Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La ragazza di Bube

Di

Editore: Rizzoli

3.8
(4989)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 267 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Danese

Isbn-10: 8817661899 | Isbn-13: 9788817661898 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Tascabile economico , Paperback , Altri , Copertina morbida e spillati , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , History

Ti piace La ragazza di Bube?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
«Quel triangolo che ha per vertici Siena, Volterra, Grosseto è divenuto per merito di Bilenchi e Cassola un po' la terra magica della migliore letteratura nuova. E il tempo che passa su quei luoghi silenziosi e assorti intessendo e sciogliendo le fila di delicati e umili destini determina l’intraducibile poesia di quest’opera felice»: cosi scriveva Luzi a proposito del romanzo di Cassola Fausto e Anna, forse l’unico vero romanzo della generazione italiana che crebbe tra gli anni ’3O e la guerra. Ancora quei luoghi, ancora quel mondo sono cornice e materia de La ragazza di Bube, il romanzo a cui Cassola, dopo tanti e noti racconti, lunghi e brevi, e approdato nel ’6O con un pieno successo, testimoniatogli dal pubblico, dalla critica e dalla vittoria del Premio Strega.Storia minima e esemplare, raccolta intorno a pochi, umili protagonisti, ma mossa nell’aria di enormi eventi — l’Italia e gli italiani all’indomani della Liberazione — La ragazza di Bube è un romanzo «perfetto»: per tensione, ritmo, per la semplicità corale con cui lievita di pagina in pagina, per la presa di coscienza dei personaggi, ragazzi nell’aprile del ’45 e poi uomini e donne, con un destino ormai scavato, quando l’azione si conclude.Negli anni confusi e gloriosi dell’immediato dopoguerra, Bube, la sua fidanzatina Mara, ancora una bambina, il padre di lei, comunista rivoluzionario, intrecciano una vicenda fitta e contrastata che, pur diventando dramma, non esce mai dai suoi binari severi, dolenti. La straordinaria Mara, per cui anche l’affetto e un dovere, è un’italiana così antica, così vera, che trova rispondenza, nelle nostre lettere, solo con alcune tra le maggiori figure di protagoniste di romanzo, alcune donne di Nievo, di Manzoni. Ciò che di Cassola notava Giuseppe De Robertis - «una prosa scorrente; e tutto nitido. E le figure uguali, nette, con finezza incise... e che decisione, che piglio, e che verità, da cronista antico...» — dà forse in questo romanzo la sua prova migliore, che ha l'aria incantata del tanto lodato Taglio del bosco e il sommesso lavoro psicologico del Soldato, con in più l'eco di vicende che costituiscono il vivo della nostra recente storia, il doloroso maturarsi della nostra coscienza civile.
Ordina per
  • 4

    Letto un secolo fa ma ancora vivido nella memoria,per la storia in sè,per la scrittura,semplice e lineare,per il quadro degli avvenimenti che l'autore sa dipingere con maestria,per i personaggi,realis ...continua

    Letto un secolo fa ma ancora vivido nella memoria,per la storia in sè,per la scrittura,semplice e lineare,per il quadro degli avvenimenti che l'autore sa dipingere con maestria,per i personaggi,realistici e vitali.

    ha scritto il 

  • 4

    La ragazza di Bube è un romanzo scritto da Carlo Cassola tra il 1958 e il 1959 in cui vengono tra l'altro illustrati, attraverso la storia di ragazzi innamorati, i problemi politici e sociali del dopo ...continua

    La ragazza di Bube è un romanzo scritto da Carlo Cassola tra il 1958 e il 1959 in cui vengono tra l'altro illustrati, attraverso la storia di ragazzi innamorati, i problemi politici e sociali del dopoguerra.
    Venne insignito del Premio Strega nel 1960, anno in cui era stato pubblicato dalla casa editrice Einaudi; tre anni più tardi ne fu realizzato anche un adattamento cinematografico per la regia di Luigi Comencini e come interpreti principali attori della caratura di Claudia Cardinale e George Chakiris.
    Mara è una giovane di Monteguidi, piccolo paese della Val d'Elsa, che all'indomani della Liberazione conosce il partigiano Bube, eroe della Resistenza, e se ne innamora. Questi, tornato alla vita civile imbottito di precetti di violenza e vendetta, ha commesso un delitto e, dopo un periodo alla macchia, viene catturato e condannato a quattordici anni di carcere. Mara, maturata proprio grazie alla forza del sentimento per Bube e divenuta ormai donna, decide di aspettare l'amato con animo fedele e ostinato.
    "La ragazza di Bube" segna una profonda cesura nella narrativa italiana del dopoguerra: benché ispirato a una vicenda realmente accaduta, il romanzo si arricchisce di elementi psicologici e lirici superando le istanze neorealiste, tanto per il linguaggio quanto per il rifiuto dei dogmatismi ideologici. "Il romanzo" sostiene infatti Cassola "viene prima di ogni interpretazione della realtà, è la ricerca continua della verità degli uomini."
    Un libro che racconta dell’amore e della politica e di come questi due mondi possono incontrarsi, ma racconta anche della crescita dei sentimenti, dell’iniziale infantilità nell’affrontarli, per poi restarne inevitabilmente coinvolti. Bube, questa ragazzetta è la protagonista di tutto il romanzo, forse nella prima parte troppo vanitosa e poco sensibile, successivamente diventerà e mostrerà tutta la sua forza, una forza che raramente ho letto con tanto ardore nelle pagine della letteratura del ‘900.

