tradimenti, Mara diventerà grande e responsabile e lo dimostrerà con una scelta di vera abnegazione, di estremo sacrificio che sceglierà di sua spontanea volontà senza imposizioni ma che anzi farà valere con caparbietà e determinazione.

    Mara è giovanissima ma ci restituisce grandi e profondi ideali, ancor più preziosi oggi, tempo caratterizzato da personalismi ed egoismi, dove parole come sacrificio, responsabilità, privazione, fatica sono diventate scomode, valori inutili quando tutto ciò che conta è la propria soddisfazione personale.

    La protagonista di Cassola, tratteggiata con grande maestria da dialoghi serrati e avvincenti, è un personaggio indimenticabile perché è anche una splendida metafora della dura disillusione dei grandi ideali nati durante la Resistenza e traditi o delusi nell’immediato dopoguerra.

    Un personaggio magnifico.

    ha scritto il 

  • 4

    Letto un secolo fa ma ancora vivido nella memoria,per la storia in sè,per la scrittura,semplice e lineare,per il quadro degli avvenimenti che l'autore sa dipingere con maestria,per i personaggi,realis ...continua

    Letto un secolo fa ma ancora vivido nella memoria,per la storia in sè,per la scrittura,semplice e lineare,per il quadro degli avvenimenti che l'autore sa dipingere con maestria,per i personaggi,realistici e vitali.

    ha scritto il 

  • 4

    La ragazza di Bube è un romanzo scritto da Carlo Cassola tra il 1958 e il 1959 in cui vengono tra l'altro illustrati, attraverso la storia di ragazzi innamorati, i problemi politici e sociali del dopo ...continua

    La ragazza di Bube è un romanzo scritto da Carlo Cassola tra il 1958 e il 1959 in cui vengono tra l'altro illustrati, attraverso la storia di ragazzi innamorati, i problemi politici e sociali del dopoguerra.
    Venne insignito del Premio Strega nel 1960, anno in cui era stato pubblicato dalla casa editrice Einaudi; tre anni più tardi ne fu realizzato anche un adattamento cinematografico per la regia di Luigi Comencini e come interpreti principali attori della caratura di Claudia Cardinale e George Chakiris.
    Mara è una giovane di Monteguidi, piccolo paese della Val d'Elsa, che all'indomani della Liberazione conosce il partigiano Bube, eroe della Resistenza, e se ne innamora. Questi, tornato alla vita civile imbottito di precetti di violenza e vendetta, ha commesso un delitto e, dopo un periodo alla macchia, viene catturato e condannato a quattordici anni di carcere. Mara, maturata proprio grazie alla forza del sentimento per Bube e divenuta ormai donna, decide di aspettare l'amato con animo fedele e ostinato.
    "La ragazza di Bube" segna una profonda cesura nella narrativa italiana del dopoguerra: benché ispirato a una vicenda realmente accaduta, il romanzo si arricchisce di elementi psicologici e lirici superando le istanze neorealiste, tanto per il linguaggio quanto per il rifiuto dei dogmatismi ideologici. "Il romanzo" sostiene infatti Cassola "viene prima di ogni interpretazione della realtà, è la ricerca continua della verità degli uomini."
    Un libro che racconta dell’amore e della politica e di come questi due mondi possono incontrarsi, ma racconta anche della crescita dei sentimenti, dell’iniziale infantilità nell’affrontarli, per poi restarne inevitabilmente coinvolti. Bube, questa ragazzetta è la protagonista di tutto il romanzo, forse nella prima parte troppo vanitosa e poco sensibile, successivamente diventerà e mostrerà tutta la sua forza, una forza che raramente ho letto con tanto ardore nelle pagine della letteratura del ‘900.

    ha scritto il 

  • 3

    Dopo anni dalla fine della scuola, in cui mi sono dedicata in maggior parte a letture straniere, tornare finalmente a un classico italiano è stata una piacevole esperienza. Non l'avrei mai detto, ma l ...continua

    Dopo anni dalla fine della scuola, in cui mi sono dedicata in maggior parte a letture straniere, tornare finalmente a un classico italiano è stata una piacevole esperienza. Non l'avrei mai detto, ma leggendo Cassola mi sono resa conto che mi mancava quello stile realistico e schietto di chi scrive delle realtà rurali del nostro paese. A questo si aggiunge una storia scorrevole e lineare che tratta temi non scontati e su cui riflettere, nelle loro molteplici implicazioni, politiche, etiche e sentimentali. Ben costruiti i personaggi, tra cui spiccano i protagonisti Mara e Bube, e ben rese le loro evoluzioni nel corso della storia. Mi è piaciuto, non da farmi impazzire, ma è stata una bella lettura.
    Voto: 8

    ha scritto il 

  • 3

    La Ragazza di Bube, ovvero, come noi donne riusciamo a rovinarci la vita per inseguire un sogno o perché
    veniamo fregate dal senso del dovere o veniamo invischiate nel classico gioco del: "Io Ti Salve ...continua

    La Ragazza di Bube, ovvero, come noi donne riusciamo a rovinarci la vita per inseguire un sogno o perché
    veniamo fregate dal senso del dovere o veniamo invischiate nel classico gioco del: "Io Ti Salverò".
    L'autore è Carlo Cassola e su di lui non si discute, ma questi personaggi, soprattutto Mara, mi sembrano un po' inverosimili.
    Mara, a 16 anni sembra già una donna fatta e finita, però poi si lascia andare a questi dialoghi stucchevoli tipo "....Ma allora mi ami? Ma quanto mi ami?" E Bube? Che dire di lui? Un poveretto che, solo perché è stato partigiano, l'hanno convinto che può fare tutto quello che vuole e.....voilà......eccolo nei pasticci.

    ha scritto il 

  • 5

    Favoloso...

    Ho dovuto leggere questo libro per un esame e me ne sono subito innamorata! La vicenda è molto particolare, ma viene trattata con molta delicatezza e rispecchia in parte i reali amori adolescenziali. ...continua

    Ho dovuto leggere questo libro per un esame e me ne sono subito innamorata! La vicenda è molto particolare, ma viene trattata con molta delicatezza e rispecchia in parte i reali amori adolescenziali. Non so come descriverlo per bene, ma leggetelo. Lo stile è particolare, come la vicenda, ma non è pesante. Semplicemente il tutto è vissuto dal punto di vista di Mara, della quale condividiamo paure, dubbi, angosce e felicità.
    Bellissimo...

    ha scritto il 

Ordina per