La ragazza di fronte

Di

Editore: Mondadori

3.3
(128)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 228 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8804653035 | Isbn-13: 9788804653035 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura

Ti piace La ragazza di fronte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Quando era bambino, arrivato a Torino dal Sud, Michele era rimasto incantato dalla bambina che leggeva, seduta sul terrazzino di fronte. Quando era bambina, tormentata dai fratelli gemelli scatenati, Marta si rifugiava sul balcone per sognare le vite degli altri. Come una folata di vento che scompigli la quiete del grande cortile che li separa, ora la vita ha rimescolato le carte. Marta è una donna adulta, indipendente e sola, con un solo motto - bastare a se stessi, come i gatti - e un solo piacere segreto: spiare da dietro le tende, al buio, la finestra di fronte. È andata lontano, ha viaggiato e da poco è tornata a casa, in un condominio simile a quello dell'infanzia. Anche Michele si è spinto dove nessuno avrebbe pensato, e ogni giorno per mestiere vede gente che fugge e che torna: guida i Frecciarossa attraverso l'Italia, e in poche ore solca la penisola per poi rientrare nel suo nuovo appartamento e affacciarsi ancora una volta su un cortile. Fino a quando succede una cosa imprevista, anzi più d'una: di quelle che accelerano il corso dell'esistenza, che costringono a uscire dal guscio protettivo che ci costruiamo, a guardarsi negli occhi. A quanti di noi è capitato di abitare in un grande caseggiato, di quelli con un ampio cortile di giorno popolato di voci e la sera di luci che rivelano le vite degli altri?
Ordina per
  • 4

    La storia è semplice e nemmeno tanto originale, ma sono coinvolgenti i pensieri, i ricordi, i nodi ancora da sciogliere dei protagonisti accomunati da un passato troppo condizionato da egoismi e solit ...continua

    La storia è semplice e nemmeno tanto originale, ma sono coinvolgenti i pensieri, i ricordi, i nodi ancora da sciogliere dei protagonisti accomunati da un passato troppo condizionato da egoismi e solitudine.

    ha scritto il 

  • 2

    Ho avuto un po' di difficoltà a metà libro: ero molto indecisa se proseguire la lettura. Alla fine sono andata avanti perché è un libricino ed effettivamente la "parte migliore" ritengo sia proprio qu ...continua

    Ho avuto un po' di difficoltà a metà libro: ero molto indecisa se proseguire la lettura. Alla fine sono andata avanti perché è un libricino ed effettivamente la "parte migliore" ritengo sia proprio quella finale.
    Nel complesso comunque il libro non mi è piaciuto: l'ho trovato banale e anche un po' confuso.
    Diciamo che è tra i meno riusciti dell'attrice.

    ha scritto il 

  • 3

    Storia di due giovani che da bambini si guardavano da un terrazzo all'altro e che si ritrovano per caso. Una bella città sullo sfondo, buone le descrizioni dei personaggi, una lettura leggera e piacev ...continua

    Storia di due giovani che da bambini si guardavano da un terrazzo all'altro e che si ritrovano per caso. Una bella città sullo sfondo, buone le descrizioni dei personaggi, una lettura leggera e piacevole. Trovo però che sia stato troppo frettoloso il finale, forse anche un po' banale.

    ha scritto il 

  • 4

    Bello spaccato di vita torinese che fa da sfondo a riflessioni, ricordi, patimenti e nodi da sciogliere dei protagonisti: Marta, molto sabauda, prudente,tormentata, poco incline agli eccessi emotivi ...continua

    Bello spaccato di vita torinese che fa da sfondo a riflessioni, ricordi, patimenti e nodi da sciogliere dei protagonisti: Marta, molto sabauda, prudente,tormentata, poco incline agli eccessi emotivi e Michele, meridionale, aperto, curioso, tormentato; entrambi molto concreti e autentici.
    Sempre piacevole l'arguta e stimolante scrittura che scava negli animi e nei ricordi e tratteggia una brillante e ironica narrazione. Una lettura godibile e appagante cui tornavo appena possibile molto volentieri e questo è uno dei segnali migliori.

    ha scritto il 

  • 3

    bastare a se stessi come i gatti...

