Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La realtà come costruzione sociale

Di ,

Editore: Il Mulino

4.1
(91)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 272 | Formato: Altri

Isbn-10: 8815061584 | Isbn-13: 9788815061584 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Sofri Innocenti M.

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Philosophy , Social Science , Textbook

Ti piace La realtà come costruzione sociale?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ciò che noi percepiamo come "reale" varia da società a società ed è prodotto,trasmesso e conservato tramite processi sociali che la sociologia dellaconoscenza si incarica di indagare. Questa problematica viene esaminata neisuoi due aspetti simmetrici e complementari: l'esteriorizzazione, ovvero latrasformazione dell'attività umana in una realtà sociale oggettiva attraversol'istituzionalizzazione; l'interiorizzazione, ovvero la reintroduzione delmondo sociale oggettivo nella coscienza del soggetto attraverso lasocializzazione.
Ordina per
  • 5

    imperdibile

    Che dire di questo libro?
    Bisognerebbe insegnarlo a scuola, capire che il nostro mondo è solo una realtà possibile darebbe a tutti noi la capacità di sognare e creare una società migliore.

    ha scritto il 

  • 5

    una fenomenologia della conoscenza che, per forza, si accomuna con la fenomenologia della realtà. Questa, infatti, non è qualcosa di ontologicamente dato, ma qualcosa di continuamente in costruzione e modificazione.
    Assolutamente fondamentale.

    ha scritto il 

  • 5

    un caposaldo e anche un libro di passaggio, di quelli che aprono le porte ad altri (più alti) studi. certo, non si legge la sera prima di dormire, anche perchè, cito copiando dalle conclusioni: "La sociologia della conoscenza interpreta la realtà umana come realtà costruita socialmente. Dal momen ...continua

    un caposaldo e anche un libro di passaggio, di quelli che aprono le porte ad altri (più alti) studi. certo, non si legge la sera prima di dormire, anche perchè, cito copiando dalle conclusioni: "La sociologia della conoscenza interpreta la realtà umana come realtà costruita socialmente. Dal momento che la realtà è stata tradizionalmente un problema centrale della filosofia... e nella filosofia contemporanea c'è stata una netta tendenza a banalizzare questo problema... il sociologo può scoprirsi, magari con sorpresa, erede di questioni filosofiche".

    ha scritto il 

  • 4

    Un (o forse addirittura "il") grande classico del costruttivismo.
    Da leggere e rileggere, per assimilare un punto di vista ancora troppo poco penetrato nella coscienza comune (specie in un paese come l'Italia...).

    ha scritto il 

  • 5

    Un piccolo capolavoro

    Una delle pietre miliari del costruttivismo (e della mia formazione intellettuale). All'epoca mi ha letteralmente ribaltato. Dietro le quinte Alfred Shutz, maestro misconosciuto.

    ha scritto il