    ha scritto il 

  • 3

    Dopo anni dalla fine della scuola, in cui mi sono dedicata in maggior parte a letture straniere, tornare finalmente a un classico italiano è stata una piacevole esperienza. Non l'avrei mai detto, ma l ...continua

    Dopo anni dalla fine della scuola, in cui mi sono dedicata in maggior parte a letture straniere, tornare finalmente a un classico italiano è stata una piacevole esperienza. Non l'avrei mai detto, ma leggendo Cassola mi sono resa conto che mi mancava quello stile realistico e schietto di chi scrive delle realtà rurali del nostro paese. A questo si aggiunge una storia scorrevole e lineare che tratta temi non scontati e su cui riflettere, nelle loro molteplici implicazioni, politiche, etiche e sentimentali. Ben costruiti i personaggi, tra cui spiccano i protagonisti Mara e Bube, e ben rese le loro evoluzioni nel corso della storia. Mi è piaciuto, non da farmi impazzire, ma è stata una bella lettura.
    Voto: 8

    ha scritto il 

  • 3

    La Ragazza di Bube, ovvero, come noi donne riusciamo a rovinarci la vita per inseguire un sogno o perché
    veniamo fregate dal senso del dovere o veniamo invischiate nel classico gioco del: "Io Ti Salve ...continua

    La Ragazza di Bube, ovvero, come noi donne riusciamo a rovinarci la vita per inseguire un sogno o perché
    veniamo fregate dal senso del dovere o veniamo invischiate nel classico gioco del: "Io Ti Salverò".
    L'autore è Carlo Cassola e su di lui non si discute, ma questi personaggi, soprattutto Mara, mi sembrano un po' inverosimili.
    Mara, a 16 anni sembra già una donna fatta e finita, però poi si lascia andare a questi dialoghi stucchevoli tipo "....Ma allora mi ami? Ma quanto mi ami?" E Bube? Che dire di lui? Un poveretto che, solo perché è stato partigiano, l'hanno convinto che può fare tutto quello che vuole e.....voilà......eccolo nei pasticci.

    ha scritto il 

  • 5

    Favoloso...

    Ho dovuto leggere questo libro per un esame e me ne sono subito innamorata! La vicenda è molto particolare, ma viene trattata con molta delicatezza e rispecchia in parte i reali amori adolescenziali. ...continua

    Ho dovuto leggere questo libro per un esame e me ne sono subito innamorata! La vicenda è molto particolare, ma viene trattata con molta delicatezza e rispecchia in parte i reali amori adolescenziali. Non so come descriverlo per bene, ma leggetelo. Lo stile è particolare, come la vicenda, ma non è pesante. Semplicemente il tutto è vissuto dal punto di vista di Mara, della quale condividiamo paure, dubbi, angosce e felicità.
    Bellissimo...

    ha scritto il 

  • 5

    Brutalmente amato.

    Ho amato questo romanzo da quando ero bambina e lo leggevo all'insaputa dei miei. Alcune scene di infantile sessualità erano, secondo i miei genitori, troppo per me. Ma io, divoratrice di conoscenza, ...continua

    Ho amato questo romanzo da quando ero bambina e lo leggevo all'insaputa dei miei. Alcune scene di infantile sessualità erano, secondo i miei genitori, troppo per me. Ma io, divoratrice di conoscenza, ero riuscita finalmente a fregarlo dalla libreria del salone e me l'ero nascosto sotto il materasso. E più leggevo più mi rendevo conto che non era solo l'amore che non conoscevo, ma soprattutto la crudeltà della guerra, del mondo e l'ingiustizia della vita, in generale. Piansi, una volta finito, sperando che fosse solo una storia scritta così, da uno scrittore cattivo che non voleva lasciarmi la possibilità di sognare ancora. Un romanzo incredibile, assolutamente da leggere.

    ha scritto il 

  • 4

    Narrandoci la storia di Mara che pagina dopo pagina si trasforma da ragazzina sprovveduta a donna vera e coraggiosa e della sua vicenda amorosa con il partigiano Bube,Cassola ci fa rivivere l'italia d ...continua

    Narrandoci la storia di Mara che pagina dopo pagina si trasforma da ragazzina sprovveduta a donna vera e coraggiosa e della sua vicenda amorosa con il partigiano Bube,Cassola ci fa rivivere l'italia del dopo guerra in modo semplice e esemplare.

    ha scritto il 

Ordina per