    ...è quello che pensano Marta e Michele che dopo una serie di relazioni burrascose, sbagliate e finite male decidono di mettersi in stand-by...almeno per un pò.
    Viaggia leggera la penna di Margherita ...continua

    ...è quello che pensano Marta e Michele che dopo una serie di relazioni burrascose, sbagliate e finite male decidono di mettersi in stand-by...almeno per un pò.
    Viaggia leggera la penna di Margherita Oggero a tratteggiare i tormenti di una generazione perennemente alla ricerca di una felicità che sembra non volerne sapere di arrivare.

    ha scritto il 

  • 0

    Una garanzia

    Libro di piacevole lettura , Margherita Oggero non delude mai. Scrittura che prende. Leggera ma non per questo meno strutturata. Sa incuriosire il lettore e portarlo in una piacevole passeggiata tra ...continua

    Libro di piacevole lettura , Margherita Oggero non delude mai. Scrittura che prende. Leggera ma non per questo meno strutturata. Sa incuriosire il lettore e portarlo in una piacevole passeggiata tra le pagine . Ottimo

    ha scritto il 

  • 3

    3 e mezzo

    “La ragazza di fronte” è un romanzo ambientato a Torino, città magistralmente descritta dalla Oggero. Il ritmo del libro è scorrevole con un andamento variabile. I primi capitoli sono lo spe ...continua

    3 e mezzo

    “La ragazza di fronte” è un romanzo ambientato a Torino, città magistralmente descritta dalla Oggero. Il ritmo del libro è scorrevole con un andamento variabile. I primi capitoli sono lo specchio di una situazione embrionale da cui nascerà l’evoluzione della storia che vede i due protagonisti, ancor giovanissimi, nelle proprie famiglie d’origine. Sia Marta che Michele affrontano i problemi che nascono dal quotidiano e lo fanno ognuno a modo suo.

    [...]

    “La ragazza di fronte” è un romanzo ben scritto, arricchito da una certa dose di suspense e intriso con una buona dose d’ironia. Io non sono una romantica ma avrei gradito una maggiore attenzione verso la relazione tra i due protagonisti il cui spettro ci accompagna per tutto il romanzo. Lui appare innamorato fin da piccolino, lei cambia i suoi sentimenti con una velocità sorprendente. Cosa accadrà? Riusciranno Michele e Marta a cancellare la distanza che separa i loro balconi per potersi guardare, finalmente, negli occhi senza più sotterfugi?

    Recensione completa su http://pennadoro.blogspot.it/2016/09/la-ragazza-di-fronte-oggero.html

    ha scritto il 

  • 3

    va bene per una lettura estiva non impegnata. per cert versi mi sembrano i romanzi di Stefania Bertola, altra autrice torinese che scrive storie un po' inconsistenti ma gradevoli. I primi libri della ...continua

    va bene per una lettura estiva non impegnata. per cert versi mi sembrano i romanzi di Stefania Bertola, altra autrice torinese che scrive storie un po' inconsistenti ma gradevoli. I primi libri della Oggero erano meglio

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Voglia di romanticismo.

    In genere non sono una romanticona. Sarà che ultimamente ne sento il bisogno assoluto, e allora uno lo cerca in ciò che ha intorno.
    Il libro è molto carino, una spirale di due storie, che convergono s ...continua

    In genere non sono una romanticona. Sarà che ultimamente ne sento il bisogno assoluto, e allora uno lo cerca in ciò che ha intorno.
    Il libro è molto carino, una spirale di due storie, che convergono sono nel finale l'una dentro l'altra.
    L'amore non sempre è automatico, o facile. Non sempre è istantaneo. E' difficile, richiede impegno e pazienza.
    Questo libro lo dice. E ha ragione.

    ha scritto il 

Ordina per