La ragazza in blu

Di

Editore: Neri Pozza Editore Vicenza

3.6
(603)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 168 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Catalano , Spagnolo , Francese

Isbn-10: A000051717 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Arte, Architettura & Fotografia , Narrativa & Letteratura , Storia

Ti piace La ragazza in blu?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    La forza dell'arte

    È un bel libro che è riuscito a descrivere l'intensità di un dipinto attraverso i suoi proprietari. Tutto ciò che può suscitare la bellezza di un'opera d'arte attraverso gli occhi di chi la ammira ...continua

    È un bel libro che è riuscito a descrivere l'intensità di un dipinto attraverso i suoi proprietari. Tutto ciò che può suscitare la bellezza di un'opera d'arte attraverso gli occhi di chi la ammira

    ha scritto il 

  • 5

    bello conoscere i fatti delle persone che erano proprietarie del quadro.
    assomiglia allo stile della chavalier , la ragazza con l'orecchino di perla.
    lettura piacevole , l'ho letto quest'estate che c' ...continua

    bello conoscere i fatti delle persone che erano proprietarie del quadro.
    assomiglia allo stile della chavalier , la ragazza con l'orecchino di perla.
    lettura piacevole , l'ho letto quest'estate che c'erano 40 gradi solo perchè è una lettura non impegnativa

    ha scritto il 

  • 4

    Le vite di alcune persone che sono venute in contatto con questo quadro nel corso dei secoli. Storie tristi, romantiche, drammatiche. In tutte l'amore per la oittura, per quello che un quadro puo susc ...continua

    Le vite di alcune persone che sono venute in contatto con questo quadro nel corso dei secoli. Storie tristi, romantiche, drammatiche. In tutte l'amore per la oittura, per quello che un quadro puo suscitare in chi lo ossserva. Un atto d'amore.

    ha scritto il 

  • 4

    un dipinto in blu giacinto

    Un insegnante di matematica, Cornelius, introverso e sfuggente, osserva un quadro che ritrae una ragazza con un grembiule blu seduta di profilo davanti ad una finestra aperta…forse un dipinto di V ...continua

    Un insegnante di matematica, Cornelius, introverso e sfuggente, osserva un quadro che ritrae una ragazza con un grembiule blu seduta di profilo davanti ad una finestra aperta…forse un dipinto di Veermer, il grande pittore olandese del XVII secolo. Il padre di Cornelius, un ufficiale nazista, durante la guerra l'aveva trafugato a una famiglia ebrea.
    Il libro non è altro che un viaggio a ritroso, dall’America all’Olanda di Veermer , di un quadro e di quanti l’hanno avuto tra le mani… persone comuni:
    una coppia felice fino al momento in cui in cui uno dei due ammette che la ragazza del quadro gli ricorda un vecchio amore

    un bambino che viene abbandonato assieme al quadro durante un'inondazione…

    Aletta, una ragazza-madre accusata di stregoneria…
    e infine il pittore stesso e sua figlia Magdalena che ha un unico desiderio: dipingere.
    "Voglio dipingere. Questo è tutto. Il mondo che si stende sotto di
    me. Dipingere. Se soltanto fosse stato sufficiente desiderarlo…”

    ha scritto il 

  • 3

    Si respira molta Olanda in questo breve libro da leggere tutto di un fiato o come una raccolta di racconti. Ogni capitolo è una storia a sé e il filo conduttore è un quadro del pittore olandese Vermee ...continua

    Si respira molta Olanda in questo breve libro da leggere tutto di un fiato o come una raccolta di racconti. Ogni capitolo è una storia a sé e il filo conduttore è un quadro del pittore olandese Vermeer, quadro talmente bello, da far sì che ogni proprietario se ne distacchi con molta riluttanza. L’autrice si è inventata il quadro (che è successivamente è stato dipinto da Jonathan Janson, grande conoscitore di Vermeer, per la copertina del libro) e ha tessuto tutta la storia intorno ad esso: lascia un po’ male sapere che il quadro in questione non esiste, o meglio, non è stato dipinto dal grande maestro olanderse. Alcuni capitoli fanno riflettere (povertà, guerra, ignoranza, abbandoni) ma non si arriva mai ad essere angosciati dal racconto, forse sotto l’influsso del “bello” che è racchiuso nel quadro.
    È un libro leggero, scorrevole, con una storia che si lascia seguire. Non un capolavoro, si intende, ma a volte perdersi in questo genere di libri può far bene, soprattutto in estate.

    ha scritto il 

  • 4

    Ritorno all'origine

    La storia di un quadro che, parte dal novecento ed a ritroso percorre secoli di storia e storie,fino appunto a ritrovare il suo autore cioè l'origine!

    ha scritto il 

  • 3

    Un bellissimo quadro fa da sfondo al libro. l'autore corre a ritroso nel tempo raccontando i passaggi di proprietà e la vita che è girata attorno al quadro di Vermeer.
    un vortice di situazioni e vite ...continua

    Un bellissimo quadro fa da sfondo al libro. l'autore corre a ritroso nel tempo raccontando i passaggi di proprietà e la vita che è girata attorno al quadro di Vermeer.
    un vortice di situazioni e vite vissute complicate e a volte un po difficile da seguire svelano alla fine l'identità della ragazza, dei suoi sogni e delle su aspettative tanto semplici quanto effimere.
    Un capolavoro che attraversa il tempo ed un racconto che poco a poco te lo svela facendoti notare piccoli particolari del dipinto.
    Intrigante anche se mi aspettavo qualcosa di più.

    ha scritto il 

  • 4

    Con maestria Susan Vreeland ci dipinge spaccati di vita a ritroso nel tempo che hanno come unico filo conduttore la presenza di un meraviglioso quadro che ritrae una ragazza con un grembiule blu sedut ...continua

    Con maestria Susan Vreeland ci dipinge spaccati di vita a ritroso nel tempo che hanno come unico filo conduttore la presenza di un meraviglioso quadro che ritrae una ragazza con un grembiule blu seduta ad un tavolo accanto ad una finestra aperta.
    E' un libro di racconti che mi ha incantata: pagine poetiche, dolorose e sofferte dove sono protagonisti assoluti i desideri, i sogni, e la vita delle persone comuni.
    Non tutti i racconti sono allo stesso livello, ma mi è piaciuta molto l'idea di questa ragazza che "stando alla finestra di casa" è spettatrice della storia e di vite che non hanno nulla in comune fra loro se non la sua presenza

    ha scritto il 

  • 2

    Un quadro fa da filo conduttore ai racconti presenti nel romanzo, non basta però a rendere fluida la lettura, risultano slegati e i personaggi che raccontano la propria storia, pur appartenendo a peri ...continua

    Un quadro fa da filo conduttore ai racconti presenti nel romanzo, non basta però a rendere fluida la lettura, risultano slegati e i personaggi che raccontano la propria storia, pur appartenendo a periodi storici molto diversi, sembra parlino tutti con lo stesso tono.

    ha scritto il